Classici del design: #8 poltrona a pozzetto

Poltrona a pozzetto: probabilmente molti non ne conoscono il nome ma di sicuro la forma richiama alla mente qualcosa di noto. Annoverata tra i “classici del design” e presente da tempo tra le innumerevoli proposte d’arredamento, la poltrona a pozzetto ha una forma arrotondata e curva e assicura una seduta comoda ed accogliente.
Utilizzata in passato nei salotti di case classiche, ora viene per lo più impiegata come poltrona per sale d’attesa ed ingressi.

Le foto di poltrone a pozzetto che vi sto per mostrare possono essere considerate delle rivisitazioni. Quando un arredo “fa la storia” le reinterpretazioni si sprecano e si cerca di “dare nuova vita” ad un arredo adattandolo a gusti e tendenze del momento.
Nonostante il sostanziale cambio di look e l’utilizzo di materiali moderni, le caratteristiche distintive della poltrona a pozzetto rimangono intatte: schienale e seduta arrotondati, forme avvolgenti, grande comodità.

Poltrona a pozzetto “classica”

Poltrona a pozzetto Free

Poltroncina a pozzetto Free, disponibile in tessuto od ecopelle in numerosi colori.

Un’unica struttura arrotondata definisce la base d’appoggio a terra, lo schienale e anche i braccioli. Dettaglio di nota sono proprio i braccioli che terminano con un accenno di “virgola” che sporge leggermente verso l’esterno. Il piano di seduta completa la poltroncina in modo discreto ed essenziale.

Poltrona a pozzetto “colorata”

Poltrona a pozzetto Mandy

Poltroncina a pozzetto Mandy con piedini a vista in legno o diamantati.

L’ampia gamma di rivestimenti disponibili a campionario fa di questa poltroncina l’arredo ideale per qualsiasi ambiente. La classica forma a pozzetto è qui proposta in tessuto sfoderabile, completata da piedini classici in legno o moderni diamantanti ma può essere realizzata anche in ecopelle e pelle.

Poltrona a pozzetto girevole

Poltrona a pozzetto girevole Cherry

Poltrona a pozzetto Cherry con struttura girevole e forme avvolgenti.

Con Cherry la rivisitazione di questo classico del design inizia a farsi notare. Un basso e discreto basamento in metallo cromato sostiene una seduta circolare con schienale arrotondato. La classica forma a pozzetto ha subito uno stravolgimento di look e si rivela perfetta anche per un elegante salotto.

Poltrona a pozzetto in plastica

Il policarbonato è il protagonista di queste tre poltroncine. Questo materiale plastico, non tossico, dall’effetto trasparente, è molto resistente e praticamente infrangibile. Qualcuno potrebbe considerare un azzardo definire queste poltroncine come poltrone a pozzetto ma difficile negare che in tutte e tre sono presenti le caratteristiche più distintive di questo classico dell’arredo.

Poltrona a pozzetto di design

Poltrona a pozzetto Joe Colombo di Kartell

Poltrona a pozzetto Joe Colombo di design, dall’aspetto moderno.

Probabilmente Joe Colombo, uno dei più grandi maestri del design Made in Italy, non aveva certo intenzione di progettare una poltroncina a pozzetto quando ha ideato la poltrona 4801, tuttavia in questa occasione possiamo considerarla una rivisitazione moderna e di design. Interamente realizzata in polimetilmetacrilato nero, bianco o trasparente, propone un incastro di elementi che definiscono una struttura curva ed arrotondata. Questa sedia si fa notare per le forme sinuose, i braccioli ricavati dalla struttura e l’ampia seduta.

Tutti questi modelli di poltrona possono arredare con gusto ed eleganza qualsiasi sala d’attesa ma si rivelano perfetti anche in un salotto, diventando quasi i protagonisti dell’ambiente.

Se desiderate conoscere altri “classici del design” cliccate qui e leggete i nostri approfondimenti. Buona lettura.

Come scegliere online i colori e i materiali per il divano

Quando si acquista arredamento per la casa online bisogna prestare attenzione anche alla scelta dei colori e dei materiali che, per ovvie motivazioni legate all’acquisto in rete non possono essere nè visti dal vivo nè toccati con mano.
Prendiamo spunto da una richiesta inviata al nostro Servizio Clienti per parlare degli strumenti che abbiamo messo in campo per scegliere colori e materiali degli arredi.

