Un angolo lettura in casa: il lusso di uno spazio dedicato

Ricavare un angolo lettura in casa è per molti un’operazione che ha il sapore della conquista e del lusso: uno spazio dedicato al relax, al silenzio, al distacco dal resto del mondo.
Cosa serve per realizzare l’angolo lettura perfetto? Pochi mobili ma essenziali.
La spesa non è eccessiva e il risultato può essere davvero soddisfacente. Ecco i must have:
- poltrona
- lampada da terra
- tavolino da salotto

Janet

Janet

Ma facciamo un passo indietro: dove posizionare il nostro piccolo angolo di paradiso? Serve una zona della casa tranquilla, appartata e non di passaggio.
Può essere un corner del soggiorno o del salotto distaccato dall’area tv e dall’area pranzo; oppure uno spazio in camera da letto, per eccellenza la stanza più tranquilla e meno frequentata della casa. Se poi avete uno studio siete a cavallo!
Idealmente la zona del soggiorno dedicata alla libreria, meglio ancora se ad angolo, rappresenta il “triangolo perfetto” in cui inserire il set poltrona-tavolino-illuminazione. Ciliegina sulla torta è un bel tappeto da definire come “zona a traffico limitato” per mariti, mogli, partners, bambini. Che ve ne pare?

Swing

Swing

La poltrona da lettura: accogliente, comoda, ergonomica
La poltrona coi braccioli è una naturale assistente alla lettura, sostiene le braccia e permette così di tenere il libro all’altezza desiderata senza incorrere in formicolii e paralisi temporanee. Meglio ancora se i braccioli sono modellati ed ergonomici, così da aiutarci a mantenere una posizione comoda e rilassante.
L’ideale è una poltrona con schienale alto e avvolgente per accogliere e sostenere schiena, collo e testa. Per lunghe sedute di lettura, di quelle che la notte non ha abbastanza ore, è necessario avere una seduta pratica e accogliente, in grado di favorire il cambio di posizione e all’occorrenza cullarci in un sonno profondo. Perfetta quindi una poltrona con pouf come Janet o con seduta allungabile come Attitude. Lo schienale alto di Bella è un altro ottimo esempio di sostegno ideale.

Bella

Bella

L’illuminazione: una lampada per la lettura serale o per quando fuori piove
Sarebbe perfetto collocare l’angolo lettura vicino ad una fonte di luce naturale, ma quando ciò non è possibile è necessario optare per la luce artificiale. Si può scegliere una lampada da tavolo o da terra, con braccio fisso o orientabile. La luce, meglio se calda per non stancare troppo gli occhi, deve illuminare il libro e deve provenire da sopra. Non deve essere forte ma nemmeno troppo fioca, quindi consigliamo l’uso di lampade in cui la lampadina non sia schermata da paralumi coprenti. L’obiettivo non è creare atmosfera ma illuminare le pagine.

Il tavolino
Semplice ma efficace, il tavolino da salotto va posizionato a fianco della poltrona per appoggiarvi all’occorrenza libro, riviste, occhiali da vista, un drink o qualche snack, sempre ottimi compagni di lettura. Se si opta per una lampada da tavolo questa sarà la sua collocazione. Se si desiderassero più punti di appoggio una soluzione perfetta è quella di unire più tavolini, anche di forme e altezze diverse. Il non plus ultra è l’originale Ideo con due piani di appoggio e il portariviste integrato.

Icaro

Icaro

Ideo

Ideo

L’angolo lettura in casa diventa per il lettore accanito un piccolo eremo domestico, ritiro spirituale in cui chiudersi ed estraniarsi. Anche a questo serve la lettura: a staccare la spina, a riposarsi, a fantasticare, a viaggiare con la mente lontani dal trantran quotidiano. Tra gli arredi elencati finora il più importante per assicurarsi una lettura piacevole (oltre al libro stesso!) è sicuramente la poltrona. Una seduta scomoda può davvero rovinarvi questo momento speciale. Per darvi qualche idea in più vi lascio con una piccola gallery di foto di poltrone ideali per la lettura.

