Tavolo con gamba centrale, comodità durante i pasti

I giorni di festa per la Santa Pasqua sono appena conclusi e con la memoria ancora fresca non sarà difficile ricordare quante volte durante il pranzo con amici e parenti abbiamo sentito ripetere la frase “Io qui non mi siedo perché c’è la gamba del tavolo”.
Per evitare che qualcuno debba sempre sacrificarsi è utile avere un tavolo con gamba centrale. L’assenza di gambe in coincidenza del perimetro del piano e un unico basamento centrale risulteranno infatti di gran lunga più comodi e funzionali per tutti i commensali.
Per chi è attento all’estetica tanto quanto lo è alla praticità il nostro ampio catalogo offre l’imbarazzo della scelta. Dalle dimensioni, al modello fisso od allungabile, passando per lo stile d’arredo, senza dimenticare i materiali.
È proprio sui materiali che ci vogliamo concentrare oggi poiché presentarvi tutte le nostre proposte risulterebbe davvero complicato.

Gamba centrale in legno
Acco è una delle ultime new entry nella categoria “tavoli” e si presenta come un piccolo gioiello di design dall’aspetto leggero e resistente allo stesso tempo. Il basamento è realizzato con stecche in legno noce canaletto lievemente piegate che sorreggono un piano rotondo od ovale in vetro trasparente.

tavolo-gamba-centrale-acco

Gamba centrale in pietra
Per un arredo elegante e di grande classe vi è Alex Color, un tavolo con base d’appoggio centrale in pietra di Vicenza. L’aspetto materico, la grande solidità e il look scultoreo hanno un forte impatto visivo in qualsiasi sala da pranzo. Un sottile piano rettangolare o quadrato in vetro nero od extralight bianco completano con discrezione l’importante basamento.

tavolo-gamba-centrale-alex-color

Gamba centrale in vetro
Per chi è abituato alle tradizionali forme rotonde e rettangolari il tavolo Artiko risulterà particolare ed originale. Il piano ottagonale è realizzato interamente in vetro in diverse finiture ed è sorretto da lastre centrali anch’esse in vetro. Fin da un primo sguardo si nota la grande praticità garantita da una struttura ridotta all’essenziale, unita ad un aspetto estremamente leggero e armonioso.

tavolo-gamba-centrale-artiko

Gamba centrale in metallo con movimento
Il tavolo Maciste ha un pistone centrale con alzata a gas che sorregge il piano e permette di regolarne l’altezza a piacere. Il design giovane e moderno fa di questo tavolo l’arredo ideale in case contemporanee e lascia libertà di personalizzazione per quanto riguarda modelli, dimensioni, colori e finiture.

tavolo-gamba-centrale-macisteSe desiderate visualizzare altri modelli ecco una gallery di immagini di tavoli con gamba centrale.
Se ancora non siete soddisfatti guardate tutte le alternative possibili cliccando qui.

 

Tavoli di design firmati Miniforms

“Vorrei un tavolo moderno e di design che unisca il tradizionale legno a materiali più attuali. Vorrei un lungo tavolo da pranzo dalle linee essenziali che si faccia notare per qualche sorprendente dettaglio.”
Ad una simile richiesta la risposta non può che essere “tavoli Miniforms“.
Quest’azienda veneta produce infatti mobili dallo stile giovane e moderno. Utilizza linee per lo più essenziali e rigorose ma non rinuncia ad arricchirle con tocchi di colore e dettagli finemente studiati. Impiega il tradizionale legno affiancandolo a materiali totalmente diversi e in contrasto e riesce sempre a produrre arredi originali che catturano l’attenzione.
Le immagini dimostrano tutto questo molto meglio delle parole…

Tavolo Perchdesign industriale

Tavolo di design - Perch di Miniforms

Questo tavolo è caratterizzato da un piano in legno e una struttura in metallo, a dimostrazione di come due materiali così diversi possano sposarsi alla perfezione. Sono le quattro gambe d’appoggio a colpire sia per la loro posizione sfalsata sia per il richiamo ai tavoli da lavoro. A seconda della prospettiva da cui le si guarda si svelano originali giochi visivi.