“Vorrei acquistare il divano letto a 3 posti Ruben in grigio molto scuro, ho però qualche difficoltà a capire le tonalità di colore soprattutto perché su due schermi ho due rese differenti.”

Come scegliere il materiale e il colore di un arredo in vendita su ArredaClick?
È sufficiente visualizzare la tendina del configuratore che riporta le finiture disponibili e cliccare sul tasto “Visualizza Campionario”. In questo modo si apre una pagina contenente un menù ad immagini che riporta tutte le finiture presenti in una determinata collezione. Passando con il mouse sopra ad ogni voce vengono mostrati i nomi delle categorie disponibili. Cliccando poi sui singoli nomi o sul gruppo viene mostrata una pagina con i campioni digitalizzati dei singoli materiali.

categoria-materiali-campionario

Come valutare i campioni di colori e materiali in un campionario online?
Il campionario online di ArredaClick è realizzato con avanzati strumenti tecnologici e una scrupolosa attenzione per il dettaglio. Un team di esperti fotografa ogni campione in condizioni di luce neutra avvalendosi di macchine fotografiche professionali. Lo scopo è quello di produrre un campionario digitalizzato con una resa visiva di texture e colori perfettamente equivalente alla realtà.
Tuttavia, per essere certi di visualizzare sul proprio dispositivo il campione nel modo corretto è necessario adottare piccoli accorgimenti.

  • verificare che il proprio monitor abbia le impostazioni di fabbrica, in caso contrario resettare lo schermo e riportarlo alle condizioni di illuminazione iniziali;
  • accertarsi che non vi siano sorgenti di luce diretta sul video nel momento della visualizzazione del campionario;
  • “muoversi” leggermente davanti al monitor per verificare come il colore cambia in base all’angolo di visualizzazione. Il campione è infatti tarato dai nostri esperti in condizioni di perfetta visione frontale;
  • tenere in considerazione la possibilità che si verifichi un effetto ottico: qualunque colore visualizzato su una superficie limitata può essere percepito come più scuro del reale;
  • il campione di un materiale lucido può apparire leggermente più chiaro rispetto al corrispettivo materiale opaco;
  • il colore e la texture reale dei materiali naturali possono essere leggermente differenti da quelli rappresentati poiché variano a seconda delle effettive caratteristiche di ogni singolo pezzo;
  • per accertarsi che il proprio monitor offra una visione affidabile consigliamo di scaricare gratuitamente il software della EIZO, rinomato produttore di monitor professionali di alta fascia.

All’interno del campionario è presente una rappresentazione a livelli dei materiali, come proposto in questo collage.

campioni-materialiI campioni sono raggruppati per categoria e fotografati ad una distanza di circa cm 30 con lo scopo di ricreare la “profondità” del materiale.
Il righello presente nella parte sinistra è utile per percepire la reale grandezza della texture e dei dettagli. La lente d’ingrandimento posizionata sulla destra indica invece la presenza di un’immagine che rappresenta l’intera tirella di colori disponibili per una determinata categoria. Cliccando con il mouse sulla lente è possibile visualizzare l’immagine che può aiutare nel confronto dei colori e nello studio degli abbinamenti.

Dopo aver selezionato il materiale e la categoria non rimane che scegliere il colore effettivo dell’arredo. Internamente il campionario è organizzato in modo tale da mostrare un campione di tutti i colori disponibili, ognuno abbinato al proprio nome / codice che si rivela indispensabile al momento dell’ordine. Spesso viene indicata anche la composizione dei materiali e vengono forniti alcuni consigli sull’uso e sul lavaggio.

campioni-digitalizzati-arredaclickNel caso specifico, il divano letto Ruben è disponibile in tessuto, ecopelle e pelle in una vasta gamma di colori. Tra le alternative possibili vi sono diverse sfumature di grigio che potrebbero fare al caso della nostra Cliente. È proprio da qui che è partita l’analisi di Sara che, visualizzando il campionario online, ha individuato alcuni campioni:
- tessuto: Alias 000, Lotus 570, Parigi 003
- pelle: Melbourne 200, Melbourne 101, Praga 200, Praga 100
- ecopelle: Emotion 134, Emotion 006, Espirit 000, Espirit 006

Con la sicurezza di poter visualizzare il campione nel modo corretto e con la rassicurazione di ricevere direttamente a casa un divano il cui colore corrisponde esattamente a quello scelto, la Cliente ha potuto compiere una scelta consapevole e in totale tranquillità.

