Tavolo con gamba centrale, comodità durante i pasti

I giorni di festa per la Santa Pasqua sono appena conclusi e con la memoria ancora fresca non sarà difficile ricordare quante volte durante il pranzo con amici e parenti abbiamo sentito ripetere la frase “Io qui non mi siedo perché c’è la gamba del tavolo”.
Per evitare che qualcuno debba sempre sacrificarsi è utile avere un tavolo con gamba centrale. L’assenza di gambe in coincidenza del perimetro del piano e un unico basamento centrale risulteranno infatti di gran lunga più comodi e funzionali per tutti i commensali.
Per chi è attento all’estetica tanto quanto lo è alla praticità il nostro ampio catalogo offre l’imbarazzo della scelta. Dalle dimensioni, al modello fisso od allungabile, passando per lo stile d’arredo, senza dimenticare i materiali.
È proprio sui materiali che ci vogliamo concentrare oggi poiché presentarvi tutte le nostre proposte risulterebbe davvero complicato.

Gamba centrale in legno
Acco è una delle ultime new entry nella categoria “tavoli” e si presenta come un piccolo gioiello di design dall’aspetto leggero e resistente allo stesso tempo. Il basamento è realizzato con stecche in legno noce canaletto lievemente piegate che sorreggono un piano rotondo od ovale in vetro trasparente.

tavolo-gamba-centrale-acco

Gamba centrale in pietra
Per un arredo elegante e di grande classe vi è Alex Color, un tavolo con base d’appoggio centrale in pietra di Vicenza. L’aspetto materico, la grande solidità e il look scultoreo hanno un forte impatto visivo in qualsiasi sala da pranzo. Un sottile piano rettangolare o quadrato in vetro nero od extralight bianco completano con discrezione l’importante basamento.

tavolo-gamba-centrale-alex-color

Gamba centrale in vetro
Per chi è abituato alle tradizionali forme rotonde e rettangolari il tavolo Artiko risulterà particolare ed originale. Il piano ottagonale è realizzato interamente in vetro in diverse finiture ed è sorretto da lastre centrali anch’esse in vetro. Fin da un primo sguardo si nota la grande praticità garantita da una struttura ridotta all’essenziale, unita ad un aspetto estremamente leggero e armonioso.

tavolo-gamba-centrale-artiko

Gamba centrale in metallo con movimento
Il tavolo Maciste ha un pistone centrale con alzata a gas che sorregge il piano e permette di regolarne l’altezza a piacere. Il design giovane e moderno fa di questo tavolo l’arredo ideale in case contemporanee e lascia libertà di personalizzazione per quanto riguarda modelli, dimensioni, colori e finiture.

tavolo-gamba-centrale-macisteSe desiderate visualizzare altri modelli ecco una gallery di immagini di tavoli con gamba centrale.
Se ancora non siete soddisfatti guardate tutte le alternative possibili cliccando qui.

 

Tavoli di design firmati Miniforms

“Vorrei un tavolo moderno e di design che unisca il tradizionale legno a materiali più attuali. Vorrei un lungo tavolo da pranzo dalle linee essenziali che si faccia notare per qualche sorprendente dettaglio.”
Ad una simile richiesta la risposta non può che essere “tavoli Miniforms“.
Quest’azienda veneta produce infatti mobili dallo stile giovane e moderno. Utilizza linee per lo più essenziali e rigorose ma non rinuncia ad arricchirle con tocchi di colore e dettagli finemente studiati. Impiega il tradizionale legno affiancandolo a materiali totalmente diversi e in contrasto e riesce sempre a produrre arredi originali che catturano l’attenzione.
Le immagini dimostrano tutto questo molto meglio delle parole…

Tavolo Perchdesign industriale

Tavolo di design - Perch di Miniforms

Questo tavolo è caratterizzato da un piano in legno e una struttura in metallo, a dimostrazione di come due materiali così diversi possano sposarsi alla perfezione. Sono le quattro gambe d’appoggio a colpire sia per la loro posizione sfalsata sia per il richiamo ai tavoli da lavoro. A seconda della prospettiva da cui le si guarda si svelano originali giochi visivi.