Arredamento in stile nordico. Parte 1: idee soggiorno.

Avevo già parlato in questo articolo del fatidico momento in cui, sfogliando una rivista di arredamento, ci troviamo a pensare “Lo voglio uguale!”.

Oggi stavo cercando ispirazione per un post dedicato all’arredamento in stile nordico e ho trovato la soluzione in uno dei blog ospitati dal network BlogArredamento di cui facciamo parte. L’architetto autrice di Brigi Co.De. House ci accompagna in un tour all’interno di una casa svedese estremamente attuale ed estremamente reale: metrature normali, segni di vita vissuta come non capita spesso di vedere sulle riviste (vedi i cavi del televisore sotto al mobile soggiorno) e tutte le affascinanti caratteristiche che tanto colpiscono l’immaginazione degli ammiratori dell’arredamento nordico moderno. Qui sotto trovate la galleria di foto presa in prestito da Brigi Co.De.House, seguita dalle nostre idee per copiare lo stile proposto.


Come spesso accade l’arredamento nordico prende ispirazione da ciò che si trova fuori di casa. Provate a chiudere gli occhi e pensate alla Svezia, alla Norvegia, alla Finlandia: scommettiamo che la prima immagine che vi viene in mente è quella di un bosco innevato?
Ecco: il legno degli alberi, il bianco della neve, il grigio del cielo, il blu profondo dei laghi ghiacciati. Per la vostra casa scandinavian style partite da qui, shakerate e aggiungete un po’ di colore a piacere.

Per il nostro mix soggiorno nordico abbiamo scelto il divano Lizard, morbido e comodo, in tessuto e con piedini alti in legno.
Completa la zona living una parete attrezzata componibile a piacere, da costruire pezzo per pezzo fino ad ottenere ciò che fa per voi. All’ingresso o come credenza in soggiorno abbiamo scelto Pretty.
Nell’area pranzo del soggiorno troviamo tutta la naturale bellezza del legno di rovere del tavolo…Natura!

Divano Lizard in piuma

Divano Lizard in piuma

Mobili soggiorno in legno Plan

Mobili soggiorno in legno Plan

Credenza Pretty

Credenza Pretty

Tavolo in stile nordico Natura

Tavolo in stile nordico Natura

Cerchiamo di riassumere in poche parole le caratteristiche dello stile nordico.
- una casa bianca è una casa luminosa che vive di luce propria. Non dimentichiamoci che i paesi nordici vivono lunghi momenti dell’anno in oscurità. Bianco e colore servono a esaltare la luce artificiale e trasmettere un po’ di allegria. La regola vale sia per le pareti che per mobili e complementi. Il bianco e il colore sono spesso abbinati al legno, come vedremo nel prossimo punto;
- materiali naturali: mobili in legno, meglio se grezzo, dettagli in ferro o metallo, sedie a dondolo tradizionali o poltroncine per veranda in rattan. La matericità e il contatto con la natura sono fondamentali nella cultura nordica. E poi si sa, il legno scalda gli ambienti e dona alla casa quello splendido senso di accoglienza che è tanto tipico delle case nordiche. Freddo fuori, il massimo del comfort dentro.
- tessili e tappeti: chi più ne ha più ne metta. Trattengono il calore, danno quel tocco di colore e permettono di spostarsi a piedi nudi per tutta la casa!
- praticità: l’arredamento in stile nordico è lontano anni luce da ciò che, soprattutto in Italia, siamo abituati a vedere sulle riviste. Niente patinatura e perfezione irrealistica, ma tanta praticità e tanta voglia di vivere la propria casa con spontaneità e con una buona dose di spirito giocoso. Sì, compresi i bambini che la domenica mattina saltano sul lettone e il cane che, appena si abbassa la guardia, assalta il divano ;)

Nella prossima puntata “Arredamento in stile nordico. Parte 2: idee camera da letto”. Stay tuned!