Siete forse curiosi di sapere qual è stata la scelta finale?
Il divano letto Ruben è stato acquistato nel modello 3 posti maxi cm 233 con rivestimento ecopelle Emotion 006. Siamo certi che farà la sua bella figura nel salotto di una casa di Dubai. Si, avete letto bene! Ruben è in viaggio verso Dubai, d’altronde spediamo in tutto il Mondo

Progetto: arredare e abbinare ingresso e soggiorno

Che fare quando l’ingresso di casa è in soggiorno? Oggi esploriamo il progetto di Francesca. La richiesta dei clienti: abbinare il mobile ingresso con gli arredi del soggiorno rinnovando entrambi gli spazi.
“Ingresso e soggiorno insieme” è ormai la formula più diffusa negli appartamenti di nuova concezione. Fino agli anni ’90 l’ingresso era una vera e propria stanza della casa.
Oggi questa è una caratteristica quasi impossibile da trovare, ma se si è fortunati si possono ancora trovare soluzioni come quella che vedremo in questo articolo, in cui l’ingresso conduce in soggiorno, ma è strutturato in modo tale da costituire praticamente una stanza a sé.

Con enorme soddisfazione (e una punta di orgoglio) devo dire che i nostri clienti sono davvero efficienti ed anche in questo caso ci hanno inviato delle piantine dettagliate.
Come vedete la zona giorno è stata disegnata per ospitare un tavolo da pranzo, un divano con penisola e una parete attrezzata porta tv. Per questo spazio la necessità del cliente era quella di rinnovare la zona relax sostituendo un vecchio carrellino per la tv ed un divano dallo stile retrò con arredi moderni, pratici e comodi.
Planimetria ingresso e soggiorno con tavolo, mobile tv, divano e tavolini Planimetria soggiorno con tavolo e mobile tv.

Per l’angolo relax e conversazione i clienti volevano un divano comodo su cui poter accogliere gli amici, ma anche stendersi la sera a leggere o guardare la tv.
Visto lo spazio a disposizione Francesca suggerisce di sostituire il divano con chaise longue che si vede a progetto con un divano con sedute estraibili: la soluzione più indicata per ottimizzare gli spazi dato che permette di estrarre la seduta solo all’occorrenza, mentre quando non è utilizzato occupa lo spazio di un normale divano lineare a due o tre posti.Divano con seduta scorrevole Attitude Il divano è stato poi completato da un pouf della stessa collezione. Per i due sono stati scelti materiali molto diversi: ecopelle tortora per il divano e tessuto beige per il pouf. Dovendo utilizzare il pouf come seduta extra per gli ospiti, Francesca ha suggerito di scegliere un rivestimento più pratico, facilmente sfoderabile e lavabile in lavatrice. Ecco l’abbinamento selezionato:Ecopelle tortora per il divano e tessuto beige per il poufQuesta moodboard di colori neutri è stata replicata sulla parete attrezzata per la quale sono stati scelti il laccato opaco corda, il laccato opaco bianco perla e l’olmo perla.Abbinamento tra ecopelle del divano e materiali della parete attrezzata Logic 591 Il mobile porta tv è stato composto partendo da un’immagine che ha colpito i clienti ed è stato poi riprogettato da Francesca in modo da adattarsi alla parete a disposizione. Parete attrezzata con pensili contenitore, mensole e basi per tv Logic 591Logic infatti è un sistema componibile per il soggiorno, con basi, mensole e pensili contenitore disponibili in numerose dimensioni. La composizione scelta è formata da due basi da cm 122,7 h.36 p.58 ciascuna, 2 pensili, 5 mensole e schienali a parete disposti dietro alle mensole per un’altezza totale di cm 212,4. Ecco come è stata rivisitata:Parete attrezzata componibile Logic 591 da cm  245,4Tra divano e parete attrezzata sono stati disposti dei tavolini pensati per svolgere due funzioni: appoggiare libri e occhiali da vista nei momenti di relax, accogliere bevande, tazzine e bicchieri nei momenti di convivialità con gli amici.Coppia di tavolini da salotto in legno di frassino tinto noce GongMa passiamo all’ingresso.
La prima domanda posta ai clienti è stata: come volete impiegare lo spazio dell’ingresso? E’ subito emersa l’esigenza di uno spazio pulito, essenziale, con semplici superfici di appoggio e vani contenitivi per chiavi, oggetti decorativi, libri, documenti.
Come creare un fil rouge tra ingresso e mobili soggiorno? Abbiamo visto come la parete attrezzata sia stata composta con basi, mensole e contenitori a parete.
Per l’ingresso Francesca consiglia due soluzioni: riproporre alcuni degli elementi impiegati in soggiorno oppure optare per una madia o una credenza con le stesse finiture selezionate per la composizione Logic. Viste alcune foto di ambientazioni disponibili su ArredaClick, i clienti hanno preferito la seconda proposta scegliendo la credenza di design Mosaik in laccato opaco bianco perla, grigio e corda. Credenza laccata a tre colori MosaikSe il progetto seguito da Francesca vi è piaciuto e siete alla ricerca di idee per arredare al meglio un soggiorno piccolo vi consiglio di dare un’occhiata al progetto di Matteo per un soggiorno stretto e lungo con angolo cucina.

