Comprare la cucina online secondo noi e secondo “Progetto Cucina”

Tornare in ufficio dopo le vacanze di Natale non è mai una bella esperienza, ammettiamolo. Per quanto l’open space ArredaClick possa essere luminoso, accogliente e lontano anni luce da certi uffici-alveare, è impossibile non sentire la mancanza della nostra home sweet home. C’è da dire però che tornare e trovare una bella sorpresa sulla scrivania fa sempre piacere: dicembre ha infatti visto la pubblicazione di un articolo sulla rivista specializzata Progetto Cucina completamente dedicato alle nostre cucine, ma soprattutto ai vantaggi del comprare online e alle possibili integrazioni e collaborazioni future tra web e negozi tradizionali. La rivista si rivolge ai rivenditori di cucine che vogliono rimanere aggiornati sulle opportunità di business che possono provenire dall’industria del mobile da cucina.

Progetto Cucina – Anno IX n. 12 – Dicembre 2013

Web e Negozi: perché comprare la cucina online non significa distruggere i canali tradizionali

Il titolo significativo (quasi un augurio) dell’articolo cita: “Web e Negozi: i vantaggi dell’integrazione” ed esordisce così: “Dal sito e-commerce ArredaClick arriva un nuovo modo di concepire la vendita, dove on line e negozio fisico, se utilizzati in sinergia, possono portare risultati concreti alla produzione e alla distribuzione tradizionale”. La vendita di cucine online è diventata in questo caso il pretesto per discutere argomenti molto più ampi: dal 2008 vendiamo mobili online, ma pare che sia stata proprio l’introduzione delle cucine a risvegliare l’interesse degli addetti ai lavori.

Perché proprio le cucine? Non è difficile da immaginare. La progettazione di una cucina è considerata compito di esperti del settore e l’acquisto è da sempre gestito all’interno di negozi specializzati e da arredatori: nessuno privo di un minimo di conoscenze tecniche si sognerebbe mai di progettarsi la cucina da solo e procedere all’acquisto.
Nessuno prima dell’arrivo di ArredaClick, lasciatemelo dire!

Siamo partiti dalle sedie e siamo inesorabilmente passati a mobili sempre più complessi, dai divani modulari alle cabine armadio, passando per le pareti attrezzate per il soggiorno.
Abbiamo lavorato per creare configurabili sempre più intuitivi, abbiamo creato un canale e poi l’abbiamo smontato e reso ancora più semplice. Abbiamo letteralmente ridotto a pezzetti le nostre cucine per permettere agli utenti di creare la propria composizione quasi-su-misura. Abbiamo ideato un planner cucine intuitivo e semplice a cui si è aggiunto un configuratore colori.
E non abbiamo ancora finito!

Lo sbarco delle cucine in Rete è quindi diventata una bella occasione per affrontare un annoso problema che pare affliggere i distributori tradizionali e i produttori. Per i non addetti ai lavori può sicuramente risultare noiosa la spiegazione del rapporto fra questi due attori del processo di vendita, ma se volessimo riassumere in pochi punti la teoria proposta a “Progetto Cucina”, potremmo farlo con alcuni significativi estratti:

- SINERGIA: “l’obiettivo è arrivare a una sinergia tra i due canali di vendita” a.k.a. l’e-commerce e la Rete non sono il nemico.

Per ArredaClick il Web è un canale informativo da utilizzare come strumento di amplificazione delle innovazioni concepite per riformare i processi distributivi. Insomma, la Rete non è un’alternativa totalitaria al negozio tradizionale. Auspichiamo invece ad una convergenza dei due mezzi: negozio fisico e sito web.

- CLIENTE INFORMATO = CLIENTE QUALIFICATO: “il portale Web è strutturato per una navigazione a livelli e studiato perché il cliente possa costruire in totale autonomia il proprio arredo attingendo a un assortimento ampio e profondo”.

Se ci si immaginasse lo stesso sistema applicato ai siti dei produttori, senza nulla togliere ai negozi, si arriverebbe ad ottenere una clientela informata e con le idee più chiare. Detto in termini tecnici, si otterrebbe un “incremento del traffico qualificato nei punti vendita”. Senza nulla togliere ai negozi, appunto.
Potersi informare da casa, poter progettare con calma e in autonomia attraverso configuratori e planner, valutare il proprio progetto ed eventualmente rivolgersi all’arredatore per consigli e correzioni: il risultato sarebbe un cliente più aperto al confronto e più rilassato, consapevole e padrone di sé, un cliente più…felice?
E non è proprio questo il sogno di tutti coloro che si occupano di vendita?

- I PREZZI: “la trasparenza del prezzo, non molto praticata nel canale mobilieri, scardina un sistema commerciale di lunga data che a ben vedere sta mostrando le sue fragilità”.

Detto in parole povere: con il sistema ArredaClick la stessa cucina ha lo stesso prezzo in tutta Italia. Il cliente lo vede da casa e può salvare il suo preventivo, che rimarrà invariato.
Potrebbe essere, questa, la nota più dolente di tutto il discorso…almeno per alcuni.

- E VA BENE, NON SIAMO PERFETTI… : “i prezzi del portale non sono poi così “stracciati” come molti siti di e-commerce ci hanno abituati a credere”.

Se si considera che non offriamo il montaggio, cosa che quasi la totalità dei negozi di mobili tradizionali garantisce, la convenienza economica viene in parte eclissata dalla necessità del fai da te totale: dalla progettazione, alla personalizzazione, fino al montaggio della cucina che non possiamo certo definire una passeggiata.
Tuttavia la crescita di ArredaClick dimostra che la metodologia di acquisto proposta non spaventa affatto. Gli strumenti che mettiamo a disposizione aiutano anche nella gestione del montaggio, senza dimenticare che il Servizio Clienti di ArredaClick è sempre disponibile per risolvere anche le problematiche più delicate.

Concludo con una citazione dall’articolo che ha ispirato questo post: “A fronte dei vantaggi enunciati, difficili da controbattere, [...] è giusto prendersi tutto il tempo per riflettere, con la consapevolezza però che il futuro potrebbe passare proprio per queste strade già percorse in altri canali”.

Ringraziamo il Direttore di “Progetto Cucina” Anna Montalbetti per la disponibilità e l’opportunità dataci.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>