Librerie free-standing: 29 foto per 3 caratteristiche

Il mondo delle librerie nasconde al suo interno numerosi modelli. Vi ho parlato di librerie a parete, bifacciali, girevoli e componibili, non potevo non citare le librerie free-standing.
Possono essere posizionate contro la parete o a centro stanza, possono essere utilizzate come elementi divisori, possono essere utilizzate da entrambi i lati. Tre caratteristiche che si possono declinare in un’infinità di forme, colori e materiali.

librerie-free-standing-chiave-di-voltaChiave di Volta è una libreria free-standing perfetta per soggiorni moderni e minimalisti. Il design è semplice ma la forma è originale e accattivante. La curvatura appena accennata dei ripiani è stata d’ispirazione per il nome e in più è un leggero dettaglio che la rende unica nel suo genere. Dato il suo aspetto leggero e dinamico può essere utilizzata anche come elemento divisorio tra due ambienti. Scelta in metallo laccato bianco questa libreria riesce ad essere un arredo utile che si abbina in modo poco invasivo all’ambiente; in nero invece esprime il massimo della sua eleganza.

Una libreria free-standing può tuttavia avere una forma totalmente diversa ed essere una sorta di colonna, come nel caso di Buzz.

librerie-free-standing-buzzUna sottile base a terra supporta un’alta colonna con ripiani disposti a “zig zag” che creano una sensazione di movimento. Grazie al suo sviluppo verticale occupa poco spazio e può essere posizionata anche in luoghi che altrimenti sarebbero rimasti inutilizzati: l’angolo del soggiorno tra il divano e il muro, lo spazio in camera da letto da scrivania e letto o addirittura in cucina per riporre i libri di ricette. E’ realizzata in lamiera d’acciaio tagliata a laser e piegata in bianco, nero o nella particolare finitura con effetto ruggine.

Mantenendo costanti le tre caratteristiche base si possono creare complementi d’arredo quasi infiniti. Ecco una gallery di immagini di librerie free-standing con numerosi modelli differenti per avere ispirazioni per arredare la vostra casa.

I vantaggi di avere un porta tv con ruote

Di mobili porta tv ve ne ho già parlato molto in questo ultimo mese ma ancora non vi ho mostrato i porta tv con ruote e di certo non potevo tralasciare questo modello.
Le ruote sono collocate al di sotto della base e oltre a sostenere la struttura rendono il porta tv facilmente movibile e spostabile. I vantaggi possono sembrare scontati e spesso sono sottovalutati. Riuscite ad immaginarli? Ve ne suggeriscono alcuni: poter spostare il televisore per pulire il pavimento, trasportalo all’occorrenza da una stanza all’altra, posizionarlo in diversi angoli del salotto o del soggiorno per far spazio agli ospiti.

Quando la praticità di questi mobili si unisce all’alta tecnologia, al design e alla cura dei dettagli si ottiene Tray.

porta-tv-con-ruote-tray

Tray di Spectral è realizzato in vetro in oltre 2000 colorazioni, facilmente abbinabile alle nuance già presenti nell’ambiente, dal colore del tappeto a quello delle tende, dal tavolo al vaso di fiori. Il vetro inoltre è prodotto con una lavorazione antigraffio, facile da pulire e molto brillante. La struttura è semplice: una colonna centrale che sostiene il televisore e che poggia su di una base rettangolare con ruote. Il tutto è completato da una piccola mensola per appoggiare decoder, dvd, playstation o telecomando. La colonna è completa di passacavi con retro removibile e apertura anche laterale in modo da sistemare con facilità i cavi che rimarranno nascosti dalla vista e non ingombreranno il passaggio. Tray può inoltre essere equipaggiato con adattatori per i più diversi proiettori audio che migliorano la produzione dei suoni.
Non a caso, il motto di questa azienda è: “Spectral: rende invisibile la tecnologia”.