Vi ricordo che i nostri interior designer e architetti rispondono sia telefonicamente allo 0362.682.682 che via mail all’indirizzo servizioclienti@arredaclick.com

Poltrone letto singole per il salotto

Un mago estrarrebbe la sua bacchetta magica dalla tasca del suo impeccabile abito, la sventolerebbe al cielo e oplà…il gioco sarebbe fatto. Da poltrona a letto in un colpo solo.
Le poltrone letto ArredaClick non si trasformano con la sola forza del pensiero ma lo fanno comunque in modo pratico, agevole e comodo. La conversione richiede uno sforzo minimo e porta ad una funzionalità massima.
A seconda delle necessità, una poltrona letto può arredare il salotto in modo differente. Durante un momento di relax, di lettura di un libro o di visione di qualche programma televisivo, la poltrona è utilizzata come morbida ed accogliente seduta. Quando si desidera schiacciare un sonnellino o ci si vuole semplicemente riposare, la poltrona può essere utilizzata come letto d’emergenza. O ancora, in presenza di ospiti per la notte, la poltrona può diventare il comodo letto per dormire.

A seconda del modello, la poltrona da chiusa occupa uno spazio ridotto, perfetta vicino al divano o in angolo del salotto, magari accompagnata da un alto tavolino che permette di avere un pratico spazio d’appoggio. Quando si ha la necessità di trasformare la poltrona in letto bisogna considerare uno spazio utile frontale di dimensioni tuttavia abbastanza contenute. È infatti solo frontalmente che la poltrona si andrà a sviluppare.

Le proposte di ArredaClick permettono di scegliere un modello che soddisfa estetica e funzionalità allo stesso tempo. Consentono di avere un arredo che si abbini perfettamente ai colori e i materiali circostanti, contribuendo, per quanto possibile, a migliorare l’aspetto dell’ambiente.

Poltrona letto Benny

Poltrona letto Benny -3

Benny è una poltrona letto imbottita e rivestita in tessuto dall’aspetto morbido ed accogliente. Può essere utilizzata in versione poltrona, chaise longue o come piano letto singolo. È sufficiente ribaltare la seduta e reclinare lo schienale a piacere per aumentare lo spazio a disposizione. La poltrona è completata da un cuscino poggiareni che può essere utilizzato anche come cuscino per appoggiare la testa durante il sonno.

Poltrona letto Nuovo ArturoPoltrona letto Nuovo Arturo -4

Nuovo Arturo è una poltrona letto con braccioli che appoggiano a terra e sostengono la struttura quando utilizzata in versione letto. La trasformazione avviene ribaltando la seduta e abbassando lo schienale attraverso una leva laterale che permette di reclinarlo e regolarlo a piacere. La struttura è poi dotata di due ruote che facilitano la movimentazione, soprattutto nel caso in cui vi è la necessità di spostare la poltrona per poterla allungare e sfruttare come letto.

