Un tavolo rotondo allungabile per tutti gli ambienti

Si acquista un tavolo rotondo perchè se ne ama l’estetica o perchè la disposizione dell’ambiente costringe a questa scelta; si acquista un tavolo allungabile perchè si prevede la necessità di spazio. Se queste caratteristiche coesistono le preferenze ricadono su un tavolo rotondo allungabile. Solo in questo modo si riesce ad ottenere il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.
Un tavolo rotondo è ideale in spazi dalle dimensioni quadrate o irregolari poichè riesce a sfruttare al meglio lo spazio, favorisce i passaggi e ne esalta il valore estetico. La forma rotonda favorisce il dialogo e riduce i litigi per sedersi a capotavola.
Salvo eccezioni, spesso un tavolo rotondo ha un basamento centrale che rende confortevole qualsiasi posizione e riduce il fastidioso volume e ingombro delle gambe, soprattutto nella versione allungata. Simile vantaggio per il piano che non presenta spigoli vivi, pericolosi o comunque scomodi.
Queste sono le principali caratteristiche comuni a tutti i tavoli rotondi allungabili ma vi sono tuttavia delle differenze sostanziali tra i vari modelli. Oltre a materiale, colore, stile e grandezza ciò che fa la differenza è il sistema d’apertura.
Un tavolo allungabile di solito è dotato di allunga posizionata al di sotto del piano o esterna all’intera struttura, provvista di apertura a libro, scorrevole o a rotazione

Eclipse è un tavolo rotondo allungabile bianco che assume una forma ovale una volta aperto nelle sue massime dimensioni. Per l’utilizzo, le due estremità del piano vengono allargate, si svela l’allunga nascosta sotto il piano, la si apre a libro e la si fissa. Tutto ciò è possibile grazie ad un sistema di apertura sincronizzata collaudato ed affidabile.
Eclipse è un elegante tavolo rotondo ideale in cucine o salotti dall’aspetto raffinato e moderno.

tavolo rotondo allungabile Eclipse

Differente sistema per il tavolo allungabile Giro il cui nome lascia forse intuire il meccanismo. È sufficiente ruotare il piano rotondo in senso orario per ampliare la superficie d’appoggio.
L’aspetto di Giro nella versione allungata è quello di un tavolo ricercato e di design. perfetto per salotti o soggiorni di classe.

tavolo rotondo allungabile Giro

È tuttavia il tavolo allungabile bicolore Flap a stupire per l’immediata apertura. Le allunghe sono posizionate ai fianchi del basamento centrale e fissate al piano, all’occasione vengono semplicemente alzate.
Flap trova la sua collocazione ideale in monolocali, terrazze o in ambienti contract. Gli accesi verde e rosa donano colore e carattere all’ambiente ma se si preferiscono nuance più sobrie si può optare per la tinta unita avorio o l’avorio abbinato all’alluminio.

tavolo rotondo allungabile Flap

Per  visulizzare altri modelli di tavolo rotondo allungabile vi lasciamo questa galleria di immagini.

Good Design Award 2014: tavolo Tracks di Bonaldo

Una bella notizia per iniziare l’anno alla grande.

Il tavolo allungabile di design Tracks di Bonaldo ha vinto il prestigioso premio Good Design Award 2014

tavolo-allungabile-design-tracks

Questo premio di design è riconosciuto a livello mondiale e viene assegnato ai prodotti che nel corso dell’anno si sono distinti per inventiva ed innovazione.
Tra le categorie di prodotti considerate vi è ovviamente anche l’arredamento e il prodotto eletto vincitore è stato il tavolo Tracks che il designer Alain Gilles ha realizzato per Bonaldo.

La giuria sarà forse stata colpita dal piacevole accostamento di vetro, legno e acciaio? Avrà forse apprezzato i 7 colori disponibili che decorano in modo discreto ma donano un forte carattere? Si sarà basata sulle ampie dimensioni smorzate da un’idea di leggerezza estetica? Sarà rimasta affascinata dal design ispirato ai binari ferroviari e dalle gambe a cavalletto?
Probabilmente tutte queste caratteristiche hanno contribuito a definire la loro scelta.
A noi non ci rimane che essere fieri di poter ospitare nel nostro ampio catalogo di tavoli allungabili un gioiello di design riconosciuto a livello mondiale.