Tavolo Accodesign elegante

Tavolo di design - Acco di Miniforms

Con questo tavolo è la volta del contrasto tra vetro e legno. Il sottile piano rotondo appoggia su una base centrale costituita da stecchette in legno massello di noce leggermente curvate per rendere il basamento ancor più forte e robusto. L’aspetto è decisamente ricercato e di grande presenza scenica.

Tavolo Ottodesign essenziale

Tavolo di design - Otto di Miniforms

A dimostrazione di come l’unione di questi due materiali non è certo scontata, anche questo tavolo propone l’abbinamento vetro-legno ma con un risultato totalmente differente. La struttura in legno massello sembra ricordare gli spogli rami degli alberi che si intrecciano in modo irregolare mentre il piano sembra solamente appoggiato. Design quasi ridotto all’osso, a vantaggio di una rigorosa pulizia formale.

Tavolo Cut - design moderno

Tavolo di design - Cut di Miniforms

In questo tavolo sono le gambe ad essere le grandi protagoniste: sono realizzate in poliuretano laccato, sono sfaccettate e caratterizzate da un particolare effetto “a diamante”. L’effetto imponente e scultoreo si scontra con il sottile piano in legno scuro.

Tavolo Soap - design originale

Tavolo di design - Soap di Miniforms

A prima vista chiunque giurerebbe che si tratti di legno e pietra ma vi assicuriamo che è solo un’illusione ottica. Le solide gambe sono in realtà imbottite in pelle od ecopelle e quindi risultano morbide al tatto e non troppo pesanti in appoggio sul pavimento. Svelato il segreto, se le si guarda adesso, sembrano quasi delle grandi saponette.
Se non è design questo…

La collezione Miniforms non smette certo di stupire ed è per questo che abbiamo voluto concludere con una galleria di immagini di tavoli di design.

Un tavolo rotondo allungabile per tutti gli ambienti

Si acquista un tavolo rotondo perchè se ne ama l’estetica o perchè la disposizione dell’ambiente costringe a questa scelta; si acquista un tavolo allungabile perchè si prevede la necessità di spazio. Se queste caratteristiche coesistono le preferenze ricadono su un tavolo rotondo allungabile. Solo in questo modo si riesce ad ottenere il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.
Un tavolo rotondo è ideale in spazi dalle dimensioni quadrate o irregolari poichè riesce a sfruttare al meglio lo spazio, favorisce i passaggi e ne esalta il valore estetico. La forma rotonda favorisce il dialogo e riduce i litigi per sedersi a capotavola.
Salvo eccezioni, spesso un tavolo rotondo ha un basamento centrale che rende confortevole qualsiasi posizione e riduce il fastidioso volume e ingombro delle gambe, soprattutto nella versione allungata. Simile vantaggio per il piano che non presenta spigoli vivi, pericolosi o comunque scomodi.
Queste sono le principali caratteristiche comuni a tutti i tavoli rotondi allungabili ma vi sono tuttavia delle differenze sostanziali tra i vari modelli. Oltre a materiale, colore, stile e grandezza ciò che fa la differenza è il sistema d’apertura.
Un tavolo allungabile di solito è dotato di allunga posizionata al di sotto del piano o esterna all’intera struttura, provvista di apertura a libro, scorrevole o a rotazione

Eclipse è un tavolo rotondo allungabile bianco che assume una forma ovale una volta aperto nelle sue massime dimensioni. Per l’utilizzo, le due estremità del piano vengono allargate, si svela l’allunga nascosta sotto il piano, la si apre a libro e la si fissa. Tutto ciò è possibile grazie ad un sistema di apertura sincronizzata collaudato ed affidabile.
Eclipse è un elegante tavolo rotondo ideale in cucine o salotti dall’aspetto raffinato e moderno.

tavolo rotondo allungabile Eclipse

Differente sistema per il tavolo allungabile Giro il cui nome lascia forse intuire il meccanismo. È sufficiente ruotare il piano rotondo in senso orario per ampliare la superficie d’appoggio.
L’aspetto di Giro nella versione allungata è quello di un tavolo ricercato e di design. perfetto per salotti o soggiorni di classe.

tavolo rotondo allungabile Giro

È tuttavia il tavolo allungabile bicolore Flap a stupire per l’immediata apertura. Le allunghe sono posizionate ai fianchi del basamento centrale e fissate al piano, all’occasione vengono semplicemente alzate.
Flap trova la sua collocazione ideale in monolocali, terrazze o in ambienti contract. Gli accesi verde e rosa donano colore e carattere all’ambiente ma se si preferiscono nuance più sobrie si può optare per la tinta unita avorio o l’avorio abbinato all’alluminio.

tavolo rotondo allungabile Flap

Per  visulizzare altri modelli di tavolo rotondo allungabile vi lasciamo questa galleria di immagini.

