Progetto: arredare e abbinare ingresso e soggiorno

Che fare quando l’ingresso di casa è in soggiorno? Oggi esploriamo il progetto di Francesca. La richiesta dei clienti: abbinare il mobile ingresso con gli arredi del soggiorno rinnovando entrambi gli spazi.
“Ingresso e soggiorno insieme” è ormai la formula più diffusa negli appartamenti di nuova concezione. Fino agli anni ’90 l’ingresso era una vera e propria stanza della casa.
Oggi questa è una caratteristica quasi impossibile da trovare, ma se si è fortunati si possono ancora trovare soluzioni come quella che vedremo in questo articolo, in cui l’ingresso conduce in soggiorno, ma è strutturato in modo tale da costituire praticamente una stanza a sé.

Con enorme soddisfazione (e una punta di orgoglio) devo dire che i nostri clienti sono davvero efficienti ed anche in questo caso ci hanno inviato delle piantine dettagliate.
Come vedete la zona giorno è stata disegnata per ospitare un tavolo da pranzo, un divano con penisola e una parete attrezzata porta tv. Per questo spazio la necessità del cliente era quella di rinnovare la zona relax sostituendo un vecchio carrellino per la tv ed un divano dallo stile retrò con arredi moderni, pratici e comodi.
Planimetria ingresso e soggiorno con tavolo, mobile tv, divano e tavolini Planimetria soggiorno con tavolo e mobile tv.

Per l’angolo relax e conversazione i clienti volevano un divano comodo su cui poter accogliere gli amici, ma anche stendersi la sera a leggere o guardare la tv.
Visto lo spazio a disposizione Francesca suggerisce di sostituire il divano con chaise longue che si vede a progetto con un divano con sedute estraibili: la soluzione più indicata per ottimizzare gli spazi dato che permette di estrarre la seduta solo all’occorrenza, mentre quando non è utilizzato occupa lo spazio di un normale divano lineare a due o tre posti.Divano con seduta scorrevole Attitude Il divano è stato poi completato da un pouf della stessa collezione. Per i due sono stati scelti materiali molto diversi: ecopelle tortora per il divano e tessuto beige per il pouf. Dovendo utilizzare il pouf come seduta extra per gli ospiti, Francesca ha suggerito di scegliere un rivestimento più pratico, facilmente sfoderabile e lavabile in lavatrice. Ecco l’abbinamento selezionato:Ecopelle tortora per il divano e tessuto beige per il poufQuesta moodboard di colori neutri è stata replicata sulla parete attrezzata per la quale sono stati scelti il laccato opaco corda, il laccato opaco bianco perla e l’olmo perla.Abbinamento tra ecopelle del divano e materiali della parete attrezzata Logic 591 Il mobile porta tv è stato composto partendo da un’immagine che ha colpito i clienti ed è stato poi riprogettato da Francesca in modo da adattarsi alla parete a disposizione. Parete attrezzata con pensili contenitore, mensole e basi per tv Logic 591Logic infatti è un sistema componibile per il soggiorno, con basi, mensole e pensili contenitore disponibili in numerose dimensioni. La composizione scelta è formata da due basi da cm 122,7 h.36 p.58 ciascuna, 2 pensili, 5 mensole e schienali a parete disposti dietro alle mensole per un’altezza totale di cm 212,4. Ecco come è stata rivisitata:Parete attrezzata componibile Logic 591 da cm  245,4Tra divano e parete attrezzata sono stati disposti dei tavolini pensati per svolgere due funzioni: appoggiare libri e occhiali da vista nei momenti di relax, accogliere bevande, tazzine e bicchieri nei momenti di convivialità con gli amici.Coppia di tavolini da salotto in legno di frassino tinto noce GongMa passiamo all’ingresso.
La prima domanda posta ai clienti è stata: come volete impiegare lo spazio dell’ingresso? E’ subito emersa l’esigenza di uno spazio pulito, essenziale, con semplici superfici di appoggio e vani contenitivi per chiavi, oggetti decorativi, libri, documenti.
Come creare un fil rouge tra ingresso e mobili soggiorno? Abbiamo visto come la parete attrezzata sia stata composta con basi, mensole e contenitori a parete.
Per l’ingresso Francesca consiglia due soluzioni: riproporre alcuni degli elementi impiegati in soggiorno oppure optare per una madia o una credenza con le stesse finiture selezionate per la composizione Logic. Viste alcune foto di ambientazioni disponibili su ArredaClick, i clienti hanno preferito la seconda proposta scegliendo la credenza di design Mosaik in laccato opaco bianco perla, grigio e corda. Credenza laccata a tre colori MosaikSe il progetto seguito da Francesca vi è piaciuto e siete alla ricerca di idee per arredare al meglio un soggiorno piccolo vi consiglio di dare un’occhiata al progetto di Matteo per un soggiorno stretto e lungo con angolo cucina.

