Backstage Rai2: fatto!

La domenica mattina è fatta per poltrire a letto un po’ più a lungo del solito.
Si può leggere un libro, fare colazione tra le lenzuola e se piove si può anche guardare un film oppure portarsi il laptop a letto e curiosare Facebook.
OPPURE si può leggere il blog di ArredaClick per trovare tantissime idee per arredare casa, o semplicemente migliorare alcuni spazi. Questa settimana ci siamo dati davvero da fare con gli speciali fotografici dedicati all’arredo di varie stanze della casa.

Se proprio non avete voglia di leggere, vi regaliamo l’esilarante video del backstage della diretta Rai dello scorso 17 gennaio. Per chi non lo sapesse, siamo andati in televisione, e non su una rete qualsiasi, ma su Rai2 in prima serata. Per un riassunto degli argomenti di cui abbiamo parlato con Nicola Porro di VIRUS cliccate qui.
E per chi non ci conoscesse per nulla, sappiate che siamo dei fan dei backstage (qui il backstage del servizio fotografico per le foto della pagina Chi Siamo di ArredaClick.com).

Guardate un po’ cosa è successo prima, durante e dopo le riprese in diretta dall’open space ArredaClick.
Have fun!

Clicca qui per guardare il video su YouTube

C’era un volta la Brianza…e c’è ancora. No, non quella di Virzì.

Apparire in televisione è una strana sensazione e penso di parlare a nome di tutto lo staff di ArredaClick quando dico che è un’esperienza davvero unica, a tratti surreale, a tratti perfino straniante. Se poi si appare come oggetto dell’attenzione…diventa quasi impossibile non sentire le farfalle nello stomaco ed una buona dose di sano e puro orgoglio.

Orgoglio di far parte di una realtà davvero unica nel suo genere, talmente unica e speciale da attirare l’attenzione di un giornalista di una delle principali reti televisive italiane. Sto parlando di Rai2 e del programma VIRUS, condotto da Nicola Porro e in onda ogni venerdì in prima serata.
Ne avevo già parlato in questo post, in cui annunciavo che avremmo partecipato come ospiti in diretta dai nostri uffici.
Se volete guardare la puntata la trovate in streaming su Rai.tv.
Potete trovare l’intervento del fondatore di ArredaClick a 01:47:05 (subito dopo Sgarbi).

Al di là dell’inevitabile richiamo al film di Virzì, possiamo considerarci davvero soddisfatti del ritratto della Brianza che invece è emerso dagli interventi degli imprenditori invitati.
Io il film di Virzì “Il Capitale Umano” non l’ho visto ma ho letto varie recensioni: un ritratto crudo, forse irreale e esagerato così come dettano le regole del cinema.
Quello che è certo è che noi, le persone che vedete nel video, non facciamo parte di QUELLA Brianza.
Nello Staff che compone la squadra di ArredaClick c’è chi è brianzolo, c’è chi viene da Milano e chi dalla Francia, chi ha studiato a Parigi e in Gran Bretagna, c’è chi vive con i genitori, chi vive solo o accompagnato e chi paga l’affitto o sta comprando casa. Abbiamo dai 21 ai 36 anni, siamo tante donne e tanti uomini, a volte usciamo a prenderci una birra, ci sono amici e ci sono colleghi. Fuori dall’open space ArredaClick non vedrete auto di lusso e c’è perfino chi viene a piedi, in bici (e da Milano!) o chi fa carsharing.

Per fortuna l’innovazione, anche in Brianza, si fa come in ogni altro posto del mondo: cambiando atteggiamento e cambiando le cose, a volte stringendo i denti altre volte trovandosi a bere una birra (o due).

Miniforms: arredamento, tradizione…nudità

Miniforms: arredamento di design, tavoli dalle forme essenziali, sedie in legno originali, complementi d’arredo unici, credenze e mobiletti multimediali.
Così suonerebbe la definizione di Miniforms se entrasse nel vocabolario della lingua italiana.
Così come vogliono mostrarsi loro al mondo:

Giovani, dinamici, attenti ai dettagli, ma con un occhio di riguardo alla tradizione. E quando in arredamento si parla di tradizione si parla naturalmente di legno.

Creatività ed originalità contraddistinguono il marchio Miniforms. L’azienda, precedentemente Inveta, nasce nel 1962 e si specializza in tavolini e complementi.
Gli anni ’70 e ’80 vedono l’apertura a mercati internazionali e l’allargamento dell’offerta di prodotti a sedie, tavoli, librerie e soluzioni per la zona giorno. Nel 2009 Miniforms passa alla seconda generazione che da subito si lancia in un restyling estetico, portato avanti anche grazie al prezioso contributo di giovani designer italiani.
È grazie alla sinergia tra tradizione e innovazione che gli arredamenti e complementi Miniforms propongono uno stile giovane e grintoso. Il binomio si riflette anche nei materiali: protagonista assoluto delle collezioni rimane il tradizionale legno massello, accompagnato da aggiunte attuali che coinvolgono sia i materiali che le forme in cui essi vengono declinati.
Legno e colori vivaci e attuali, legno e acciaio, vetro e alluminio.
La disarmante semplicità di questi arredi li rende davvero irresistibili: sono essenziali, quasi nudi, si ispirano a un design minimalista senza però trasmettere il senso di freddezza che lo stile minimal può spesso comunicare. Merito del calore del legno?