I modelli siamo noi. I tavoli sono di design.

Non ci bastava esserci seduti su sedie, poltrone e sgabelli di design, abbiamo voluto anche accomodarci intorno a tavoli di design.

Alessandro e Francesca siedono sorridenti intorno a Cinetic, un tavolo da pranzo in legno qui fotografato nel modello rettangolare allungabile. Hanno ammirato da vicino questo arredo e hanno potuto confermare l’accurata lavorazione artigianale che lo contraddistingue. Sono rimasti incantati dalle caratteristiche venature del legno, dall’elaborata giunzione tra piano e gambe e dall’originale gioco di prospettive della struttura.

tavolo di design Cinetic

Alessandro, non contento, ha voluto sedersi anche attorno all’originale tavolo in frassino Svito. Il piano in vetro lascia a vista l’intera struttura in legno massello e il sistema di allunga composto da una “maxi vite” posta su di un lato che permette di “svitare” ed allungare il tavolo.
Forma e materiali ricordano un vecchio tavolo da falegname ma ispirano anche l’attenta e concentrata lettura.

tavolo di design Svito

Viviana ha invece voluto concedersi un attimo di relax intorno alla consolle allungabile in legno Valencia, facilmente trasformabile in tavolo da pranzo. Bordo smussato, scanalature sui lati e sagomatura del piano hanno colpito la sua attenzione, insieme alla facilità del sistema di allungamento. 3 allunghe indipendenti montabili su guide telescopiche in alluminio garantiscono infatti praticità, sicurezza e funzionalità.

tavolo di design Valencia

Il tavolo allungabile Mat è invece stato il luogo di incontro di Matteo, Viviana, Giorgia e Pamela. Loro hanno scelto il modello rettangolare che ospita comodamente fino a cinque persone. Si sono appoggiati su un piano realizzato in Newpann, un moderno materiale dalle ottime prestazioni, e si sono lasciati avvolgere dal look total white.

tavolo di design Mat

Attualmente il nostro ampio catalogo di tavoli comprende 471 prodotti e noi non vediamo l’ora di farci fotografare con altri tavoli di design. E voi? Con quale tavolo vorreste essere immortalati?

La sedia Serie 7 di Arne Jacobsen compie 60 anni

Nel 1955 la mente creativa del designer ed architetto Arne Jacobsen produsse la famosa sedia di design Serie 7. Per celebrare i 60 anni di questa icona del design Republic of Fritz Hansen ha deciso di realizzare due speciali versioni di questa sedia: la prima in rosa cipria, la seconda in blu profondo. Questi due modelli saranno realizzati in edizione limitata esclusivamente per l’anno 2015.

serie-7-arne-jacobsen

La sedia in laccato opaco rosa chiaro ha un tocco decisamente femminile ed è abbinata ad un’elegante e prestigiosa struttura placcata in oro 24 carati.
La sedia in un profondo e scuro blu ha al contrario un carattere prettamente maschile con struttura in laminare brunito.

All’interno del vasto catalogo di ArredaClick è presente una seduta ispirata al design di Arne Jacobsen, la sedia Jacobsen Seven.
La nostra proposta è una sedia con monoscocca realizzata in legno di faggio, legno laccato in tutti i colori della scala RAL, tessuto, pelle, cavalino o cuoio. Quattro gambe in tubolare di metallo si incrociano sotto la struttura e sorreggono con apparente leggerezza ma grande resistenza la scocca. La seduta è caratterizzata da linee essenziali e una forma affusolata e slanciata che avvolge leggermente la schiena sostenendola nei giusti punti.

La sedia Jacobsen Seven è prodotta su commessa da un’azienda toscana specializzata nella lavorazione del metallo e della pelle e nella riproduzione di pezzi di design d’autore.