Vi ricordo che i nostri interior designer e architetti rispondono sia telefonicamente allo 0362.682.682 che via mail all’indirizzo servizioclienti@arredaclick.com

Divani country chic (VERY chic!)

Sarò ripetitiva ma non mi stancherò mai di ribadire che sono i dettagli a fare la differenza.
È nella cura del particolare che risiede la differenza tra un divano di produzione industriale ed un divano DI DESIGN. Le cuciture, la scelta dei materiali, le piccole attenzioni che impreziosiscono un mobile e lo rendono unico.
Questa è anche la filosofia di Modà, azienda brianzola di cui vi ho parlato più volte e che nel suo nome racchiude tutta un’identità di brand. Modà: un marchio che ci parla di attenzione alle tendenze con un pizzico di originalità ed un’accentuata passione per il mobile “vestito” in grande stile.
Quando si parla di rivestimenti, Modà non delude mai: al Salone del Mobile 2013 ci hanno stupiti con una collaborazione a cavallo tra il design e il fashion, vestendo (letteralmente) con tessuti di pregio appendiabiti, madie, guardaroba e credenze.
La collezione Suite 41 nacque dalla partnership con i due fashion designers “Laura & Ruggero di 41″ che ri-vestirono le creazioni di Modà con tessuti principe di Galles, tweed, fantasie cachemire Paisley e gessati.
I nuovi divani in stile country chic continuano a proporre tessuti decisamente alla moda, con uno studiato abbinamento fra rivestimenti lusso e dettagli rubati al mondo country: cinghie, tessuti trapuntati molto british, rivestimenti in stile inglese e bottoni decorativi che ricordano giacche e stivali da equitazione.

divano country chic tessuto monroe

Fantasia pied de poule per il divano country chic in tessuto Monroe.

cuscino tessuto pied de poule cinghia

Dettaglio del divano Monroe: cuscino con cinghia.

divano country chic pelle nabuk hepburn

Divano in pelle nabuk Hepburn con bracciolo dotato di tascone portaoggetti.

divano country chic con tascone portaoggetti

Dettaglio del bracciolo di Hepburn con tascone trapuntato portaoggetti.

La collezione di cui fanno parte questi divani country chic è stata presentata al Salone del Mobile di Milano 2014 con il nome di Modà Italian Inspirations. Gli ambienti ricreati raccontano e condensano lo stile di vita di tre città italiane: Milano, Siena e Capri. Decisamente ispirati alla tradizione del Palio di Siena, i divani Monroe, Hepburn e Everhart sono dei veri e propri pezzi unici per il salotto di chi ama – e sa – distinguersi.

divano country chic 5 posti

Divano Everhart a 5 posti con braccioli con cinghia decorativa trapuntati esternamente.

bracciolo divano everhart

Bracciolo del divano Everhart con cinghia decorativa.