Tavolo Accodesign elegante

Tavolo di design - Acco di Miniforms

Con questo tavolo è la volta del contrasto tra vetro e legno. Il sottile piano rotondo appoggia su una base centrale costituita da stecchette in legno massello di noce leggermente curvate per rendere il basamento ancor più forte e robusto. L’aspetto è decisamente ricercato e di grande presenza scenica.

Tavolo Ottodesign essenziale

Tavolo di design - Otto di Miniforms

A dimostrazione di come l’unione di questi due materiali non è certo scontata, anche questo tavolo propone l’abbinamento vetro-legno ma con un risultato totalmente differente. La struttura in legno massello sembra ricordare gli spogli rami degli alberi che si intrecciano in modo irregolare mentre il piano sembra solamente appoggiato. Design quasi ridotto all’osso, a vantaggio di una rigorosa pulizia formale.

Tavolo Cut - design moderno

Tavolo di design - Cut di Miniforms

In questo tavolo sono le gambe ad essere le grandi protagoniste: sono realizzate in poliuretano laccato, sono sfaccettate e caratterizzate da un particolare effetto “a diamante”. L’effetto imponente e scultoreo si scontra con il sottile piano in legno scuro.

Tavolo Soap - design originale

Tavolo di design - Soap di Miniforms

A prima vista chiunque giurerebbe che si tratti di legno e pietra ma vi assicuriamo che è solo un’illusione ottica. Le solide gambe sono in realtà imbottite in pelle od ecopelle e quindi risultano morbide al tatto e non troppo pesanti in appoggio sul pavimento. Svelato il segreto, se le si guarda adesso, sembrano quasi delle grandi saponette.
Se non è design questo…

La collezione Miniforms non smette certo di stupire ed è per questo che abbiamo voluto concludere con una galleria di immagini di tavoli di design.

Un tavolo rotondo allungabile per tutti gli ambienti

Si acquista un tavolo rotondo perchè se ne ama l’estetica o perchè la disposizione dell’ambiente costringe a questa scelta; si acquista un tavolo allungabile perchè si prevede la necessità di spazio. Se queste caratteristiche coesistono le preferenze ricadono su un tavolo rotondo allungabile. Solo in questo modo si riesce ad ottenere il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.
Un tavolo rotondo è ideale in spazi dalle dimensioni quadrate o irregolari poichè riesce a sfruttare al meglio lo spazio, favorisce i passaggi e ne esalta il valore estetico. La forma rotonda favorisce il dialogo e riduce i litigi per sedersi a capotavola.
Salvo eccezioni, spesso un tavolo rotondo ha un basamento centrale che rende confortevole qualsiasi posizione e riduce il fastidioso volume e ingombro delle gambe, soprattutto nella versione allungata. Simile vantaggio per il piano che non presenta spigoli vivi, pericolosi o comunque scomodi.
Queste sono le principali caratteristiche comuni a tutti i tavoli rotondi allungabili ma vi sono tuttavia delle differenze sostanziali tra i vari modelli. Oltre a materiale, colore, stile e grandezza ciò che fa la differenza è il sistema d’apertura.
Un tavolo allungabile di solito è dotato di allunga posizionata al di sotto del piano o esterna all’intera struttura, provvista di apertura a libro, scorrevole o a rotazione

Eclipse è un tavolo rotondo allungabile bianco che assume una forma ovale una volta aperto nelle sue massime dimensioni. Per l’utilizzo, le due estremità del piano vengono allargate, si svela l’allunga nascosta sotto il piano, la si apre a libro e la si fissa. Tutto ciò è possibile grazie ad un sistema di apertura sincronizzata collaudato ed affidabile.
Eclipse è un elegante tavolo rotondo ideale in cucine o salotti dall’aspetto raffinato e moderno.