Di porta tv simili a Tray ne esistono molti, vi lascio una gallery di immagini per aiutarvi a scegliere il vostro modello preferito.
Guardare il televisore sarà un doppio piacere: relax e divertimento con i programmi preferiti e praticità e funzionalità con un porta tv su ruote.

 

Le insolite forme delle librerie a parete

Il mondo delle librerie racchiude numerosissimi modelli diversi. Le librerie a parete sono forse l’idea più classica che abbiamo, quello che subito ci viene in mente quando pensiamo a questo arredo.
Librerie fissate o semplicemente appoggiate ad una parete di casa. Dotate di schienale che aiuta a non sporcare o graffiare il muro oppure semplice struttura laterale che lascia intravedere il colore delle pareti.
Vi voglio però mostrare come queste idee possono essere modificate senza stravolgere i concetti che stanno alla base di questi arredi.

libreria-a-parete-piquant

Questa è la libreria Piquant e sono pronta a scommettere che nessuno di voi ha pensato ad una forma simile quando ha letto “librerie a parete”.
Abbandoniamo l’idea di grossi mobili squadrati con ripiani di ugual grandezza posizionati in modo regolare e simmetrico e concentriamoci su forme moderne e insolite.

Piquant ha una particolare struttura composta da contenitori di forma e dimensioni diverse disposti in modo quasi casuale e asimmetrico. Numerosi vani a giorno si alternano a vani con ante scorrevoli. I colori tenui ed eleganti non sono lasciati al caso perchè ogni libreria è personalizzabile a piacere scegliendo la nuance della struttura e delle singole ante. Si possono combinare bianco, grafite, gray e noce e creare un complemento unico ed originale. Piquant è perfetta in ambienti giovani per dare un insolito tocco alla parete. In più i libri più preziosi o a cui siamo particolarmente affezionati possono essere nascosti dalla vista e da mani indiscrete.

Come per molti altri arredi, la scelta di una libreria a parete tocca il gusto personale, gli spazi a disposizione, lo stile dell’ambiente e i colori predominanti. In questa gallery vi lascio foto ispirazione e spunti per il vostro soggiorno. Le forme irregolari e inconsuete di alcune librerie non vi deluderanno.

Porta tv a parete per televisori tecnologici

Il televisore è diventato una tecnologia presente oramai in tutte le case. I progressi compiuti ci stanno abituando a schermi sempre più sottili, ad ingombri minimi e ad un peso minore e allora perchè avere mobili porta tv imponenti ed ingombranti? Via libera ai porta tv a parete.
Sono per lo più pannelli sospesi che vengono fissati in modo sicuro alla parete e ai quali viene agganciato il televisore vero e proprio. Permettono di risparmiare spazio, di eliminare dalla vista gli antiestetici cavi e spesso offrono ulteriori piani d’appoggio che non guastano mai.

porta-tv-a-parete-ghost

Ghost è un porta tv a parete con mensole laterali ad uso libreria o posa oggetti e vano inferiore per il decoder. E’ realizzato in laccato opaco in 6 colori differenti e ha uno spessore di soli 1,9 cm e una portata massima di 50 Kg. Grazie ad una barra porta tv universale, tutti i televisori piatti che hanno un peso inferiore a quello massimo possono essere comodamente fissati a Ghost, dotato anche di passacavi centrale. Ancora non è tutto, l’apparente design lineare e semplice nasconde un retro attrezzato con vani porta cd e dvd o ad uso bar, facilmente aprible grazie al movimento girevole del pannello che rimane fissato esclusivamente su di un lato.

Ecco una lunga gallery di immagini di porta tv a parete. Rotondi, rettangolari e perfino una grande faccia con orecchie; pannelli lisci o con ripiani; a sviluppo verticale od orizzontale. Ce n’è per tutti i gusti e stili.