Poltrona letto Dorsey

La poltrona letto Dorsey invece ha un aspetto molto più compatto poichè è caratterizzata da braccioli avvolgenti che fasciano la zona alta. Il rivestimento è poi impreziosito da una trapuntatura sullo schienale e sulla seduta. I materiali e le imbottiture sfoderabili garantiscono morbidezza e comfort mentre la possibilità di trasformazione assicura utilità e praticità. Attraverso un meccanismo a ribalta si può aprire frontalmente la poltrona e trasformala in sempre utile letto di servizio.

Se le dimensioni della vostra casa vi offrono maggior spazio a disposizione potete scegliere un divano letto. Se invece desiderate soluzioni ancor più contenute guardate le proposte di pouf letto.

Bonaldo all’Isola dei Famosi 2015

L’arredamento Bonaldo è ormai un abituè degli studi televisivi, tuttavia ogni volta che succede è sempre un grande piacere e motivo di orgoglio.
Dopo essere stato tra le star del Festival del Cinema di Venezia, Bonaldo sbarca anche all’Isola dei Famosi 2015.

bonaldo-isola-dei-famosi-2015

Immagine presa dalla pagina Facebook di Bonaldo.

bonaldo-isola-dei-famosi

Immagine presa dalla pagina Facebook di Bonaldo.

La poltroncina Venere Lounge è sotto i riflettori al centro dello studio ed ospita due personaggi di nota come Alfonso Signorini e Mara Venier.
È presentata in un energico colore rosso che esalta la sinuosa forma e sottolinea l’eleganza e la flessuosità della struttura a monoscocca a slitta.
Un colore decisamente diverso rispetto a quelli a cui siamo abituati guardando la scheda prodotto che abbiamo accuratamente preparato e pubblicato sul nostro portale, un motivo d’orgoglio in più nell’essere rivenditori ufficiali Bonaldo.

Un divano componibile, mille volti al salotto

Il grande protagonista del salotto è sicuramente il divano. I numerosi modelli ad oggi sul mercato lasciano l’imbarazzo della scelta: divano lineare, angolare, con penisola, con chaise longue, con poltrona. Tutti questi modelli richiedono un’accurata analisi e scelta prima dell’acquisto e non offrono grandi possibilità di modifiche una volta che il divano è pronto e montato.
Un divano componibile invece offre l’opportunità di avere un arredo sempre diverso ogni volta che lo si desidera.
Un divano componibile è formato dall’accostamento di diversi elementi quali bracciolo, centrale, angolare, chaise longue, penisola, pouf e terminale.
Si può liberamente decidere quali e quanti elementi affiancare a seconda dello spazio a disposizione, del gusto e dell’aspetto che si vuole donare al divano e al salotto.
Un divano componibile è un’ottima soluzione per avere un divano su misura. La massima libertà di composizione e di cambiamento aiutano a sfruttare al meglio gli spazi e a donare un nuovo volto al salotto ogni volta che ve ne è il desiderio o la necessità.

Ecco il divano componibile in tessuto Allier; le quattro foto rappresentano lo stesso modello.

divano-componibile-allier

I singoli elementi, la loro disposizione e dimensione e i colori fanno credere che si tratti di quattro divani diversi ma in realtà è un unico modello proposto in molteplici soluzioni.
Per comporre il divano Allier fotografato nella prima ambientazione per esempio, partendo da sinistra verso destra, è necessario scegliere un bracciolo small, una chaise longue, un centrale, un angolo a 90°, un altro centrale e un bracciolo large.
Come facilmente intuibile, per realizzare gli altri modelli fotografati, è necessario compiere altre scelte.

Un ottimo esempio di divano componibile può essere anche Peanut B, una soluzione giovane, moderna e di design.
Anche in questo caso abbiamo volutamente scelto di mostrare diverse immagini che tuttavia rappresentano solo alcune delle infinite possibilità.

divano-componibile-peanut-b

La modularità è la caratteristica principale di questo arredo totalmente personalizzabile ma essa si unisce a morbidezza, praticità d’uso ed eleganza, aumentando i vantaggi di un simile modello.

