Idee per arredare casa: oggetti del desiderio #11

L’oggetto del desiderio di questo martedì è la sedia Jonathan 30, non una sedia qualsiasi ma una sedia che ha vinto il premio Interior Innovation Award 2014, considerato in tutto il mondo uno dei più prestigiosi premi di design nel settore arredamento.
E’ la rivisitazione moderna della sedia progettata e disegnata nel 1983 da Paolo Nava, riproposta nell’innovativo materiale FreeForm.

sedia-jonathan-30

“Esaminai le parti scomposte, cercando di portarle alla loro sintesi sia formale che minimale. Il risultato fu un cerchio sia per la seduta che per lo schienale e una sezione circolare per le gambe, elementi che sin dalle origine garantivano la smontabilità e la riducibilità totale in uno spazio minimo.” “Dopo parecchie prove, riuscii a trovare un sistema per unire il sedile allo schienale, e la sorpresa fu che, oltre a unire, questo giunto permetteva allo schienale di flettere, sfruttando le caratteristiche del legno curvato e unito in maniera circolare. (…)” Così Nava descrive questa sedia.
Quelli che lui chiama “cerchi per seduta e schienale” donano a Jonathan 30 la definizione di “sedia a medaglione”.

Le quattro gambe d’appoggio sono in legno massello noce americano o rovere, la seduta è disponibile in poliuretano FreeForm schiumato a freddo in 12 colori diversi o in canna naturale intrecciata, il raccordo tra seduta e schienale in alluminio laccato bianco o nero.

Oltre ad avere una forma ergonomica, con seduta e schienali curvati per offrire comfort di seduta, Jonathan 30 ha un design moderno ed elegante. Le numerose finiture in cui è disponibile la rendono una sedia versatile e adatta a contesti diversi. La canna intrecciata è perfetta per un ambiente classico, il FreeForm colorato in un ambiente più moderno e giovanile.

(Fonte citazioni: archiportale.com)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>