Fonte notizia e immagini: articolo di Designerblog.it 

Consolle trasformabili, una questione di spazio

“Aggiungi un posto a tavola che c’è un amico in più, se sposti un po’ la seggiola stai comodo anche tu”.
Così recita una canzoncina per bambini, ma se gli amici sono tanti come si fa? Semplice, bisogna ricorrere alle consolle trasformabili, mobili dal minimo ingombro e dalla massima funzionalità.
Da chiuse appaiono come piccoli tavolini o mobiletti appoggiati a parete ma in un batter d’occhio cambiano forma e dimensioni e lo fanno tanto velocemente quanto il campanello improvviso all’arrivo di ospiti inaspettati.
Sono soluzioni salvaspazio che solo in caso di necessità si trasformano in lunghi tavoli da pranzo, risultando invece poco profonde e poco ingombranti quando non utilizzate.

consolle-trasformabili-a4 (4)

Consolle trasformabile A4 in legno rovere disponibile in 7 finiture.

La consolle A4 racchiude tutte queste caratteristiche e lo fa senza dimenticarsi dell’aspetto estetico. Gli amici vogliono il posto a sedere ma l’occhio vuole la sua parte.
È interamente realizzata in legno rovere in sette diverse finiture ed ha una forma pulita e squadrata. Le quattro allunghe sono nascoste all’interno della struttura, riposte in una sorta di “gamba” girevole a 90° in acciaio nero. A consolle chiusa il meccanismo centrale è parallelo alle altre due gambe in legno, a consolle aperta è invece perpendicolare e funge anche da supporto centrale. In questo modo le gambe rimangono sempre perimetrali offrendo comodità a tutti i commensali seduti attorno al tavolo.
Da 35 centimetri a 2 metri e 67, da 0 posti a sedere a 10, il tutto utilizzando 4 semplici allunghe.

Forma decisamente diversa per la consolle Strange che preferisce un tocco più moderno, un aspetto più leggero e materiali più attuali.

consolle-trasformabile-strang (1)

Consolle trasformabile Strange in melaminico e metallo laccato in 4 diversi colori.

Un piano in melaminico è abbinato ad una struttura in metallo, entrambi disponibili in 4 eleganti colori: bianco, cappuccino, grigio antracite e grigio tortora. Gli angoli del piano hanno un particolare taglio inclinato nel senso opposto rispetto all’inclinazione delle gambe. Esse convergono verso il centro del piano e donano alla consolle un aspetto snello e slanciato.
Strange è dotato di allunghe da posizionare all’interno del tavolo grazie ad un meccanismo telescopico che garantisce un sicuro allungamento. Una gamba intermedia centrale assicura infatti stabilità e fermezza della consolle. Anche in questo caso le gambe sempre perimetrali non intralciano le persone sedute.
Da 50 centimetri a 3 metri, da 0 posti a sedere a 12, il tutto utilizzando 5 pratiche allunghe.

A4 e Strange sono solo 2 delle attuali 47 consolle trasformabili in tavolo presenti oggi nel nostro catalogo. Con questa gallery di immagini vi diamo un ulteriore assaggio delle possibilità ma sta a voi scegliere la vostra preferita.

La canzoncina iniziale ci piace tanto e allora… “gli amici a questo servono, a stare in compagnia, sorridi al nuovo ospite, non farlo andare via”… apri la consolle trasformabile.

I modelli siamo noi. Gli sgabelli sono di design.

Dopo esserci mostrati comodamente seduti su poltrone e sedie, oggi è la volta degli sgabelli. Per dare un’idea delle dimensioni dei prodotti e del loro effettivo utilizzo alcuni componenti del nostro Staff si sono fatti fotografare con veri e propri pezzi di design.
Posizionare gli sgabelli è stato semplice poichè ognuno di essi ha una particolare struttura che merita di essere messa in risalto. Fotografare i nostri “modelli per l’occasione” è stato leggermente più complicato perchè tutti volevano mostare il loro profilo migliore ma il risultato è davvero eccellente.