Tavolo dal design industriale sì, ma con classe

Vi sarete accorti dell’imperversare dello stile industriale nell’arredo casa. Non me ne vogliate, ma (con mio enorme sollievo) l’epoca del dominio shabby chic è finalmente moderata ed equilibrata da linee essenziali, materiali invecchiati e rovinati dai toni naturali, legno e metallo accostati a ricreare mobili semplici e funzionali.
Esponenti d’eccezione sono i tavoli che sembrano prestarsi in maniera particolare ad essere declinati secondo le regole dell’industrial style, sarà per il richiamo ai banconi di lavoro, sarà perché spesso il tavolo è protagonista assoluto della zona giorno, definendone con forza il carattere.
Niente paura, per avere una casa di tendenza non dobbiamo improvvisamente trasformarci in esperti restauratori e archeologi industriali. Per fortuna c’è sempre chi, attento agli ultimi trend, è capace di rinnovare le proprie collezioni e reinterpretare gli stili dominanti secondo il proprio linguaggio formale. E’ il caso di Bonaldo.

L’avevamo già notato al Salone del Mobile 2014: Bonaldo ci ha accolti in uno stand di grande effetto, dalle luci soffuse, gli ampi spazi e l’atmosfera rilassata. Ogni ambiente era caratterizzato da uno studiato mix di morbidi tessuti e metalli colorati: un effetto accogliente e al tempo stesso estremamente elegante.
Tra gli arredi presentati, il tavolo allungabile Tracks: gambe a cavalletto in massello, piano in raffinato cristallo, meccanismo d’allunga in metallo.
Tutti gli ingredienti dello stile industriale con un twist moderno: ed è qui che risiede il valore del design, nella rivisitazione e nell’unione tra vecchio e moderno.

Tracks è un tavolo allungabile di design dallo stile industriale rivisitato.

Tracks è un tavolo allungabile di design dallo stile industriale rivisitato.

D’altronde, di fare un tavolo in metallo e legno son capaci tutti. Sono la rilettura dello stile e l’adeguamento alla casa contemporanea a fare la differenza.

I dettagli che fanno la differenza

Il piano in cristallo e i binari in metallo: il cristallo alleggerisce l’aspetto complessivo del tavolo donandogli un tocco di eleganza. Non solo: permette di vedere attraverso e di scoprire tutta la bellezza del legno massello e l’ingegnoso meccanismo di allunga dalla forma a binario…”tracks“, appunto.
L’uso del colore sdrammatizza l’accostamento cristallo-metallo.

Dettagli del meccanismo di allunga.

Dettagli del meccanismo di allunga.

Il colore: il meccanismo di allunga è realizzato in metallo laccato opaco in vari colori RAL e Pantone. Passi il look rigoroso tipico dello stile, ma questo non significa arredare una casa austera e fredda. Un tocco di colore è quello che ci vuole.

Il legno massello: di tempo per farlo invecchiare e dargli l’aspetto vissuto ce n’è in quantità. Il legno massello, come si suol dire, “dura una vita”.
La forma a cavalletto è quella tipica del banco da artigiano improvvisato, dell’architetto fantasioso e del pittore naive. La linea è però stilizzata e armonizzata, rendendo il supporto resistente ed in grado di sostenere il pesante top in cristallo. Tra noce canaletto e frassino spazzolato naturale e grigio si possono creare abbinamenti ad hoc con i colori laccati, capaci di arredare ambienti dagli stili completamente differenti.

Tavolo Tracks con binari in blu RAL 5002.

Tavolo Tracks con binari in blu RAL 5002.

Tracks con meccanismo di allunga in laccato giallo zafferano RAL 1003.

Tracks con meccanismo di allunga in laccato giallo zafferano RAL 1003.

Non dimentichiamo la funzionalità: il tavolo si può allungare fino ad oltre 3 metri di lunghezza.

Siamo sicuri che questo modello sarà il prossimo candidato al Red Dot Design Award, di cui Bonaldo si è già aggiudicato il “Best of the Best” con il celebre Welded.
Guarda caso, un altro tavolo.

