Marcel Breuer

A pochi giorni dal 110° anniversario della nascita di Marcel Breuer uno dei più grandi architetti e designer d’interni del XX secolo, troviamo doveroso rendergli omaggio e ricordare la sua opera con un post dedicato sul nostro blog.
Marcel Breuer nasce a Pécs, in Ungheria nel 1902, grazie ad una borsa di studio vinta nel ’20 emigra in Austria dove vi rimane solo per un breve periodo. Insoddisfatto dell’educazione che stava ricevendo all’Akademie für Bildende Künste nel ’21 si trasferisce a Weimar per frequentare il corso base dello Staatliches Bauhaus dove completò, fra gli altri, un apprendistato in falegnameria che gli risulterà molto utile quando, molti anni più tardi, progettò dei mobili ispirati dall’opera di Alvar Aalto, come la Long Chair.
Marcel Breuer Long Chair - 1936L’ispirazione più forte non gli arrivò però dal mondo del design e dell’arredamento, ma da quello delle biciclette: pare infatti che Breuer fu ispirato proprio da una bicicletta quando incominciò a progettare le sue sedute più famose, quelle costruite in tubolare metallico.
Marcel Breuer - Wassilly (1925)Marcel Breuer disegnò la Wassily nel 1925. In quel periodo Marcel rivestiva il ruolo di capo del laboratorio di falegnameria al Bauhaus nel frattempo trasferitosi a Dessau.
Originariamente progettata per l’abitazione di Wassily Kandisky divenne un classico della storia dell’arredamento del XX secolo.
Sempre di questo periodo (anno 1928) la nascita della sedia Cesca; il nome deriva dal nome della figlia di Marcel Breuer, Francesca.
Sedia Cesca B32 di Marcel BreuerBreuer tenta di coniugare tradizione e modernità traendo ispirazione dalle sedute cantilever di precedente produzione. Caratteristica importante di questa sedia è la sua comodità: le sedute in legno e canna d’India o in pelle o tessuto imbottiti accolgono con morbidezza la persona evitando il contatto con il freddo acciaio cromato della struttura.
La struttura a tubi in acciaio cromati garantiva una ottima elasticità senza dover ricorrere a molle o elastici.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>