Ed infine, anche il divano componibile Shark permette di giocare con forme, colori e disposizione. L’elemento centrale ad un posto e quello con chaise longue sono dotati di un particolare meccanismo che permette di reclinare lo schienale e ottenere anche un comodo poggiatesta.

divano-componibile-shark

Nonostante gli elementi siano singoli ed indipendenti si possono affiancare in totale sicurezza predisponendo fori sui fianchi che garantiscono la salda unione.
In alternativa, altri modelli presentano ganci o baionette inferiori che mantengono unite tutte le parti di un divano componibile, permettendo comunque un facile e veloce cambiamento nella struttura e nell’aspetto.

C’è gusto nel scegliere il divano dei propri sogni, c’è ancora più gusto nel comporlo a proprio piacere e ad avere un arredo unico.

Set di tavolini, perchè “two (or three) is megl che one”

Chi ha detto che tra gelati e tavolini non c’è collegamento? La celebre frase della pubblicità del gelato Maxibon e perfetta per presentare alcuni dei nostri set di tavolini da salotto. Certo, una piccola modifica è stata d’obbligo vista la natura dei nostri modelli; non solo “due è meglio che uno” ma a volte tre è ancora meglio!

Quando lo spazio lo consente o le necessità lo richiedono si può donare quel tocco in più al salotto inserendo tavolini in abbinamento, magari di dimensione o colori diversi.
È il caso del set di tavolini Mushroom la cui altezza li rende particolarmente ideali a lato del divano. La loro semplicità strutturale è abbinata ad una grande praticità: base d’appoggio per telecomando, quotidiani e riviste, tazze di thè o caffè; facilmente raggiungibili allungando solamente un braccio.

set-tavolini-mushroom

Tavolini Mushroom in vetro temperato laccato bianco extrachiaro

La zona fronte divano richiede invece un modello di tavolino che si sviluppa in lunghezza e non in altezza in modo da risultare comodo e pratico e non ingrombrare visivamente lo spazio frontale.
Bear e Step si sono addirittura fatti in tre e si presentano come un tris da salotto. I tavolini possono essere posizionati liberamente all’interno dell’ambiente oppure possono essere affiancati, allineatiincastrati “a matrioska”.

set-tavolini-bear

Tavolini Bear formati da un’unica lastra di vetro bianco extrachiaro curvata e lavorata.

Sono proposti in tre diverse altezze che permettono grande libertà di posizionamento e incastro e soprattutto consentono una disposizone sempre diversa ed originale.
Ogni volta che si desidera si può cambiare la collocazione di uno, due o addirittura tutti e tre i tavolini e donare così al salotto un aspetto sempre nuovo e diverso.

set-tavolini-step

Tavolini Step in lamiera laccata color tortora e bianco. Unico foglio di lamiera lavorato e curvato.

Overlap è invece la soluzione ideale per chi non vuole cedere al fascino dei set di tavolini ma non vuole comunque rinunciare a personalizzare il salotto ogni volta che lo desidera con un semplice gesto. Ad un primo sguardo Overlap appare come un unico tavolino ma in realtà questa configurazione a ponte è possibile solo dall’unione di due strutture che possono essere usate anche singolarmente e che si differenziano per dimensioni, forma e colori.

A volte è la forma irregolare ad ispirare l’accostamento di due tavolini, proprio come accade per Styling, Paper e Match. Le loro forme presentano dei tagli inclinati e diagonali che rendono quasi spontaneo l’affiancamento di un’altra struttura.

Voi cosa pensate? Two (or three) is megl che one?

Arredamento zona giorno, nuove proposte Bonaldo

Il nostro vasto catalogo si è da poco arricchito di nuovi complementi d’arredo per la zona giorno e finalmente i nuovi prodotti di Bonaldo sono ora a portata di click.
“Comunicare con stile” è quello che si legge in una sezione del sito ufficiale ed è anche quello che traspare sfogliando il nuovo catalogo. Ancora una volta Bonaldo ha saputo esprimersi, raccontarsi e farsi riconoscere e lo ha fatto lasciando la parola alle immagini.