Tavoli & Design, una lunga storia d’amore e di premi

Tavoli e design: una lunga storia d’amore fatta di forme antiche e nuove, contaminazioni, rivisitazioni, stilizzazioni e trasformazioni…e naturalmente di riconoscimenti e premi.
Dai materiali più tradizionali a quelli più innovativi, passando per linee classiche e contemporanee, il tavolo rimane uno dei protagonisti assoluti della casa: si potrebbe quasi dire che non c’è casa senza tavolo.
Indispensabile mobile sopra cui si pranza, si legge, si lavora e si studia, si prepara la cena, si mettono centrotavola e vasi di fiori…il tavolo è il mobile multifunzionale per eccellenza attorno al quale gravitano diversi momenti della giornata e varie necessità quotidiane. Ed è anche elemento estetico: in particolar modo in soggiorno, i tavoli abbelliscono e donano carattere alla stanza.

Come tutti gli altri tavoli, anche quelli di design devono riunire tutti questi requisiti, in particolare:
- multifunzionalità: requisito quasi indispensabile per essere un buon arredo, specialmente in un’epoca in cui le misure della casa vanno diminuendo ed il bisogno di arredi intelligenti e versatile si fa sempre più forte.
- innovazione: che può coinvolgere materiali, procedure costruttive, modalità di apertura, possibilità di riciclo…
- estetica: non c’è bisogno di dirlo, l’occhio vuole la sua parte. Naturalmente il fattore estetico è influenzato dallo stile e dalle mode del momento, ma una cosa è certa, quando un tavolo è un vero campione il suo stile è anche capace di resistere a tutte le mode.
Un esempio fra tutti: il Saarinen opera dell’omonimo designer.


Negli ultimi anni, complice l’ondata minimalista e lo stile industriale, a dettare legge sono i tavoli scultura come Octa, Big Table e Still tutti di Bonaldo e tutti vincitori del Good Design Award (il primo nel 2013, il secondo nel 2009, il terzo nel 2012). Di Bonaldo è anche Welded, che nel 2013 vince il prestigioso Red Dot Design Award nella categoria Best of the Best.

Le stesse linee pure le troviamo in Otto di Miniforms, disegnato dalla giovane promessa Paolo Cappello e che l’anno scorso ha vinto il Young&Design. Il premio è assegnato dall’ADI, Associazione per il disegno Industriale.
In questo caso siamo certi che oltre al design innovativo della struttura, a giocare un ruolo fondamentale siano stati i materiali selezionati, completamente riciclabili, ed i criteri di costruzione impiegati, ecosostenibili.

Il 2013 vede anche la vittoria di Mat di Infiniti Design, azienda che nonostante la giovane età è già riuscita ad aggiudicarsi il premio Good Design Award assegnato dal Chicago Athenaeum Museum of Architecture and Design in collaborazione con lo European Centre for Architecture, Art, Design and Urban Studies.
I prodotti vengono giudicati in base a quei criteri di cui parlavamo all’inizio e che includono: la carica innovativa, forma, materiali, costruzione, concept, funzione, utilità e sostenibilità, oltre che l’estetica. I premiati vengono esposti in maniera permanente all’interno del Chicago Athenaeum.
Mat nasce dall’idea di Piervittorio Prevedello, già insignito del Good Design nel 2004 per il divano Pierrot di Bonaldo.

Mat di Infiniti

Mat di Infiniti

Noi l’abbiamo visto dal vivo e l’abbiamo fotografato qui nel nostro studio. La nostra impressione è quella di un tavolo che, nonostante i materiali con cui è realizzato (alluminio per la struttura e il piano, disponibile anche in vetro, newpann ed ecomalta), comunica un senso di estrema leggerezza formale senza però risultare freddo e impersonale.

Tavolo design Mat di Infiniti

Tavolo design Mat di Infiniti

Ed ecco la versione in pieno spirito ArredaClick, con i nostri modelli, membri dello Staff.

Mat di Infiniti con i nostri modelli

Mat di Infiniti con i nostri modelli

Istituito nel 1950 a Chicago, il premio GOOD DESIGN è uno dei più antichi riconoscimenti per quanto riguarda l’eccellenza industriale. Good Design valuta i prodotti maggiormente innovativi esaminando articoli ideati tra Europa, Asia, Africa, Nord e Sud America.