Una grossa vite fa da seduta alla nostra Federica. È lo sgabello Vitos di Miniforms, un pezzo di design unico che subito colpisce per la sua forma e il suo colore. Oltre al giallo è disponibile anche in bianco, blu pastello, grigio seta, grigio polvere, rosso, verde e nero; un vero complemento di tendenza. È realizzabile in tre dimensioni e l’altezza di seduta è regolabile in un range di 20 cm, perfetto per bambini e adulti.

sgabello-vitos

Giorgia ha scelto lo sgabello Zed di Infiniti Design, colpita dall’originale forma a “Z” e dai materiali totalmente ricicabili con cui è realizzato. Moderno, giovane e colorato, ha un design minimal che non passa certo inosservato, soprattutto se si scelgono colori come l’argento, il pistacchio e il viola.
Un meccanismo di alzata a gas azionabile tramite un pulsante posizionato sotto la seduta permette di regolarne l’altezza.

sgabello-zed

Forma simile per lo sgabello Nemo le cui forme mobide e arrotondate sono completate da uno schienale ergonomico che si protende leggermente verso il retro per offire maggior comfort di seduta insieme al poggiapiedi. Alla curvatura della scocca si contrappone la geometria della base d’appoggio. Alessandro ha anche testato il silenzioso e pratico meccanismo di alzata a gas.

sgabello-nemo

Gambe a slitta in acciaio e unica monoscocca in materiale plastico per lo sgabello Loop di Infiniti Design. Carlo si è lasciato avvolgere dalla sinuosa forma dello schienale che si prolunga fino a definire due comodi braccioli. Per il massimo dell’eleganza e della comodità questo sgabello è anche disponibile in pelle, ecopelle e in tessuto Kvadrat.

sgabello-loopQuale sarà la prossima categoria di arredi protagonista del nostro servizio fotografico? Per scoprirlo vi diamo appuntamento al prossimo articolo di “Quando i modelli siamo noi”.

Tavoli da pranzo per un ritrovo in grande stile

Pranzo e cena sono i momenti della giornata in cui la famiglia si riunisce e trascorre piacevoli attimi insieme. Durante una così importante occasione è fondamentale avere un tavolo da pranzo attorno al quale il nucleo familiare possa ritrovarsi. Dal momento che su questo arredo grava una così grande responsabilità è bene scegliere il tavolo giusto, quello che si abbina perfettamente allo stile della cucina o del soggiorno.
Nelle proposte di Cantori lo stile si lascia definire dai materiali e dalle forme e si declina in molteplici espressioni e possibilità.

Rappresentante dello stile rustico è il tavolo Cosimo: le gambe a cavalletto donando un aspetto retrò che si abbia perfettamente alla finitura del piano ad “effetto consumato”. La particolarità della struttura, il legno massello e le venature a vista donano al tavolo quel tocco naturale che caratterizza gli ambienti di ispirazione rustica che richiamano ad uno stile campagnolo, pur mantenendosi su livelli di grande eleganza. A definire lo stile contribuiscono gli altri arredi presenti nella sala da pranzo e la scelta di colori tenui e delicati.

tavolo-da-pranzo-cosimo

Tavolo da pranzo Cosimo in stile rustico

Donatello è invece la proposta per un tavolo da pranzo in stile classico. Il nome richiama ad un grande scultore italiano vissuto nel ’300 e caratterizza alla perfezione questo tavolo che sembra un’opera d’arte prodotta dalle mani di un esperto maestro. Le gambe in massello di rovere sono lavorate in una forma classicheggiante che esprime grande ricercatezza ed eleganza e sono laccate in una tonalità che dona luminosità e raffinatezza.
Il tavolo Donatello può diventare il grande protagonista di una sala da pranzo, l’arredo funzionale che ricrea un’atmosfera passata ma intramontabile.

tavolo-da-pranzo-donatello

Tavolo da pranzo Donatello in stile classico

Per un tavolo in stile moderno è Malaga a farsi avanti. Le quattro gambe d’appoggio sono realizzate in ferro e presentano un originale taglio inclinato che dal piano si assottiglia mano a mano fino al punto d’appoggio a terra. L’aspetto leggero e sottile si abbina ad una grande resistenza e solidità data dal materiale e da un piano in legno massello di rovere dogato. Il design di Malaga si presta a cucine e sale da pranzo di abitazioni giovani arredate con uno stile minimal e moderno in cui tuttavia non si vuole rinunciare alla calda presenza del legno e del ferro.