Idee per arredare casa: divano Marshmallow Sofa

Con l’oggetto dei desideri scelto oggi, la nostra rubrica “Idee per arredare casa” si arricchisce di un oggetto di design dal fascino intramontabile.
Lo vogliamo annunciare subito, oggi per voi abbiamo scelto il divano Marshmallow Sofa.

divano-marshmallow-sofa

Marshmallow Sofa, disegnato da George Nelson nel 1956.

18 dischi colorati, imbottiti e rivestiti in tessuto o in pelle fungono da morbidi cuscini di seduta e schienale. Tutti collegati e sorretti da una struttura in telaio d’acciaio laccato nero.
Ad un primo sguardo il divano sembra fragile e scomodo ma in realtà è molto resistente e comfortevole. La posizione distanziata dei cuscini sorregge il corpo durante la seduta permettendo di assumere una corretta postura.
I rotondi cuscini possono essere realizzati in tinta unita o bicolore, fino ad un massimo di 9 tonalità. Gli abbinamenti proposti in queste immagini sono solo degli esempi delle innumerevoli possibilità.

(Alcune immagini sono state prese da Pinterest)

Marshamallow Sofa è stato disegnato da George Nelson nel 1956 e da allora continua ad essere un’icona del design, un classico dell’arredamento, degno rappresentante dello stile Bauhaus.
Segni inconfodibili di questa appartenenza sono la forma semplice e geometrica, la funzionalità intrinseca dell’oggetto e la cura dei dettagli e dai materiali utilizzati. Tutte caratteristiche che denotano prodotti in stile Bauhaus e l’inizio di una nuova era del design. Con Marshmallow il concetto di divano viene trasformato in qualcosa di tridimensionale. Il suo straordinario ed originale aspetto diventa un punto di riferimento per il design moderno.

È un divano divertente, spiritoso e sorprendente, perfetto per il salotto ricercato di una casa o per un ambiente contract. La hall di un albergo, la sala d’aspetto di uno stimato dottore, l’angolo camerini di un negozio o ancora la sala vip di un aereoporto, ovunque Marshmallow diventerà l’oggetto prima da guardare e poi da provare!

Salotto design: con Grcic torna il tondino d’acciaio

Kontantin Grcic è uno dei più influenti designer viventi dei nostri tempi. I suoi lavori sono esposti al Vitra Design Museum, al MoMA di New York e al Centre Pompidou di Parigi. Alcune sue creazioni come la Chair_One e la sedia Venice sono già icone del design contemporaneo. Entrambe le sedie sono prodotte dal noto brand italiano Magis. Ed è proprio allo stand Magis al Salone del Mobile che per la prima volta abbiamo potuto ammirare le nuove creature di Grcic: la collezione di poltrona, divano e panchetta Traffic.

L’ispirazione
Il tondino d’acciaio, materiale che definisce la struttura lineare tridimensionale della collezione Traffic, non è certo una novità: ci ricorda infatti la poltroncina B3 ideata da Marcel Breuer nel 1925, meglio conosciuta e commercializzata negli anni Sessanta come Wassily in onore del pittore Kandinsky che la volle nel salone del proprio appartamento. In Italia la Wassily conobbe grande diffusione grazie al designer ed imprenditore Dino Gavina la cui Gavina Spa venne acquistata dall’americana Knoll nel 1968. Ed è sempre degli anni ’20 il salotto LC2 di Le Corbusier, oggi prodotto da Cassina.
Poltrona Wassily di BreuerLC2 prodotti da Cassina
Traffic: il salotto design contemporaneo
Divano 2 posti, poltrona, chaise longue, panca: la famiglia Traffic è pensata per l’arredo completo di un salotto in cui il design è protagonista assoluto. Il progetto è così descritto sul sito personale del designer: “[...] una collezione di mobili in tondino e imbottiture. La correlazione tra le linee tridimensionali del tondino metallico e i cuscini definiscono un significativo distacco dai più comuni arredi in metallo. Il look modesto e la semplicità che stanno alla base del progetto impartiscono a questi arredi una piacevole sensazione di informalità. Allo stesso tempo la cura del dettaglio e le proporzioni attentamente calcolate infondono un senso di forte eleganza. La logica intrinseca di queste costruzioni creano una grammatica progettuale che si presta alla declinazione di Traffic in molteplici forme [...]“. Sono tutte queste caratteristiche a rendere la collezione Traffic una soluzione versatile ed estremamente caratterizzante al tempo stesso.Salotto di design: poltrona Traffic di Magis Salotto di design: chaise longue Traffic di Magis Salotto di design: divano 2 posti Traffic di MagisTraffic rappresenta per Magis la prima collezione di imbottiti, una grande sfida che si è posta l’obiettivo di offrire un salotto di design impiegando uno dei materiali più umili presenti sul mercato, quale è il filo d’acciaio. Lo scopo è andare oltre il materiale in sé, rendendo possibile una sua riqualificazione attraverso forme innovative ed un’alta valenza estetica. Semplici linee grafiche per un ambiente esclusivo, ulteriormente impreziosito da tessuti Kvadrat o pelle. Un omaggio al passato con uno sguardo rivolto al futuro del design.