Una cartolina dalla Germania

È talmente bello e funzionale nella sua purezza ed essenzialità che non potevano che innamorarsene subito: è il tavolo allungabile Kronos.
Poche settimane di vita ed è già partito per la Germania! La sua proprietaria ci ha inviato delle foto per dimostrarci che è giunto sano e salvo, che si dichiara soddisfatto del viaggio ed è pronto ad accogliere anche 8 persone!
D’altronde se sei un tavolo allungabile devi essere pronto a raccogliere tutte le sfide della vita quotidiana…La nostra gentilissima cliente tedesca ha davvero interpretato bene lo stile contemporaneo di questo tavolo, accompagnandolo con sedie dal design minimalista che strizzano l’occhio agli anni ’70.
Kronos è disponibile in tantissime varianti. C’è fisso o allungabile, in varie larghezze e lunghezze, con diversi modelli di gambe e numerosissimi colori e materiali. La scelta della cliente è caduta su un sobrio tavolo in vetro extralight bianco, con gambe in alluminio spazzolato. Moderno ed elegante!Menzione d’onore al dettaglio della struttura in alluminio spazzolato. Queste sono le foto che apprezziamo in modo particolare: prima di tutto perché mostrano dettagli che spesso vengono ignorati in fase di shooting fotografico e secondariamente perché, non mi stanco di ripeterlo, sono i dettagli che fanno la differenza. Soprattutto nel caso di tavoli allungabili è necessario scegliere un prodotto di qualità, anche per evitare brutte sorprese dopo qualche utilizzo del meccanismo di allunga.

Danke Schön alla nostra cliente tedesca e speriamo che lei, insieme alla nostra cliente francese di qualche settimana fa, sia uno stimolo per tutti: mandateci le foto dei prodotti che avete acquistato o acquisterete, non vediamo l’ora di vederli e vi promettiamo che ne faremo buon uso :)

Tavoli allungabili? Chiedetelo a Google!

Per chi come noi di ArredaClick lavora con Internet è indispensabile fare i conti con i motori di ricerca.
Fin dagli albori del Web è apparsa chiara la necessità di fornire agli utenti uno strumento che li aiutasse ad orientarsi tra le miliardi di pagine esistenti.
I Motori di Ricerca risolsero brillantemente questo problema: si impegnarono a setacciare il Web e restituire agli utenti delle pagine che contenessero esattamente ciò che stavano cercando.
Google (che si è oggi affermato come motore di ricerca più utilizzato su scala mondiale) e gli altri search engines hanno come obbiettivo quello di fornire delle risposte che soddisfino l’utente che, se soddisfatto, tornerà ad utilizzare lo stesso motore per le sue ricerche future.
GoogleNon è dato conoscere con quale criterio Google & Co. scelgano i siti, sappiamo che lo fanno attraverso un complicato algoritmo di cui nessuno, se non i motori stessi, conosce le costanti. Ciò di cui siamo certi è la volontà di servire l’utente che a loro si rivolge, restituendo una serie di siti che siano inerenti, sicuri, affidabili e navigabili.
È proprio questo ad aver reso Google il sito più visitato al mondo: l’aver servito in modo eccellente quanti si rivolgevano a lui. Ed è per questo che ArredaClick può fermarsi un secondo davanti alla risposta che Google dà nel momento in cui gli si chiedono informazioni riguardo i “tavoli allungabili”, risponde senza esitazione (impiega appena 0,23 secondi) :”ArredaClick!”
Siamo infatti il primo risultato proposto agli utenti di lingua italiana che stiano cercando dei tavoli allungabili rivolgendosi al più grande motore di ricerca mondiale.
Tavoli Allungabili su ArredaClick - Pagina DedicataDi cosa abbiamo fatto per far sì che Google ci concedesse questa prestigiosa posizione, siamo sicuri: la qualità delle pagine web dedicate ai tavoli, ma ancor prima la passione delle persone che a tali pagine lavorano! Ogni pagina è infatti curata da una squadra giovane ed appassionata di arredamento ed è frutto di un accorato lavoro di squadra che coniuga l’esperienza nell’arredamento alle più recenti tecnologie disponibili.