Il progetto di Sara: arredare quattro camere da letto eleganti a Milano

Arredare quattro camere da letto, con arredi di lusso, per delle suite in centro a Milano.
La richiesta è precisa e la sfida viene subito accolta dalla nostra Sara. Quando si parla di camere da letto e lusso, il binomio fa immediatamente pensare a grandi letti dallo stile classico o barocco, ma pensando a Milano il richiamo del design moderno e non-convenzionale è troppo forte. Dopo una breve consultazione, il mood è tratto: eleganza sì, ma rivisitata in chiave contemporanea.
Due camere misurano circa 20 mq, le altre due si aggirano intorno ai 17 mq. L’esigenza è quella di proporre arredi eleganti e ricercati ma, come richiesto dal cliente, è importante contenere l’ingombro. Essendo stanze destinate ad essere utilizzate come luxury guest house, è necessario arricchirle con altri dettagli e complementi funzionali, come poltroncine, scrittoi, mobile tv. In ogni camera è inoltre presente un armadio o una cabina armadio, in un caso è perfino presente un divano letto: insomma, l’equilibrio tra arredi esteticamente “importanti” e loro dimensione deve essere attentamente studiato per fare in modo che ogni suite sia piacevolmente vivibile.

La planimetria delle quattro camere da letto suite fornita dal cliente.

La planimetria delle quattro camere da letto suite fornita dal cliente.

Pensando all’uso turistico che verrà fatto delle suite, i materiali scelti per gli arredi devono essere resistenti e facilmente lavabili e igienizzabili. Per i letti la proposta di Sara si concentra immediatamente sull’ecopelle. Un’ecopelle di qualità risulta del tutto simile alla pelle: bella da vedere, piacevole al tatto, di costo molto più contenuto rispetto alla pelle e soprattutto di più facile manutenzione.
I letti proposti sono tra i più eleganti: protagonista il capitonné, rivestimento trapuntato da sempre associato ad ambienti dall’eleganza ricercata. Vengono selezionati Varsavia, Symphonia Butterfly, Arabesque e Stratford. Lo stile classico a cui viene spesso associato il capitonné viene sdrammatizzato dalle forme moderne che contraddistinguono i quattro modelli, perfettamente inseribili in ambienti classici o contemporanei. A fare la differenza è di fatto l’insieme di dettagli che fanno da cornice al letto: i complementi, il colore delle pareti, gli oggetti decorativi.

Varsavia è stato realizzato in ecopelle bianca con testuera impreziosita da Swarovski e piedini inox lucido.

Varsavia è stato realizzato in ecopelle bianca con testuera impreziosita da Swarovski e piedini inox lucido.

Symphonia Butterfly è stato realizzato con la stessa ecopelle effetto velluto scelta per Arabesque. Piedini sempre in acciaio lucido.

Symphonia Butterfly è stato realizzato con la stessa ecopelle effetto velluto scelta per Arabesque. Piedini sempre in acciaio lucido.

Arabesque è stato personalizzato con testiera in ecopelle effetto velluto e giroletto in legno wengè.

Arabesque è stato personalizzato con testiera in ecopelle effetto velluto e giroletto in legno wengè.

Per Stratford è stata scelta l'ecopelle bianca, in abbinamento a Varsavia, con Swarovski sulla testiera.

Per Stratford è stata scelta l’ecopelle bianca, in abbinamento a Varsavia, con Swarovski sulla testiera.

Il progetto si è concluso con successo e tra pochi mesi vedremo il risultato del lavoro di Sara. Per ora ecco una piccola “mappa” del posizionamento dei letti e alcuni suggerimenti per creare angoli relax all’interno della stanza. Come vi ho già anticipato una delle camere è stata dotata di un divano letto matrimoniale. Noi abbiamo scelto Ellis di Milano Bedding, dotatto di gonna a balza per un tocco classico, ma con braccioli dal taglio inusuale. Cliccate sull’immagine per ingrandirla.

progetto-camere-da-letto-eleganti-idee-arredamento

Arrivederci al prossimo progetto!

Il comò bombato con un diavolo per capello

Una ne fa cento ne pensa. Anzi: cento ne fa e mille ne pensa, questo comò bombato moderno e dall’animo artistico, prodotto dal brand brianzolo Modà.
Le creazioni artistiche implicano una buona dose di originalità, ma anche di conoscenza della tradizione. Spesso infatti, sia nel design che nella moda, come nella letteratura e nell’arte, le creazioni di maggior successo sono anche rivisitazioni ed omaggi a più antiche espressioni. Michelangelo non sarebbe stato lo stesso se non avesse conosciuto i lavori di Leonardo, come Karl Lagerfeld non farebbe ciò che fa se Coco Chanel non fosse mai esistita…gli esempi si sprecano.
Nel design la rivisitazione di arredamenti della tradizione è un must: fonti di ispirazione che vengono stilizzate o arricchite, destrutturate e ricostituite, vengono sottoposte a restyling o a cui viene aggiunto un dettaglio spiazzante.
Ed ecco che dall’archetipico comò bombato tanto in voga nel XVIII secolo come questo…Comò del XVIII secolo immagina via www.artslife.compossono nascere comò come questi:

Comò Concept by Modà Collection

Comò Concept by Modà Collection

Parliamo spesso di personalizzazione dell’arredamento e questo comò è senza dubbio uno degli esempi più calzanti: può essere laccato o in legno, decorato a mano da artisti professionisti o tempestato di strass, ci sono decine di maniglie a disposizione e tanti originali tessuti con cui rivestire l’intera superficie del mobile.
Guardate ad esempio il campionario maniglie e cercate di tenere a bada la gazza ladra che c’è in voi:


E vediamo solo alcuni dei modelli realizzabili…una galleria davvero limitata rispetto a ciò che è possibile fare con Concept.

Dettaglio finitura foglia argento.

Dettaglio finitura foglia argento.

La finitura foglia argento è realizzata seguendo antiche tecniche artistiche che risalgono al Medioevo: sono rispettate le varie fasi di lavorazione ed i tempi di asciugatura.

Comò Concept nel modello in legno Makassar.

Comò Concept in Makassar.

L’ebano Makassar è un legno pregiato e raro, impiegato in ebanisteria, falegnameria fine, tornitura e per la fabbricazione di strumenti musicali. È un’essenza rara che proviene dall’Indonesia.

Comò bombato rivestito in tessuto.

Comò bombato rivestito in tessuto.

Versione Sixties in tessuto optical.

Versione Sixties in tessuto optical.

Per gli amanti del vintage anni ’60 questa versione in tessuto fantasia optical è un must have.

Rivestimento in lana Fucsia.

Rivestimento in lana Fucsia.

Un comò bombato colorato è già una trovata originale, ma che ne dite di uno completamente rivestito in lana fucsia?

L'originale laccato Black Vintage.

L’originale laccato Black Vintage.

Il laccato Black Vintage è una particolare laccatura spazzolata caratterizzata da piccoli dettagli volutamente rovinati, attraverso cui traspaiono colori fluo che sembrano nascosti sotto la cappa nera.

Una delle mie citazioni favorite dice che “il diavolo sta nei dettagli” (Mies Van der Rohe): se così fosse questi comò bombati rimangono di una bellezza paradisiaca, ma certamente nascondono un dark side

Scoprite tutti i comò e comodini Modà in promozione

Fra tradizione e innovazione: letti in ferro battuto per tutti i gusti

I letti matrimoniali in ferro battuto sono senza ombra di dubbio un classico dell’arredo per la camera da letto. Dire “classico dell’arredo” non significa dire che i letti in ferro battuto sono pensati esclusivamente per arredare ambientazioni classiche o tradizionali.
Ci sono due “scuole di pensiero”: da una parte il vero e proprio letto classico, dall’altra le rivisitazioni in chiave moderna.

Il letto in ferro battuto classico
Resistente, elegante, destinato a non passare mai di moda: chi sceglie un letto in ferro sa di acquistare un arredo intramontabile, frutto di lavorazioni artigianali che affondano le radici in un’arte antichissima. La forgiatura e la modellazione avvengono ancora con l’intervento manuale dell’uomo, un valore aggiunto unico nel suo genere.
Ci sono ancora letti come Luigi Filippo: in ferro pieno trafilato, con saldature levigate manualmente e preziosi dettagli rastremati e forgiati. La rifinitura avviene attraverso otto passaggi realizzati a mano.

La malleabilità del ferro battuto permette di creare forme innovative in grado di trasformare il letto ed adattarlo ad ambientazioni e stili che si intendono proporre. Dal più tradizionale letto in ferro battuto che possiamo immaginare inserito in una casa di campagna, fino al modello di ispirazione barocco-moderna che può portare alla creazione di un letto matrimoniale come Acanto giocato sul contrasto tra la morbida testiera in lavorazione capitonné incastonata in una cornice in ferro battuto in preziosa foglia argento.

La più classica versione del letto in ferro battuto è quella rappresentata da Orlando: testiera a motivo floreale con sinuosi intrecci di foglie stilizzate che possono, a seconda del modelli, custodire al loro centro il tipico cammeo ovale impreziosito da fiori dipinti.

Il letto in ferro battuto moderno
La rivisitazione moderna del letto matrimoniale in ferro battuto propone modelli davvero differenti tra loro, con testiere di volta in volta complesse o estremamente essenziali, al limite dell’austero.
Gaia ad esempio riprende il design floreale di un letto classico ma lo semplifica attraverso la stilizzazione di foglie che sembrano rubate ad un quadro naive.