Personalizzare la parete con le librerie componibili

L’arredamento della casa deve rispettare i gusti e il carattere di chi la abita e per fare questo serve personalizzazione. E’ proprio questa una delle parole chiave di tutti gli arredi presenti su ArredaClick.com: massima libertà di scelta per creare complementi e arredi unici e perfetti per ciascuno.
Le librerie componibili sono soluzioni che lasciano libero sfogo alla fantasia nel rispetto degli spazi disponibili. Permettono di realizzare librerie “su misura” scegliendo dimensioni, materiali e colori o combinando elementi singoli.

Le classiche librerie hanno ripiani orizzontali e verticali in cui poter disporre in modo ordinato libri e riviste ma chi vuole un complemento davvero originale non può non conoscere Arigatò di Infiniti Design.
Si tratta di elementi modulari di dimensioni quadrate con ripiani interni disposti in modo asimmetrico e non convenzionale.

librerie-componibili-arigatò

Libreria Arigatò. Moduli bianchi e rossi posizionati in verticale.

libreria-componibile-arigatò

Libreria Arigatò. Moduli bianchi e neri posizionati in orizzontale.

Disponibile in tre colori, bianco, nero e rosso, ha un design originale di forte impatto visivo. Il gusto personale e la creatività non hanno freni nella creazione di composizioni lineari o irregolari pressochè infinite, in più con Arigatò ci si può divertire con accostamenti di colore e giochi di forme.
La sua unicità è espressa anche dal nome con chiari richiami agli ideogrammi orientali.

Le librerie componibili si adattano a qualsiasi tipologia d’ambiente: possono diventare una sorta di “parete attrezzata” in salotto, un ripiano per i libri di ricette in cucina, un utile piano d’appoggio in camera da letto e persino in bagno.
Possono addirittura essere portate fuori casa… e una libreria può essere portata solo in libreria!

librerie-componibili-ragazzo-arigatò

Ecco una gallery di immagini di librerie componibili. Quelle mostrate sono solo alcune delle soluzioni possibili da cui poter prendere spunto per creare la propria libreria personalizzata.

Fare ordine in soggiorno con le credenze sospese

Che le credenze si usano ancora lo abbiamo già appurato in questo articolo; quello che ancora non abbiamo sottolineato è la divisione in credenze in appoggio a terra e sospese. Oggi è la volta delle credenze sospese che, come il nome stesso dice, vengono fissate a parete senza alcun tipo di supporto a terra.

Aly-Wood di Bontempi è una credenza realizzata in legno laccato lucido spazzolato in tre colori neutri ed eleganti, perfetti per qualsiasi tipo di abitazione.

credenze-sospese-aly-wood

Disponibile nel modello con ante o con ante e cassetti, ha un design semplice e lineare. Il top è leggermente sagomato e inclinato in corrispondenza della parte alta dei frontali; caratteristica che un occhio attento riesce a percepire e che addolcisce leggermente la forma. Un meccanismo a spinta push-pull facilita l’apertura di ante e cassetti che nascondono al loro interno ripiani in cristallo trasparente.

Per chi vuole allontanarsi dal legno e preferisce un materiale diverso, è disponibile la credenza in cristallo Aly-Glass. Stessi colori e dimensioni, unica differenza è il top in cristallo perfettamente lineare e non leggermente inclinato.
Entrambi i modelli hanno linee semplici e pulite, ideali in ambienti moderni.

credenze-sospese-aly-glass

Fissando una credenza ad una parete del soggiorno si potrà avere sempre a portata di mano stoviglie e altri piccoli oggetti. L’elevata capienza di questi mobili aiuta a mantenere la stanza in perfetto ordine, pronti anche per le visite inaspettate di parenti e amici. Eleganza e funzionalità si uniscono ancora una volta.

In questa gallery di immagini alcune credenze sospese capaci di soddisfare ogni esigenza di gusto e spazio.