Divani a fiori per un tocco di primavera in casa

La primavera è finalmente arrivata! Le giornate si allungono, le temperature si alzano, gli uccellini cinguettano felici e un’esplosione di colori ci circonda. Le piante germogliano e i fiori sbocciano e se noi non vogliamo rimanere indifferenti a tutti questi fenomeni della natura dobbiamo attrezzare a dovere la nostra casa.
Che ne dite di iniziare dai divani? I divani a fiori colorano e rallegrano l’ambiente e sono perfettamente in tema con la stagione.

divano-a-fiori-fantasy

Il divano Fantasy è una vera carica di colori; i rivestimenti in cui è disponibile sono innumerevoli ma quello che più ci ha colpito è la fantasia a fiori. Che sia un cuscino, una seduta, un bracciolo o solamente un pouf, riesce a portare un pò di primavera in salotto. Se a questo si aggiunge la possibilità di comporre a piacere il divano scegliendo ogni singolo elemento per grandezza e posizionamento si può avere un arredo personalizzato, unico ed esclusivo.
Fantasy dona un look disinvolto ed informale alla casa, le tinte e le fantasie vivaci trasmettono un’aria di primavera. Se poi il divano è posizionato vicino ad una grande vetrata come nella foto allora il panorama che si vede dalle finestre potrà solo contribuire alla magica atmosfera.

Abbandoniamo l’idea che il divano con rivestimento a fiori sia un arredo classico e non attuale. Siamo abituati a divani come quelli nella gallery di foto qui sotto ma se siamo affascinati da questa fantasia e se vogliamo calarci nel clima attuale ora possiamo!

Se davvero non volete farvi mancare nulla potete riporre un vaso di fiori freschi sul tavolino del salotto. Colori e sfumature simili a quelli del divano per un’idea di continuità, colori diversi per un forte contrasto.

E ricordatevi che se “una rondine non fa primavera, un bel divano a fiori sì“!

Divani con poltrona, eleganza in coordinato

Entrare in un salotto con divani con poltrona in coordinato mi trasmette sempre un’idea di grande eleganza e di cura dei dettagli. La sensazione è che nulla sia lasciato al caso e che tutti gli arredi siano progettati e attentamente posizionati.
Abbinare stili, colori e materiali differenti è un azzardo; a volte il risultato è affascinante ed incredibile, altre volte il mix non produce l’esito sperato. A meno che non vogliate lasciare libera la vostra vena artistica, perchè complicarsi la vita quando si possono scegliere divani e poltrone della stessa “famiglia” e modello?