tavolo rotondo allungabile Eclipse

Differente sistema per il tavolo allungabile Giro il cui nome lascia forse intuire il meccanismo. È sufficiente ruotare il piano rotondo in senso orario per ampliare la superficie d’appoggio.
L’aspetto di Giro nella versione allungata è quello di un tavolo ricercato e di design. perfetto per salotti o soggiorni di classe.

tavolo rotondo allungabile Giro

È tuttavia il tavolo allungabile bicolore Flap a stupire per l’immediata apertura. Le allunghe sono posizionate ai fianchi del basamento centrale e fissate al piano, all’occasione vengono semplicemente alzate.
Flap trova la sua collocazione ideale in monolocali, terrazze o in ambienti contract. Gli accesi verde e rosa donano colore e carattere all’ambiente ma se si preferiscono nuance più sobrie si può optare per la tinta unita avorio o l’avorio abbinato all’alluminio.

tavolo rotondo allungabile Flap

Per  visulizzare altri modelli di tavolo rotondo allungabile vi lasciamo questa galleria di immagini.

I modelli siamo noi. I tavoli sono di design.

Non ci bastava esserci seduti su sedie, poltrone e sgabelli di design, abbiamo voluto anche accomodarci intorno a tavoli di design.

Alessandro e Francesca siedono sorridenti intorno a Cinetic, un tavolo da pranzo in legno qui fotografato nel modello rettangolare allungabile. Hanno ammirato da vicino questo arredo e hanno potuto confermare l’accurata lavorazione artigianale che lo contraddistingue. Sono rimasti incantati dalle caratteristiche venature del legno, dall’elaborata giunzione tra piano e gambe e dall’originale gioco di prospettive della struttura.

tavolo di design Cinetic

Alessandro, non contento, ha voluto sedersi anche attorno all’originale tavolo in frassino Svito. Il piano in vetro lascia a vista l’intera struttura in legno massello e il sistema di allunga composto da una “maxi vite” posta su di un lato che permette di “svitare” ed allungare il tavolo.
Forma e materiali ricordano un vecchio tavolo da falegname ma ispirano anche l’attenta e concentrata lettura.

tavolo di design Svito

Viviana ha invece voluto concedersi un attimo di relax intorno alla consolle allungabile in legno Valencia, facilmente trasformabile in tavolo da pranzo. Bordo smussato, scanalature sui lati e sagomatura del piano hanno colpito la sua attenzione, insieme alla facilità del sistema di allungamento. 3 allunghe indipendenti montabili su guide telescopiche in alluminio garantiscono infatti praticità, sicurezza e funzionalità.

tavolo di design Valencia

Il tavolo allungabile Mat è invece stato il luogo di incontro di Matteo, Viviana, Giorgia e Pamela. Loro hanno scelto il modello rettangolare che ospita comodamente fino a cinque persone. Si sono appoggiati su un piano realizzato in Newpann, un moderno materiale dalle ottime prestazioni, e si sono lasciati avvolgere dal look total white.

tavolo di design Mat

Attualmente il nostro ampio catalogo di tavoli comprende 471 prodotti e noi non vediamo l’ora di farci fotografare con altri tavoli di design. E voi? Con quale tavolo vorreste essere immortalati?

Tavoli da pranzo per un ritrovo in grande stile

Pranzo e cena sono i momenti della giornata in cui la famiglia si riunisce e trascorre piacevoli attimi insieme. Durante una così importante occasione è fondamentale avere un tavolo da pranzo attorno al quale il nucleo familiare possa ritrovarsi. Dal momento che su questo arredo grava una così grande responsabilità è bene scegliere il tavolo giusto, quello che si abbina perfettamente allo stile della cucina o del soggiorno.
Nelle proposte di Cantori lo stile si lascia definire dai materiali e dalle forme e si declina in molteplici espressioni e possibilità.