tavolo-da-pranzo-malaga

Tavolo da pranzo Malaga in stile moderno

Uno stile chic richiede invece materiali e forme che si fanno notare, proprio come quelli del tavolo Atlante. La particolare struttura sorregge con apparente leggerezza il piano e cattura tutti gli occhi a sè. Il metallo cromato crea inoltre giochi di riflessi ripresi dal piano realizzato in vetro trasparente. Atlante è un tavolo capace di distinguersi e farsi notare, interprete di uno stile raffinato, elegante e di grande charme.

tavolo-da-pranzo-atlante

Tavolo da pranzo Atlante in stile chic ed elegante

Per vedere gli altri tavoli da pranzo proposti dalla stessa azienda che ha realizzato queste soluzioni è possibile cliccare qui.
Per visualizzare invece altre proposte per la sala da pranzo è possibile cliccare qui.

Sedie di design in plastica, un must di Infiniti Design

L’impiego di materie plastiche nel campo dell’arredamento può essere fatto risalire intorno agli anni ’60. In questo periodo, parallelamente al legno e al metallo, viene sperimentato l’utilizzo di questo materiale per realizzare modelli di sedute che soddisfassero estetica, funzionalità e praticità.
La prima sedia in plastica è Selene, prodotta nel 1967 dal designer Vico Magistretti; a seguire vi sono state altre sedie che hanno segnato la storia come ad esempio la Panton Chair del designer Verner Panton, fino ad arrivare alle sedute in plastica colorata di Kartell.
Un’azienda che negli ultimi anni si è distinta nella produzione di sedie in plastica è Infiniti Design. I modelli proposti sono di design, ispirati dalla voglia di osare e di sorprendere con forme strane e colori accesi senza sottovalutare comodità e praticità d’utilizzo.

Sedie di design in plastica: FORME STRANE

Sedia di design in plastica Callita Chair

Callita Chair riesce ad attirare a sè tutti gli sguardi mostrando semplicemente la sua sinuosa e serpeggiante forma. Anche le gambe a razza sembrano seguire l’andamento curvilineo della monoscocca non poggiando completamente a terra.
Callita Chair ha un’unica scocca, ovvero seduta e schienale sono formati da un unico “pezzo” di materiale plastico, nello specifico poliuretano rigido. È proprio la plastica a permettere la realizzazione di una forma così particolare e robusta; la lavorazione a cui è sottoposta garantisce infatti massima tenuta e resistenza.

Anche le sedie mostrate qui sotto hanno una forma originale. Cookie ha un particolare taglio laterale che crea dei comodi braccioli, Glossy ha uno schienale curvato e Next traforato. La plastica è facilmente lavorabile e se trattata può assumere ogni forma desiderata.

Sedie di design in plastica: IMPILABILI

Sedia di design in plastica My Way

La plastica è resistente e duratura e la sedia My Way ne è l’esempio. Il polipropilene caricato in fibra di vetro trattato con una particolare lavorazione permette di produrre una sedia dalle ottime prestazioni tra cui l’impilabilità. La possibilità di riporre le sedie una sopra all’altra garantisce un notevole risparmio di spazio in casa. Quando le sedute non sono utilizzate si può decidere di impilarle in un angolo della stanza senza nessun rischio di danno o rottura.

La comodità di una sedia di design in plastica impilabile è ben espressa anche nelle immagini proposte qui di seguito. Le sedie Drop e Margot possono essere impilate fino ad un massimo di 6 modelli, Loop addirittura 7.

Sedie di design in plastica: COLORATE

Sedia di design in plastica colorata Fiorellina

Le materie plastiche risultano facilmente trattabili e colorabili a piacere ed è per questo che sono il modello di sedute disponibile nella più grande varietà di colori e tonalità.
La sedia Fiorellina è infatti realizzata in polipropilene bianco, rosso, giallo, sabbia e antracite, ma le sedie Drop, Pure Loop e Next offrono una più vasta gamma che tocca, per esempio, anche l’arancione, il verde e il viola.
La scelta di una sedia in plastica permette quindi di giocare con i colori e adattare facilmente la seduta all’ambiente in cui viene inserita per creare continuità visiva o macchie inaspettate.

Dopo aver visto queste immagini è facile capire come plastica e design possano andare molto d’accordo, sposandosi perfettamente con anche altre caratteristiche fondamentali: ergonomia, funzionalità, praticità, valori estetici.