Guardate Aliseo, in versione divano e poltrona:

divani-con-poltrona-aliseo. divani-con-poltrona-aliseoLe caratteristiche sono comuni per entrambi e posizionati in quelle ambientazioni sono a dir poco perfetti.
Il design semplice e razionale non manca di dettagli finemente studiati ed un’attenta lavorazione sartoriale. Alti e sottili piedini sorreggono la struttura donandole leggerezza visiva. Ampi braccioli e morbidi cuscini infondono un’idea di comodità solo ad uno sguardo. Le cuciture in rilievo con pizzicatura marcano le linee squadrate.
L’ampia gamma di rivestimenti sfoderabili in tessuto o ecopelle permette di giocare sui colori mantenendo costanti le forme. In questo modo si può scegliere il divano di un determinato colore e affiancare una poltrona con una nuance leggermente differente. E’ possibile realizzare abbinamenti creativi e fantasiosi per un salotto giovane e moderno, oppure soluzioni più tradizionali e colori classici per un salotto più formale e chic.

Se le dimensioni del salotto lo permettono, è un’ottima idea accompagnare al divano una poltrona. Se Aliseo non soddisfa i tuoi gusti magari ci riusciranno le immagini di questa gallery

Comfort garantito con 29 immagini di divani con penisola

Scegliere il divano per il salotto è spesso un’impresa ardua, soprattutto quando ci si imbatte nei numerosi modelli presenti sul mercato. In questa pagina del nostro sito ArredaClick.com vi proponiamo un’accurata spiegazione di tutte le scelte possibili per aiutarvi a compiere l’acquisto giusto e assicurarvi comodità e comfort.
Oggi in particolare vi voglio parlare dei divani con penisola mostrandovi alcune foto che possono spiegare meglio delle parole l’effettiva forma e utilizzo e darvi spunti per arredare la vostra casa.
I divani con penisola dal punto di vista terminologico spesso coincidono con i divani con chaise longue. Sono composti da due elementi, uno lineare e uno leggermente più lungo con bracciolo identico a quello lineare mentre lo schienale è posto sul lato lungo. Oltre a questi modelli i divani con penisola racchiudono anche quelli con meridienne, con terminale panoramico e con dormeuse.

Questo è Berry, un divano con penisola chaise longue.

divani-con-penisola-berry

Berry appartiene alla collezione Cloud ed è un divano moderno dalle linee squadrate e definite, enfatizzate dalle cuciture in rilievo. E’ realizzato in vera piuma d’oca con cuscini schienale indeformabili che mantengono un aspetto morbido e gonfio. Le linee all’apparenza rigide sono ben bilanciate dall’effettiva morbidezza e comodità del soffice rivestimento. Il comfort è garantito sia dalle sedute spaziose che dalla possibilità di dotare lo schienale di un meccanismo che ne aumenta l’altezza. In questo modo gli schienali bassi donando un aspetto formale al divano mentre gli schienali alti offrono un maggior sostegno cervicale.
Berry è disponibile in una vasta gamma di tessuti e colori che comprende i moderni rivestimenti antimacchia ed anti usura ma per chi preferisce un materiale diverso c’è Berry Leather.

divani-con-penisola-berry-leather

Divano con rivestimento in pelle o ecopelle impreziosito ancora una volta dalle cuciture in rilievo. Caratteristiche e comfort sono identici a quelli di Berry.

Un divano con penisola è un complemento dal design moderno che offre una maggior grandezza e comodità rispetto ai classici divani. E’ possibile sedersi in modo composto sull’elemento lineare oppure sdraiarsi più comodamente e distendere le gambe sull’elemento penisola. Se le dimensioni dell’ambiente lo permettono, anche l’impatto visivo di questo modello è elegante e di gran classe.
Ed ecco una gallery di immagini di divani con penisola.

Perchè non hai considerato i divani angolari per il salotto?

“Perchè non hai considerato i divani angolari per il tuo salotto?” Queste sono state le mie parole appena entrata nella casa nuova della mia amica. Ripensandoci potevo essere meno diretta e irriverente ma quell’ambiente era davvero perfetto per quel modello di divano! I divani angolari infatti si compongono di due elementi laterali singoli uniti da un elemento che dona la forma angolare appunto, di solito un pouf fissato al resto della struttura che crea una sorta di spigolo a 90°.
Il salotto della mia amica ha tutte le caratteristiche necessarie per ospitare un modello simile, in particolare ci vedrei perfettamente il divano Nemea, esattamente nelle dimensioni, finiture e colori di questa immagine:

divani-angolari-nemea

Divano Nemea, componibile, versatile e personalizzabile per modello, dimensioni, finiture e colori.