Rappresentante dello stile rustico è il tavolo Cosimo: le gambe a cavalletto donando un aspetto retrò che si abbia perfettamente alla finitura del piano ad “effetto consumato”. La particolarità della struttura, il legno massello e le venature a vista donano al tavolo quel tocco naturale che caratterizza gli ambienti di ispirazione rustica che richiamano ad uno stile campagnolo, pur mantenendosi su livelli di grande eleganza. A definire lo stile contribuiscono gli altri arredi presenti nella sala da pranzo e la scelta di colori tenui e delicati.

tavolo-da-pranzo-cosimo

Tavolo da pranzo Cosimo in stile rustico

Donatello è invece la proposta per un tavolo da pranzo in stile classico. Il nome richiama ad un grande scultore italiano vissuto nel ’300 e caratterizza alla perfezione questo tavolo che sembra un’opera d’arte prodotta dalle mani di un esperto maestro. Le gambe in massello di rovere sono lavorate in una forma classicheggiante che esprime grande ricercatezza ed eleganza e sono laccate in una tonalità che dona luminosità e raffinatezza.
Il tavolo Donatello può diventare il grande protagonista di una sala da pranzo, l’arredo funzionale che ricrea un’atmosfera passata ma intramontabile.

tavolo-da-pranzo-donatello

Tavolo da pranzo Donatello in stile classico

Per un tavolo in stile moderno è Malaga a farsi avanti. Le quattro gambe d’appoggio sono realizzate in ferro e presentano un originale taglio inclinato che dal piano si assottiglia mano a mano fino al punto d’appoggio a terra. L’aspetto leggero e sottile si abbina ad una grande resistenza e solidità data dal materiale e da un piano in legno massello di rovere dogato. Il design di Malaga si presta a cucine e sale da pranzo di abitazioni giovani arredate con uno stile minimal e moderno in cui tuttavia non si vuole rinunciare alla calda presenza del legno e del ferro.

tavolo-da-pranzo-malaga

Tavolo da pranzo Malaga in stile moderno

Uno stile chic richiede invece materiali e forme che si fanno notare, proprio come quelli del tavolo Atlante. La particolare struttura sorregge con apparente leggerezza il piano e cattura tutti gli occhi a sè. Il metallo cromato crea inoltre giochi di riflessi ripresi dal piano realizzato in vetro trasparente. Atlante è un tavolo capace di distinguersi e farsi notare, interprete di uno stile raffinato, elegante e di grande charme.

tavolo-da-pranzo-atlante

Tavolo da pranzo Atlante in stile chic ed elegante

Per vedere gli altri tavoli da pranzo proposti dalla stessa azienda che ha realizzato queste soluzioni è possibile cliccare qui.
Per visualizzare invece altre proposte per la sala da pranzo è possibile cliccare qui.

Tavoli con struttura in metallo: 10 modelli per 10 stili

Il metallo in tutte le sue forme è un materiale tradizionalmente associato a resistenza, durevolezza e solidità: niente di meglio quindi che scegliere un tavolo con struttura in metallo. Stiamo parlando di uno degli arredi più sfruttati della casa, spesso utilizzato per molteplici funzioni ed in varie ore del giorno: a partire dalla colazione fino alla cena, passando per chi chi, per ragioni di spazio, usa il tavolo come piano di lavoro o fino a chi, con bambini e ragazzi in casa, lo vede destinato a compiti, merende, studio, disegni e opere d’arte in plastilina. In tutti questi casi il piano svolge un ruolo funzionale, per cui spesso si tende a scegliere un materiale pratico e facile da pulire. Per non rinunciare all’estetica puntate allora sulla struttura.
Il metallo consente la realizzazione di forme di ogni tipo, dalle più semplici e sottili alle più imponenti e scultoree. Vediamo allora la nostra scelta di 10 tavoli in metallo declinati in stili differenti.