Parlando di “nudità” non posso che pensare alla sedia Pelleossa.

sedia design

Sedia di design Pelleossa in legno e cuoio.

Sedia Pelleossa Miniforms nel ristorante milanese 28PostiStruttura letteralmente ridotta all’osso, con seduta in cuoio o tessuto. È stata scelta per arredare il ristorante milanese 28Posti, opera di design sociale la cui realizzazione ha svegliato l’interesse della celebre rivista di architettura e interior design Domus.

Non finisce qui, perché nel 2011 Miniforms riceve ben due riconoscimenti. Il tavolo Otto vince il Premio Young&Design. Otto è una eterea creatura del giovane designer Paolo Cappello, legato a Miniforms da una lunga “storia d’amore” fatta di prodotti di successo tra i quali c’è anche la famosa credenza Caixa con casse integrate e la scrivania Bardino con dock station.

Tavolo di Miniforms Otto. Design di Paolo Cappello.

Tavolo di Miniforms Otto. Design di Paolo Cappello.

Caixa di Miniforms: credenza multimediale ideale anche come porta-tv.

Caixa di Miniforms: credenza multimediale ideale anche come porta-tv.

Sono sicura che Miniforms non finirà di stupirci, basti pensare all’ultimo catalogo fotografico in cui l’attenzione per ambientazioni e colori ci fa già indovinare quale sarà il primo stand che visiteremo al prossimo Salone 2014. Guardate cosa sono stati capaci di fare al Salone del Mobile di Milano 2013 e aspettatevi grandi cose…

Clicca qui per scoprire tutti gli arredi Miniforms online su ArredaClick.com

tavolo miniforms

Tavolo di Miniforms Decapo e madia design Galena presentati al Salone del Mobile 2013

Natale: tempo di nuovi propositi e di album di famiglia

Natale è, tra tutte le festività, quella dedicata per eccellenza allo stare in famiglia. La cena della Vigilia e il giorno di Natale diventano un prezioso momento per stare insieme e staccare dalla routine quotidiana: i bambini non devono correre a scuola o in palestra, i genitori non devono scappare in ufficio, i nonni si godono tutta questa piacevole calma.
Quante volte in queste occasioni vi è capitato di tirar fuori gli album delle foto di famiglia?

Per tirare le somme di questo 2013 che sta per volgere al termine abbiamo pensato anche noi di riunire le foto più significative dell’anno, ma anche foto “storiche” che hanno segnato l’evoluzione di ArredaClick.com
Quest’anno è stato pieno di novità: nuove collaborazioni, l’ingresso delle cucine nel nostro infinito catalogo di arredamento, una squadra che cresce esponenzialmente, un nuovo layout grafico delle pagine del portale, sempre più social (da poco abbiamo rilanciato la nostra pagina Twitter @arredaclick, la pagina di Google+ che ogni giorno colleziona sempre “più +”), un nuovo studio fotografico, le prime newsletter, concorsi e promozioni, tanti nuovi video di consigli di arredamento by ArredaTips

Stiamo lavorando duro e su tantissimi fronti: l’open space ArredaClick somiglia ogni giorno di più ad un febbrile formicaio. E pensare che abbiamo cominciato così, in piena tradizione Silicon Valley: due persone, un garage, un (improbabile) computer. Bè, il garage per quanto ci riguarda era un piccolo ufficio di pochi metri quadrati…da notare la meraviglia di design su cui ha posato Luca Santambrogio, Direttore di ArredaClick! Poche foto per mostrarvi quanto stiamo “diventando grandi”.

Chi ci segue sul blog o sui sociale se lo ricorderà: per il nostro 5° compleanno ci siamo regalati un video “Chi Siamo” che documenta il divertente backstage dello shooting fotografico per le nuove foto ufficiali della pagina “Chi Siamo” del nostro portale. Se non l’avete ancora visto, vi consiglio vivamente di spendere un insignificante minuto e 17 secondi per conoscerci meglio.

Ed eccoci qui: una squadra di oltre 30 persone, età media 30 anni, quote rosa a livelli altissimi, lauree provenienti dalle migliori università italiane ed estere. Fatemelo dire: ma quanto siamo fi…no dai, belli e bravi?

#NBTW anche noi alla Notte Bianca di Twitter by Invasioni Digitali

Lo scorso venerdì 13 siamo stati invitati da Leonardo Tv a partecipare alla seconda Notte Bianca di Twitter: non potevamo declinare l’invito e abbiamo partecipato con due contributi fotografici. Insomma, alla richiesta “…la nostra proposta indecente è ancora una volta questa: volete trascorrere la notte con noi?!? :D” non potevamo che rispondere: CERTO CHE SI’!