Si sa, il divano è il grande protagonista del salotto, è il luogo del relax mentre si legge un libro o mentre si guarda la televisione, è il posto in cui si fanno accomodare amici e parenti per chiaccherare o sorseggiare un caldo thè. Proprio per questo la scelta del divano deve essere ben studiata e pensata.
Nemea angolare può essere dotato di braccioli relax reclinabili o non avere braccioli finali e il tessuto completamente sfoderabile può essere scelto tra una vasta gamma di categorie e colori. La struttura in massello di abete lo rende resistente, l’imbottitura in vera piuma d’oca incredibilmente confortevole. Il vero dettaglio però che mi fa amare Nemea è la possibilità di integrare una piccola libreria sul retro. In questo caso il divano non deve essere posizionato contro la parete ma se le dimensioni dell’ambiente lo permettono sarebbe fantastico avere libri, giornali e riviste a portata di mano e non doversi alzare per prendere il telecomando della televisione. La libreria inoltre è un vero tocco di classe ed eleganza, concepita per sfrutturare tutti gli spazi e per creare separazioni visive tra gli arredi.
Guardate questi dettagli di Nemea:

I divani angolari inoltre sono perfetti per ottimizzare gli spazi, posizionati contro la parete arredano un angolo del salotto che altrimenti sarebbe sprecato. Offrono più postazioni di seduta, sempre utili quando ci sono ospiti a casa. Di solito sono componibili a piacere quindi trovare il divano giusto per la propria casa non è mai troppo difficile.

Vi assicuro che la casa della mia amica è davvero perfetta per un divano simile. Se mai mi dovesse chiedere un consiglio io le proporrei Nemea o un divano angolare presente in questa gallery di immagini.

Trova il “tuo Bruce” tra le foto di divani lineari

I divani sono per eccellenza l’arredo principale del salotto e tra di essi i divani lineari sono il modello più diffuso. Lo spazio a volte ristretto delle nostre case ci costringe a scegliere un unico elemento a 2 o 3 posti, comunque perfetto per garantire relax e riposo e per diventare il protagonista dell’ambiente, proprio come Bruce.
Non sai chi è Bruce? Eccolo, te lo presento:

divano-brucedivano-lineare-bruce

Sei un po’ confuso e non credi che sia lui in tutte e due le foto? Anche io all’inizio ero un po’ titubante ma dopo aver osservato meglio tutti i dettagli, dopo aver scoperto che è disponibile in 11 modelli diversi, in oltre 400 tipologie di tessuto sfoderabile e con cordoncino che sottolinea il bordo in tinta o in contrasto non ho più avuto dubbi.
Bruce non si fa mancare proprio nulla: non solo è disponibile nel modello lineare a 2 o 3 posti ma la scelta ricade anche tra grande, big, super e maxi, e non ancora contento, anche nella versione con chaise longue o angolare.
Oltre ad offrire un alto grado di personalizzazione, questo divano garantisce comodità e relax. Gli elementi della seduta sono dotati di un meccanismo a scivolamento brevettato che permette di estendere la seduta in tre diverse posizioni aumentandone così la profondità. Gli schienali prevedono poggiatesta ergonomici reclinabili a piacere in 15 diverse posizioni che permettono di scegliere quella preferita.
Bruce è anche elegante e di “bella presenza” e solo guardandolo trasmette un’idea di morbidezza e comodità. Ma è anche estremamente alla moda e tecnologico tanto che può essere equipaggiato con un impianto audio integrato con ingressi USB, AUX, Sd-card, dock-station compatibile con iPhone 4 e 5 e iPod e Bluetooth.