Forme scultoree
A differenza del legno con il metallo è possibile creare strutture sottili e sagomate ma solide e resistenti, basta guardare Atlante per capire le potenzialità di questo materiale, in questo caso del ferro:Tavolo con struttura in metallo Atlante

Le curve al posto giusto
Tavolo da cucina dalle linee sinuose: se si pensa che il metallo sia solo per persone dai gusti rigorosi e maschili, Arturo smentisce del tutto questa convinzione proponendo un modello armonioso, leggero ed essenziale, dalle nuance delicate e dal look molto femminile.Tavolo con struttura in ferro Arturo

Il camaleontico
Ovvero: sembra legno ma non è. Ad una prima occhiata le gambe di Gustave potrebbero sembrare fatte di legno, in realtà è metallo effetto bronzo, qui abbinato ad un piano in noce canaletto.Tavolo con struttura in metallo bronzato Gustave

Mini architetture
Sembrano piccole struttura architettoniche le gambe in metallo laccato bianco di Logan. Piano in olmo dalle calde nuance e le caratteristiche fiammature in perfetta contrapposizione alla razionalità delle forme della struttura.Tavolo in metallo e legno Logan

Uno per tutti, tutti per uno
Tre gambe in ferro con finitura a bagno galvanica convergono al centro di un sottile piano rotondo in rovere laccato poro aperto bianco candido.Tavolo con struttura in ferro Milos

Meglio non prendersi troppo sul serio…
…la razionalità del metallo si sdrammatizza con colori d’accento e un piano naturale in pietra.Tavolo con gambe in metallo colorato Modulo

Classico incontra moderno ed è subito amore
Le forme sono quelle del tavolo classico, con gambe sagomate nella cosiddetta forma “a sciabola”. Le linee sono però stilizzate e ripulite dei fronzoli tipici del barocco, per un tavolo total white con gambe in alluminio laccato e piano dai profili scanalati come vuole la tradizione.Tavolo classico con gambe a sciabola in alluminio bianco Raffaello

L’industriale con il senso dell’ironia
Per industriale intendiamo lo stile che la fa da padrone nell’interior design contemporaneo. Le linee rigorose di questo elegante tavolo nascondono in realtà un piano in legno massello dai bordi piacevolmente irregolari, e gambe in metallo che ricordano delle putrelle ripiegate. Tocco inaspettato: una gamba guarda di qui, l’altra di là.Tavolo design con struttura in metallo Sigma

L’unione fa la forza
Si mimetizzano sotto uno strato di colore ma nascondono due anime ben differenti.
Le due strutture portanti di Threepeat sono infatti costituite da tre gambe, di cui due in metallo ed una in legno massiccio.Tavolo con struttura in metallo e legno massello Threepeat

L’icona
Il tavolo a gambe incrociate è ormai entrato nell’empireo del design. Le abbiamo viste colorate, dorate, cromate…ma che ne dite di questo travestimento raw design in perfetto industrial style? Questo è Big Table, di Bonaldo.Tavolo Big Table con struttura in acciiaio effetto ferro invecchiato

Tavolo dal design industriale sì, ma con classe

Vi sarete accorti dell’imperversare dello stile industriale nell’arredo casa. Non me ne vogliate, ma (con mio enorme sollievo) l’epoca del dominio shabby chic è finalmente moderata ed equilibrata da linee essenziali, materiali invecchiati e rovinati dai toni naturali, legno e metallo accostati a ricreare mobili semplici e funzionali.
Esponenti d’eccezione sono i tavoli che sembrano prestarsi in maniera particolare ad essere declinati secondo le regole dell’industrial style, sarà per il richiamo ai banconi di lavoro, sarà perché spesso il tavolo è protagonista assoluto della zona giorno, definendone con forza il carattere.
Niente paura, per avere una casa di tendenza non dobbiamo improvvisamente trasformarci in esperti restauratori e archeologi industriali. Per fortuna c’è sempre chi, attento agli ultimi trend, è capace di rinnovare le proprie collezioni e reinterpretare gli stili dominanti secondo il proprio linguaggio formale. E’ il caso di Bonaldo.