Design” è la parola chiave che unisce i complementi per la zona giorno.
Tutti questi arredi hanno forme moderne ed accattivanti che richiamano ad un design minimalista. I colori sono accesi e di tendenza, quasi a sottolineare con vigore le linee geometriche e donare carattere e personalità all’ambiente in cui sono inseriti.
L’aspetto dinamico e slanciato della madia Summer gioca sulle forme trapezoidali ed è ideale in un salotto moderno.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-summer

Madia di design Summer in laccato opaco giallo zafferano con anta ad apertura a ribalta.

L’originale ed innovativa forma della libreria April May June garantisce grande versatilità in molti ambienti della casa.
(Avete già letto le informazioni che abbiamo scritto in questo articolo?)

arredamento-zona-giorng-bonaldo-april-may-june

Librerie di design April May June in metallo verniciato opaco giallo zafferano, blu, verde e nero.

Essenzialità della forma e grandi dimensioni caratterizzano lo specchio Spiral Mirror; vero dettaglio di stile il cordoncino colorato che segue e decora il bordo.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-spiral-mirror

Specchio di design Spiral Mirror con bordi enfatizzzati da un cordino rosso.

Originale struttura per il tavolino Kadou Coffee che arreda e rende funzionale il salotto con stile e colore.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-kadou-coffee

Tavolino di design Kadou Coffee in tre dimensioni con struttura verde, marrone e rossa.

Legno e metallo” sono le parole chiave che definiscono i tavoli Bonaldo. Un materiale classico e tradizionale come il legno è abbinato ad un materiale totalmente diverso come il metallo. Il piacevole contrasto tra piano e struttura esalta la forma, sottolinea le linee e rende unico ogni tavolo.
Il piano in legno massello di rovere con nodi del tavolo Prora è sostenuto da un possente basamento centrale in acciaio. Esso ricorda la prua di una nave ed è il tratto distintivo di un tavolo dalla forte personalità.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-prora

Tavolo fisso o allungabile Prora con originale basamento che ricorda la prua di una nave.

Il tavolo Big Table, vincitore del premio Good Design Award 2009, è qui proposto con piano in legno massello di rovere spazzolato grigio antracite e gambe in acciaio corten. Incroci, inclinazioni, equilibri si scontrano con linearità e stabilità.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-big-table

Tavolo Big Table con gambe incrociate. Moderno ed innovativo, per una zona giorno di stile.

Dinamismo delle gambe e solidità del piano per il tavolo Gap. A seconda della prospettiva in cui si guarda la sottile struttura essa assume una forma diversa: “lame” che si aprono verso l’altro o “linee” dritte. Legno e metallo tinti in verde per un tavolo protagonista della zona giorno della casa.

arredamento-zona-giorng-bonaldo-gap

Tavolo di design Gap in legno e metallo verde, assoluto protagonista della zona living.

Bonaldo non smette di stupirci e ammaliarci, sul nostro catalogo sono già presenti gli arredi della zona notte e a breve ve ne parleremo anche qui sul blog. Stay tuned.

Idee per arredare casa: divano Marshmallow Sofa

Con l’oggetto dei desideri scelto oggi, la nostra rubrica “Idee per arredare casa” si arricchisce di un oggetto di design dal fascino intramontabile.
Lo vogliamo annunciare subito, oggi per voi abbiamo scelto il divano Marshmallow Sofa.

divano-marshmallow-sofa

Marshmallow Sofa, disegnato da George Nelson nel 1956.

18 dischi colorati, imbottiti e rivestiti in tessuto o in pelle fungono da morbidi cuscini di seduta e schienale. Tutti collegati e sorretti da una struttura in telaio d’acciaio laccato nero.
Ad un primo sguardo il divano sembra fragile e scomodo ma in realtà è molto resistente e comfortevole. La posizione distanziata dei cuscini sorregge il corpo durante la seduta permettendo di assumere una corretta postura.
I rotondi cuscini possono essere realizzati in tinta unita o bicolore, fino ad un massimo di 9 tonalità. Gli abbinamenti proposti in queste immagini sono solo degli esempi delle innumerevoli possibilità.