Per scoprire tutte le sedie firmate Infiniti Design in vendita su ArredaClick cliccare qui.
Per scoprire tutte le sedie in plastica in vendita su ArredaClick cliccare qui.

Tavoli con struttura in metallo: 10 modelli per 10 stili

Il metallo in tutte le sue forme è un materiale tradizionalmente associato a resistenza, durevolezza e solidità: niente di meglio quindi che scegliere un tavolo con struttura in metallo. Stiamo parlando di uno degli arredi più sfruttati della casa, spesso utilizzato per molteplici funzioni ed in varie ore del giorno: a partire dalla colazione fino alla cena, passando per chi chi, per ragioni di spazio, usa il tavolo come piano di lavoro o fino a chi, con bambini e ragazzi in casa, lo vede destinato a compiti, merende, studio, disegni e opere d’arte in plastilina. In tutti questi casi il piano svolge un ruolo funzionale, per cui spesso si tende a scegliere un materiale pratico e facile da pulire. Per non rinunciare all’estetica puntate allora sulla struttura.
Il metallo consente la realizzazione di forme di ogni tipo, dalle più semplici e sottili alle più imponenti e scultoree. Vediamo allora la nostra scelta di 10 tavoli in metallo declinati in stili differenti.

Forme scultoree
A differenza del legno con il metallo è possibile creare strutture sottili e sagomate ma solide e resistenti, basta guardare Atlante per capire le potenzialità di questo materiale, in questo caso del ferro:Tavolo con struttura in metallo Atlante

Le curve al posto giusto
Tavolo da cucina dalle linee sinuose: se si pensa che il metallo sia solo per persone dai gusti rigorosi e maschili, Arturo smentisce del tutto questa convinzione proponendo un modello armonioso, leggero ed essenziale, dalle nuance delicate e dal look molto femminile.Tavolo con struttura in ferro Arturo

Il camaleontico
Ovvero: sembra legno ma non è. Ad una prima occhiata le gambe di Gustave potrebbero sembrare fatte di legno, in realtà è metallo effetto bronzo, qui abbinato ad un piano in noce canaletto.Tavolo con struttura in metallo bronzato Gustave

Mini architetture
Sembrano piccole struttura architettoniche le gambe in metallo laccato bianco di Logan. Piano in olmo dalle calde nuance e le caratteristiche fiammature in perfetta contrapposizione alla razionalità delle forme della struttura.Tavolo in metallo e legno Logan

Uno per tutti, tutti per uno
Tre gambe in ferro con finitura a bagno galvanica convergono al centro di un sottile piano rotondo in rovere laccato poro aperto bianco candido.Tavolo con struttura in ferro Milos

Meglio non prendersi troppo sul serio…
…la razionalità del metallo si sdrammatizza con colori d’accento e un piano naturale in pietra.Tavolo con gambe in metallo colorato Modulo

Classico incontra moderno ed è subito amore
Le forme sono quelle del tavolo classico, con gambe sagomate nella cosiddetta forma “a sciabola”. Le linee sono però stilizzate e ripulite dei fronzoli tipici del barocco, per un tavolo total white con gambe in alluminio laccato e piano dai profili scanalati come vuole la tradizione.Tavolo classico con gambe a sciabola in alluminio bianco Raffaello

L’industriale con il senso dell’ironia
Per industriale intendiamo lo stile che la fa da padrone nell’interior design contemporaneo. Le linee rigorose di questo elegante tavolo nascondono in realtà un piano in legno massello dai bordi piacevolmente irregolari, e gambe in metallo che ricordano delle putrelle ripiegate. Tocco inaspettato: una gamba guarda di qui, l’altra di là.Tavolo design con struttura in metallo Sigma

L’unione fa la forza
Si mimetizzano sotto uno strato di colore ma nascondono due anime ben differenti.
Le due strutture portanti di Threepeat sono infatti costituite da tre gambe, di cui due in metallo ed una in legno massiccio.Tavolo con struttura in metallo e legno massello Threepeat

L’icona
Il tavolo a gambe incrociate è ormai entrato nell’empireo del design. Le abbiamo viste colorate, dorate, cromate…ma che ne dite di questo travestimento raw design in perfetto industrial style? Questo è Big Table, di Bonaldo.Tavolo Big Table con struttura in acciiaio effetto ferro invecchiato