E se si parla di forme prese in prestito dall’arte moderna non può sfuggirci il letto in ferro battuto Klimt: testiera a rampicanti dorati in perfetto stile art nouveau. L’artista avrebbe apprezzato!

E per chi vuole uno stile davvero moderno ed essenziale Mondrian propone una complessa struttura in ferro battuto composta da anelli di varia grandezza uniti e sovrapposti.

Come ho già detto la fantasia dell’artigiano e la versatilità del materiale portano alla creazione di letti estremamente differenti tra loro, in grado di soddisfare gusti ed esigenze di ogni tipo. Per darvi un’idea vi lascio con una galleria di foto di letti in ferro battuto classici e moderni.

God is in the detail: letti matrimoniali al microscopio

Non finiamo mai di stupirvi e non ci stanchiamo mai di ampliare l’offerta di prodotti: uno dei nostri punti forza non è proprio l’assortimento?
Avanza l’autunno e viene sempre più voglia di passare più tempo a letto. Comunque vogliate passare questo tempo, fatelo con stile ed eleganza e informatevi sulle ultime tendenze in fatto di…arredamento per la camera da letto! Naturalmente, cosa pensavate?

Le nuove collezioni presentate all’ultimo Salone del Mobile sono finalmente approdate sui lidi di ArredaClick e sapete la bella novità? Propongono letti matrimoniali morbidi e accoglienti, pensati per rendere ancora più odiosa la sveglia mattutina.La morbidezza non è un’opinione: è li da vedere.
Ma la qualità si vede anche dai piccoli dettagli e dalla cura posta nella loro creazione. Questi letti matrimoniali sono caratterizzati da preziose lavorazioni che denotano tutta la passione posti nella creazione del prodotto.
A volte ciò che vale per gli abiti vale anche per i mobili, soprattutto se parliamo di letti matrimoniali in tessuto! Proprio come in un lavoro di alta sartoria, anche il rivestimento di un letto haute couture si contraddistingue per ricercatezza e qualità dei materiali.
Ed è per questo motivo che non mostrerò i letti per intero, ma farò vedere solo alcuni dettagli che ritengo definiscano il carattere di questi morbidissimi letti matrimoniali.

Se vi dicessi volant cosa vi viene in mente? A me un tessuto classico svolazzante, molto femminile. Invece ecco che compare un letto come Arya: design rigoroso reso quasi maschile dal tessuto gessato e volant che corrono lungo tutto il perimetro delle sue forme imbottite, ma essenziali. Per l’uomo che non deve chiedere mai!La camera da letto moderna ma romantica punta invece a forme morbide, semplici, impreziosite da dettagli prettamente classici come il giroletto a gonna di Bokè.
Dettaglio sartoriale: la cucitura volutamente visibile può essere messa ulteriormente in evidenza dal filo di colore a contrasto.Se per voi il comfort non è mai troppo, avrete sicuramente in mente dei letti matrimoniali pieni di cuscini. Allora Aston è quello che fa per voi: non due, ma ben tre cuscini di testiera. E se la sartorialità è il fil rouge della collezione, date un’occhiata qui:I fiocchetti li avevate già visti, sono ormai un classico, ma le martingale? Appannaggio esclusivo di giacche e cappotti ispirati all’ippica, sono state applicate qui su testiera e giroletto. Un tocco sbarazzino dall’eleganza country.

Un altro classico dei letti matrimoniali è il rivestimento trapuntato. La trapuntatura è quella particolare cucitura a quadri o rombi. Si ottiene cucendo insieme due strati di tessuto in cui è inserita l’imbottitura: in questo modo il materiale dell’imbottito rimane “intrappolato”. Questa tecnica tradizionale consentiva di mantenere le trapunte sempre in forma poiché il materiale utilizzato per l’imbottitura rimaneva ben distribuito su tutta la superficie. Insomma, nessuno sotto la coperta rimaneva al freddo!
Marlon riprende tutta l’aura vintage del trapuntato ma la propone in una chiave moderna e in un colore di tendenza.Se dovessimo definire quali sono le caratteristiche di questi nuovi letti matrimoniali potremmo riassumerle in: comfort, morbidezza e nostalgia. Nostalgia per le forme tradizionali del letto e per una camera da letto accogliente, in cui il tessuto e le forme morbide la fanno da padrone. La casa torna ad essere un nido confortevole in cui rifugiarsi a fine giornata ed in cui passare del tempo con chi amiamo. Bè, per questo non c’è niente di meglio che un bel letto matrimoniale, o no?

Se state morendo dalla voglia di vederli nella loro morbida interezza…non posso fare a meno che lasciarvi con una galleria di foto di letti!