Porta tv girevoli e orientabili

Avere porta tv girevoli ed orientabili in salotto è la soluzione perfetta per guardare il proprio programma preferito da qualsiasi angolazione.
Se la casa è un grande open space o ha un unico ambiente che accoglie da una parte la cucina con tavolo e sedie e dall’altra il divano, un porta tv che permette di essere girato secondo le necessità del momento è ideale.
Immaginate di avere Moxo di Miniforms in casa, potete orientarlo a piacere a seconda che vi troviate comodamente seduti sul divano, attorno al tavolo durante i pasti o in piedi al piano di lavoro della cucina.

porta-tv-girevole-moxoMoxo ha una struttura a cornice in vetro curvato, disponibile in rosso, nero o bianco extrachiaro. Ha linee sinuose e asimmetriche ed è dotato di una pratica mensola per riporre decoder, lettore dvd o più semplicemente il telecomando. Una sottile base rettangolare e un piedistallo sorreggono l’intera struttura girevole a 360°, in grado di permettere una corretta fruizione del televisore da qualsiasi posizione e angolazione. Con semplici e pratiche mosse guardare la tv diventerà ancora più comodo e rilassante.
Moxo è dotato anche di un passacavi posteriore interno al piedistallo che nasconde visivamente gli antiestetici fili, raccogliendoli ordinatamente in un unico posto per evitare di inciampare.
Il design semplice ma funzionale rende questo porta tv perfetto sia in un soggiorno moderno e giovanile sia in uno più classico e sobrio.

Il mondo dei porta tv girevoli però non si limita a modelli simili a Moxo. Si può infatti scegliere un porta tv apparentemente a parete che in realtà è dotato di movimento, oppure un porta tv con struttura verticale che ospita anche cassetti, ulteriori ripiani o vani nascosti. La versione bifacciale girevole permette una maggiore libertà di movimento ma per scegliere quello perfetto bisogna conoscere i modelli disponibili. Ecco una gallery di immagini per aiutarvi nella scelta.

Perchè avere librerie girevoli? Ce lo dicono le foto

Un lettore saltuario o chi si limita a sfogliare il quotidiano al bar davanti a cappuccio e briosche forse non riesce a capire l’utilità di avere una libreria in casa. Al contrario un appassionato di lettura e divoratore di libri non ne potrà fare a meno.
Spesso a sentire nominare la parola “libreria” balena in mente l’idea di un imponente mobile che occupa un’intera parete della stanza e che oltre ai libri ospita un alto strato di polvere. Non è sempre così. Esistono soluzioni che uniscono il piacere della lettura all’arredamento originale e contemporaneo come le librerie girevoli.
Questi modelli occupano poco spazio poichè hanno uno sviluppo verticale e in più aiutano ad arredare con forme diverse e fantasiose angoli della casa che altrimenti rimarrebbero inutilizzati.

Rubik ne è l’esempio:

librerie-girevoli-rubik

Rubik ha una struttura alta e slanciata formata da una serie di cubi impilati uno sopra l’altro. Ogni singolo cubo è rotante e posizionabile a piacere, in più la loro posizione leggermente inclinata crea un “effetto movimentato” nell’intera struttura. La possibilità di girare questi vani permette di donare alla libreria la forma irregolare che più si preferisce. L’irregolarità della forma si unisce alla stabilità della struttura.
I 28 colori opachi in cui è disponibile non lasciano scampo neanche alla scusa del “non si abbina bene con il resto dell’arredamento della mia casa”.

Scommetto che dopo aver visto quest’immagine anche i più allergici alla lettura vorrebbero una libreria girevole nel proprio soggiorno o salotto. In più, se proprio la vogliamo dire tutta, sui ripiani di queste librerie non si è costretti a riporre solamente libri ma si può dare libero sfogo alla fantasia e alternare libri e soprammobili.

Immaginate di essere comodamente seduti sul divano e di aver bisogno di qualche oggetto o semplicemente di voler passare il vostro tempo leggendo un buon libro. Cosa fate? Semplice: vi allungate verso la libreria girevole che avete posizionato vicino al divano, la girate, prendete l’oggetto o scegliete il libro…ed il gioco è fatto.

Se io e Rubik non siamo riusciti a convincervi forse ci riuscirà questa gallery di immagini di librerie girevoli.