(Alcune immagini sono state prese da Pinterest)

Marshamallow Sofa è stato disegnato da George Nelson nel 1956 e da allora continua ad essere un’icona del design, un classico dell’arredamento, degno rappresentante dello stile Bauhaus.
Segni inconfodibili di questa appartenenza sono la forma semplice e geometrica, la funzionalità intrinseca dell’oggetto e la cura dei dettagli e dai materiali utilizzati. Tutte caratteristiche che denotano prodotti in stile Bauhaus e l’inizio di una nuova era del design. Con Marshmallow il concetto di divano viene trasformato in qualcosa di tridimensionale. Il suo straordinario ed originale aspetto diventa un punto di riferimento per il design moderno.

È un divano divertente, spiritoso e sorprendente, perfetto per il salotto ricercato di una casa o per un ambiente contract. La hall di un albergo, la sala d’aspetto di uno stimato dottore, l’angolo camerini di un negozio o ancora la sala vip di un aereoporto, ovunque Marshmallow diventerà l’oggetto prima da guardare e poi da provare!

Tavolino trasformabile: praticità e spazio in salotto

I cambiamenti e le trasformazioni avvengono quotidianamente in moltissimi campi e non stupisce più che questo accada anche nell’arredamento. Quello che ad una prima occhiata potrebbe sembrare un particolare oggetto d’arredo con una determinata funzione e destinazione d’uso in realtà può diventare tutt’altro. È questo il caso dei tavolini trasformabili da salotto, oggetti camaleontici e multifunzione.

Posizionati in salotto nella zona fronte divano sono degli utili piani d’appoggio per piccoli soprammobili, libri e riviste, telecomando e una tazza di thè in un momento di relax. All’occorrenza possono essere trasformati in veri e propri tavoli da pranzo, pronti ad ospitare diversi commensali.
Da piccoli, bassi e compatti diventano alti, grandi e spaziosi, mutando il loro aspetto estetico e il loro utilizzo.
Come accade per ogni arredo per la casa, i modelli disponibili sono vari e numerosi, ciascuno perfetto per particolari occasioni e usi.

Basic è un basso tavolino da salotto rettangolare dalle linee semplici, regolari ed essenziali. Quello che lo rende diverso da tutti gli altri classici tavolini è la possibilità di trasformarsi in un tavolo da pranzo attraverso un meccanismo di apertura brevettato e dotato di sistema anti-schiacciamento. Il piano viene sollevato in modo da scoprire i bracci che faranno da sostegno e poi ribaltato per aumentare la superficie d’appoggio. Basic può così comodamente ospitare fino ad 8 persone.

tavolino-trasformabile-salotto-basictavolino-trasformabile-salotto-basic-1

Stesso utilizzo ma meccanismo differente per il tavolino trasformabile Apple. Un sistema di apertura a libro permette di raddoppiare le dimensioni del piano, se necessario, e ospitare così fino a 4 commensali. La struttura a vista è dotata di un pistone a gas che permette l’alzata del tavolino in tutte le altezze al millimetro e ruote a scomparsa che ne facilitano lo spostamento. Da cm 23 a cm 76, Apple si può usare come basso tavolino da salotto, alto tavolo da pranzo o anche come tavolino lato divano.

tavolino-trasformabile-salotto-appletavolino-trasformabile-salotto-apple-1

Modello ancora differente per il tavolino E-Motion, dotato di meccanismo elettronico ed automatico. Azionando un pulsante posizionato al di sotto del piano il tavolino si alza e due allunghe laterali escono dalla struttura. In pochi secondi si trasforma in un tavolo da pranzo che può raggiungere anche i 2 m di lunghezza. Per il massimo della modernità è possibile dotare il tavolino di un kit led ricaricabile che illumina e crea atmosfera in un ambiente di tendenza.

tavolino-trasformabile-salotto-e-motiontavolino-trasformabile-salotto-e-motion-1A seconda dello spazio a disposizione, dello stile della casa e dei gusti personali si possono scegliere modelli differenti. Si può optare per tavolini che raggiungono grandi dimensioni oppure prediligere quelli che offrono pochi posti. Si possono scegliere materiali che spaziano dal legno, al vetro, al metallo e colori sobri come il bianco e il nero o accesi e forti per creare macchie di colore.
L’obiettivo rimane quello di risparmiare spazio e ottenere il massimo della praticità e della comodità in ogni occasione.

Ecco una gallery di immagini di tavolini trasformabili perchè le soluzioni salvaspazio e multifunzione per il salotto sono davvero infinite.