L’avevamo già notato al Salone del Mobile 2014: Bonaldo ci ha accolti in uno stand di grande effetto, dalle luci soffuse, gli ampi spazi e l’atmosfera rilassata. Ogni ambiente era caratterizzato da uno studiato mix di morbidi tessuti e metalli colorati: un effetto accogliente e al tempo stesso estremamente elegante.
Tra gli arredi presentati, il tavolo allungabile Tracks: gambe a cavalletto in massello, piano in raffinato cristallo, meccanismo d’allunga in metallo.
Tutti gli ingredienti dello stile industriale con un twist moderno: ed è qui che risiede il valore del design, nella rivisitazione e nell’unione tra vecchio e moderno.

Tracks è un tavolo allungabile di design dallo stile industriale rivisitato.

Tracks è un tavolo allungabile di design dallo stile industriale rivisitato.

D’altronde, di fare un tavolo in metallo e legno son capaci tutti. Sono la rilettura dello stile e l’adeguamento alla casa contemporanea a fare la differenza.

I dettagli che fanno la differenza

Il piano in cristallo e i binari in metallo: il cristallo alleggerisce l’aspetto complessivo del tavolo donandogli un tocco di eleganza. Non solo: permette di vedere attraverso e di scoprire tutta la bellezza del legno massello e l’ingegnoso meccanismo di allunga dalla forma a binario…”tracks“, appunto.
L’uso del colore sdrammatizza l’accostamento cristallo-metallo.

Dettagli del meccanismo di allunga.

Dettagli del meccanismo di allunga.

Il colore: il meccanismo di allunga è realizzato in metallo laccato opaco in vari colori RAL e Pantone. Passi il look rigoroso tipico dello stile, ma questo non significa arredare una casa austera e fredda. Un tocco di colore è quello che ci vuole.

Il legno massello: di tempo per farlo invecchiare e dargli l’aspetto vissuto ce n’è in quantità. Il legno massello, come si suol dire, “dura una vita”.
La forma a cavalletto è quella tipica del banco da artigiano improvvisato, dell’architetto fantasioso e del pittore naive. La linea è però stilizzata e armonizzata, rendendo il supporto resistente ed in grado di sostenere il pesante top in cristallo. Tra noce canaletto e frassino spazzolato naturale e grigio si possono creare abbinamenti ad hoc con i colori laccati, capaci di arredare ambienti dagli stili completamente differenti.

Tavolo Tracks con binari in blu RAL 5002.

Tavolo Tracks con binari in blu RAL 5002.

Tracks con meccanismo di allunga in laccato giallo zafferano RAL 1003.

Tracks con meccanismo di allunga in laccato giallo zafferano RAL 1003.

Non dimentichiamo la funzionalità: il tavolo si può allungare fino ad oltre 3 metri di lunghezza.

Siamo sicuri che questo modello sarà il prossimo candidato al Red Dot Design Award, di cui Bonaldo si è già aggiudicato il “Best of the Best” con il celebre Welded.
Guarda caso, un altro tavolo.

Le venature del legno rendono unici i tavoli Miniforms

Se è vero che i dettagli fanno la differenza allora le diverse venature del legno rendono unici i piani dei tavoli di Miniforms.
Più volte abbiamo sottolineato come sia proprio il legno il protagonista della collezione di quest’azienda e ve ne abbiamo già parlato in questo articolo. Quando ultimamente Miniforms ci ha inviato nuove foto dei loro prodotti abbiamo notato con piacere la presenza di immagini e dettagli che possono aiutarci ad esprimere al meglio questo concetto.

Il moderno tavolo Gustave è disponibile in diversi modelli, dimensioni e finiture. È l’originale e minimalista struttura a gambe incrociate a catturare subito l’attenzione ma è il legno a caratterizzare l’arredo.
L’importante spessore e il bordo irregolare del piano sono elementi distintivi di questo modello di tavolo ed è la scelta del legno a determinarne l’aspetto finale. Un materiale così antico riesce sempre a sorprendere e a farsi apprezzare in tutte le sue varianti.