Lo vuoi veramente chiamare divano lineare? Per me è Bruce.

Se anche tu vuoi trovare il “tuo Bruce” e rifarti gli occhi ecco una gallery di immagini di divani lineari.

Divani: foto di cinquanta sfumature di relax

Divani: croce e delizia dei pigroni, alcove dei pisolini pomeridiani, morbidi rifugi anti-stress. Quante cose può fare un divano?
Il salotto è per eccellenza il luogo di incontro della casa, il posto dove facciamo accomodare i nostri ospiti, dove i bambini giocano o guardano i cartoni animati, dove i ragazzi invitano gli amici per lunghe partite alla PlayStation.
Centro di tutte queste attività sono i divani: ecco quindi che diventa indispensabile scegliere il modello più adatto a noi, a seconda dello spazio a disposizione, dei nostri gusti e dello stile che caratterizza l’arredamento della casa in cui viviamo.

Come sempre quando si parla di stile esistono dei classici: i divani bianchi, a cui ho dedicato uno speciale che potete leggere qui, e quelli in pelle nera sono senza dubbio fra i modelli più scelti. Per quanto riguarda invece forme e dimensioni c’è l’imbarazzo della scelta tra divani 2 e 3 posti, spesso proposti anche in versione maxy, angolari e con penisola. Per approfondimenti potete guardare questo video.

Questa volta invece ci vogliamo dimenticare per un momento di tutti i dettagli tecnici e dedicarci a foto di divani di ogni tipo, stile e dimensione. Non c’è niente di meglio che una buona gallery di immagini per trovare la giusta ispirazione.

Divani Design
Forme contemporanee, minimalismo e una linea più attenta all’estetica che al comfort. Non significa che siano scomodi, sono semplicemente meno adatti ad una casa informale e giovane, a chi magari ha bambini e amici a 4 zampe e quotidianamente vive il salotto come un “campo di battaglia” e di gioco.

Divani: Good Mood di Bonaldo

Divani: Good Mood di Bonaldo

Good Mood di Bonaldo ha schienali bassi ma regolabili in altezza per permettere una seduta confortevole.

Divani Total Black
I divani neri sono un classico dell’arredamento per il salotto. In tessuto o in pelle per gli amanti del genere. E’ sicuramente una scelta sempre elegante e dal look intramontabile.

Divani: Murray con poggiatesta reclinabili

Divani: Murray con poggiatesta reclinabili

Qui Murray con penisola e comodi poggiatesta reclinabili.

Luxury
Per chi ama lo stile affettato e raffinato delle dimore di lusso da rivista patinata.
Dettagli ricercatissimi e materiali pregiati in un divano scultura: protagonisti assoluti del luxury living sono i Twist di Cantori.

Divani design Twist di Cantori

Divani di design Twist di Cantori

Comodità
Morbido, accogliente e in piuma d’oca: praticamente l’archetipo del divano. Modelli come Alexander sono in grado di arredare  qualsiasi ambiente: trasformisti e versatili, basta cambiare rivestimento e colore per farne ciò che volete. Da notare i piedini alti in metallo: alleggeriscono le forme del divano e gli conferiscono un look contemporaneo.
Divani: AlexanderDivani in Pelle
…magari dal fascino retrò come Mr. Blue, con i suoi piedini a vista in legno scuro e la pelle effetto vintage. In perfetto stile “Mad Men”.Divani: Mr BlueI Classici
A fiori, in stile provenzale, damascati, vellutati: i divani classici condividono alcuni elementi che li caraterizzano che, oltre ai rivestimenti, possono essere individuati nei braccioli arrotondati e leggermente sporgenti, negli schienali alti e nelle forme morbide.
I divani classici inoltre sono quasi sempre disponibili solo nei modelli lineari 2 o 3 posti, con poltrona abbinata.

Divano classico Calliope, anche nella versione divano letto.

Divano classico Calliope, anche nella versione divano letto.