Il legno nella finitura rovere termotrattato ha un aspetto caldo e deciso, addolcito da venature in una sfumatura più chiara. Un colore così scuro, unito ad un bordo lavorato ma non regolare e ad uno spessore di 3 cm, è un importante dettaglio da non sottovalutare nella scelta di un arredo simile.

tavolo-legno-gustave-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno rovere termotrattato

Il legno nella finitura abete antico ha una superificie semigrezza apprezzabile sia alla vista sia al tatto. Guardando il piano si possono notare irregolarità, venature e nodi propri del legno, ancor più evidenti passando dolcemente la mano sulla superficie. L’aspetto finale è rustico e grezzo e suggerisce l’atmosfera tipica delle case di montagna.

tavolo-legno-gustave-2-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno abete antico

Il legno nella finitura rovere naturale ha al contrario un aspetto fine ed elegante che rende il tavolo discreto ed equilibrato. La superficie liscia al tatto è impreziosita da leggere striature notabili solo alla vista.

tavolo-legno-gustave-3-miniforms

Tavolo Gustave con piano in legno rovere naturale

Questi tre esempi fanno capire come le diverse finiture di un materiale possono cambiare totalmente l’aspetto e le sembianze di un arredo. Scegliendo il piano del tavolo in un determinato legno rispetto ad un altro si possono creare ambientazioni totalmente differenti e arredare case dallo stile più diverso.

L’insostenibile leggerezza di un tavolo in vetro

Che il vostro stile sia classico, moderno, contemporaneo, il tavolo in vetro è un classico intramontabile capace di donare un tocco di grande eleganza a qualsiasi ambiente. Vetro e cristallo sono materiali ampiamente utilizzati nell’arredamento, in particolare per tavoli e tavolini, ma anche per rivestimenti di superfici e per ante di mobili soggiorno, armadi, cucine.
Partiamo però dal principio, perché immagino che molti di voi si stiano chiedendo qual è la differenza tra vetro e cristallo:
- il cristallo prende il suo nome dalla struttura reticolare che lo compone: è di fatto un vetro ma è arricchito con ossido di piombo. Questo additivo aumenta la densità del materiale donandogli una maggiore resistenza e brillantezza;
- il vetro deriva dalla fusione e dal successivo raffreddamento di un mix di silicati e sostanze chimiche vetrificanti. La sua struttura non è reticolata come quella del cristallo. Può essere soffiato, temprato, forgiato, curvato, colorato…

Tavoli in vetro: ad ognuno la sua lavorazione

Il vetro può essere sottoposto a varie lavorazioni e può essere soffiato. Conosciamo tutti la manifattura d’eccellenza dei vetri di Murano, famosa in tutto il mondo proprio per il vetro soffiato e modellato nelle forme più disparate. Nonostante la sua fragilità in realtà vetro e cristallo sono materiali estremamente resistenti, tanto da rendere possibile la realizzazione di tavoli come Blow che sembrano pronti a sollevarsi da terra tanto appaiono leggeri. Il vetro soffiato diventa elemento portante dimostrando tutta la sua forza.

Tavolo Blow in vetro di Murano.

Tavolo Blow con gambe in vetro soffiato di Murano.

Questo duttile materiale può anche essere curvato. I tavoli Mirror e New Cillo sono un esempio. Il primo è composto da un unico pezzo di vetro temprato curvato dalla superficie completamente liscia e priva di giunture. Il secondo presenta due scultorei supporti in vetro forgiato trasparente.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Tavolo in vetro temperato curvato Mirror.

Il vetro temprato è indurito tramite trattamento termico detto, appunto, “tempra”. Conosciuto anche come “vetro di sicurezza” per la sua robustezza, in caso di rottura produce pezzi smussati poco pericolosi.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Tavolo con supporti in vetro curvato New Cillo.

Il vetro forgiato deriva da una tecnica di modellazione ad altissima temperatura, spesso utilizzata nel settore dell’arredamento d’interni, arredo bagno o oggettistica.

Il vetro curvo permette inoltre di ottenere forme che sembrano quasi intagliate. Il processo di curvatura e modellazione avviene infatti quando il materiale, a temperature tra i 500 e i 600°, rammollisce aderendo agli stampi predisposti sul fondo della camera di riscaldamento. E’ così che è possibile realizzare supporti dal design complesso come quelli di Ghost:

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

Ghost con gambe modellate in vetro curvo.

La trasparenza è la sua caratteristica principale, ma un tavolo in vetro può anche essere colorato: si parla di vetro laccato quando una o entrambe le superfici di una lastra sono verniciate tramite laccatura. Se le due superfici sono laccate di colore diverso allora si parla di vetro bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi e laccati bicolore.

Party presenta due supporti centrali curvi, laccati bicolore bianco e viola.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Valencia abbina superfici trasparenti e laccate bianche.

Per la sua versatilità e leggerezza formale un tavolo in vetro è un arredo in grado di rispondere a vari gusti ed esigenze. Dalla casa più elegante alla più informale, i modelli sul mercato sono pensati per completare spazi di qualsiasi tipo, dal soggiorno alla cucina. Non dimentichiamo infatti che tra i vari trattamenti applicabili al vetro ve ne sono alcuni dedicati proprio all’uso quotidiano, come trattamenti antigraffio e anti-impronta.

Idee per arredare casa: tavolo a scomparsa a muro

L’oggetto dei desideri di questo martedì potrebbe essere descritto come uno “speciale 2×1“; compri un tavolo e in omaggio ottieni un quadro.
Non sto parlando della nostra nuova promozione, vi sto semplicemente offrendo un’idea per arredare casa. In poche parole vi sto presentando Opera.

ffm-tavolo-opera-02

Opera è un tavolo a scomparsa a muro che può essere utilizzato come pratico tavolo da pranzo per 6 persone oppure come quadro decorativo per la parete.
Il piano è realizzato in laminato con un rivestimento antigraffio a protezione di una serigrafia disponibile in 8 motivi.
Fashion, Lovebirds, Jazz, Car, Kiss, Shoes, Chinatown, Fantasy. Sono queste le 8 decorazioni possibili: due uccellini con cuori per gli innamorati, linee irregolari e macchie di colore per i più creativi e fantasiosi, una macchina per gli amanti dei motori, scarpe col tacco rosse per le fanatiche della moda.

ffm-tavolo-opera-modello

Non perdiamoci tra le fantasie, ancora non vi ho parlato dell’enorme potenziale di questo arredo. La struttura in acciaio cromato è pieghevole: quando si decide di utilizzare Opera come un tavolo le gambe vengono appoggiate a terra, al contrario quando lo si vuole usare come quadro le gambe vengono piegate e fissate sotto il piano. La struttura può essere così appesa al muro su un adeguato supporto fornito di serie.

Opera è un tavolo multifunzione e salvaspazio, è un arredo che riesce ad ottimizzare gli spazi ed offrire il giusto comfort nel giusto momento.
Stupisce e dona un tocco di eleganza a qualsiasi casa ma è particolarmente adatto per monolocali o ambienti di piccole dimensioni. Le sue caratteristiche e la sua versatilità si incontrano con le necessità di spazio che questi luoghi richiedono.
Opera è un tavolo moderno e originale, perfetto per la casa di una giovane coppia o per un appartamento di studenti. Il grande impattivo visivo e l’enorme adattabilità lo rendono però ideale in qualsiasi contesto in cui si voglia dare un tocco di originalità e funzionalità allo stesso tempo.

Questo tavolo a scomparsa entra di diritto nella nostra lista degli oggetti del desiderio per arredare casa. D’altronde, chi non vorrebbe una promozione “2×1″?!