La #NBTW è organizzata da Invasioni Digitali: Liberiamo la Cultura: iniziativa nata dall’idea di Fabrizio Todisco in collaborazione con la Rete di travel blogger italiani di #iofacciorete, Officina turistica, Instagramers Italia e l’Associazione nazionale piccoli musei.  L’obiettivo del gruppo è quello di diffondere la cultura dell’utilizzo di internet e dei social media per la promozione e diffusione del patrimonio culturale italiano.
Le iniziative di twitting di quest’anno erano divise in literature, food, art, music, travel a cui aggiungere una foto in cui apparisse il cartello con lo slogan “La Cultura non dorme mai”.

Detto, fatto.

#NBTWtravel
Le istruzioni” citavano: “viaggio attraverso le nostre città, i borghi, i centri storici, insomma il nostro Paese. Se siete in giro per la città partecipate “dal vivo” facendoci conoscere il luogo dove vi trovate oppure raccontateci per immagini o video quell’angolino d’Italia che proprio vi è rimasto nel cuore.”
Il luogo dove ci troviamo è la Brianza: un angolo di Lombardia in cui le colline annunciano la vicinanza delle Alpi. Nella foto vediamo uno scorcio di Carimate e del suo bel castello.
Terra di eccellenza artigiana e produzione di mobili…ci troviamo proprio nel posto giusto!

Il cartello “La Cultura non dorme mai”
 Anche a ArredaClick.com la cultura (soprattutto quella digitale!) non dorme mai.

Il perché delle librerie Almond: riassunto

Una libreria Almond permette di creare infinite composizioni adattabili a qualsiasi ambiente, contesto e gusto.

Come è possibile?

Ve lo spiego in tre punti:
1. la collezione Almond mette a disposizione elementi modulari che opportunamente combinati danno la possibilità di comporre una soluzione su misura per tutte le esigenze. Inoltre è possibile richiedere tagli su misura in altezza e larghezza, particolarmente utili nel caso di spazi ridotti o mansarde;

2. queste librerie componibili sono realizzabili in oltre 20 colori laccati e 4 laminati effetto legno. Tutte le finiture seguono le tendenze contemporanee in fatto di colori per la casa e si adattano perfettamente ad ambienti formali e informali;

3. con l’aggiunta di accessori o vari elementi strutturali Almond diventa un mobile contenitore con ante o cassetti, una libreria angolare o a ponte, un mobile per ufficio con casellari, un armadietto per detersivi e kit di primo soccorso, una parete attrezzata per il soggiorno, una libreria divisoria per open space e monolocali…

…lo vedete? Le soluzioni offerte da Almond sono davvero infinite, ce n’è una per ognuno di voi!
Se siete a corto di idee guardate alcune idee per cameretta, per librerie a ponte o librerie basse multifunzionali.

 

Un “Chi Siamo” così non l’avete mai visto!

Quante volte siete entrati a curiosare nella pagina “Chi Siamo” nei siti internet di aziende o di portali e-commerce?
Quante volte, delusi dall’assenza di volti sorridenti e amichevoli avete letto la solita sterile descrizione “Azienda giovane e dinamica…”?
Volete vedere che cos’è DAVVERO un’azienda fatta di persone DAVVERO giovani e DAVVERO dinamiche?
Check this out! Attenzione contenuti ad alto tasso di Rock&Roll.

Il 22 ottobre 2013, era il nostro compleanno: 5 anni contrassegnati da duro lavoro e grandi soddisfazioni. Al compimento del quinto anno ArredaClick.com si trova a dover affrontare ancora tante sfide: con la stessa passione del primo giorno ma con tante persone in più siamo pronti a veleggiare verso nuovi orizzonti.
Da 3 persone siamo oggi più di 30 e 30 è anche l’età media dello Staff ArredaClick.
Per scoprire cosa c’è dietro ad una start up in continua crescita basta concentrarsi e percepire tutta l’energia sprigionata da questo video: good vibrations è l’ingrediente segreto!

Work in Progress tra nuove foto, nuovi studi, nuove cucine…e tante risate!

Work in Progress è la nostra filosofia.
Sono giorni febbrili qui ad ArredaClick. Un po’ per il nuovo progetto MiniSystem, quello delle cucine per monolocali, ricordate? Un po’ perché tra pochi giorni è il nostro compleanno e vogliamo farci un bel regalo: prima di tutto stiamo lavorando ad un nuovo studio fotografico e poi stiamo preparando nuove fantastiche foto per mostrare a tutto il mondo online quanto siamo belli e simpatici :) Modestia a parte, come ogni portale che si rispetti anche noi abbiamo una pagina dedicata al “Chi Siamo“, per noi ancora più importante rispetto ad un’azienda tradizionale perché come e-commerce si impone la necessità di mostrare quante giovani, volenterose e preparate persone in carne ed ossa lavorano dietro ad un progetto come ArredaClick.com
Dico “progetto” a ragion veduta perché, come ho voluto sottolineare ad inizio articolo, qui nell’open space ArredaClick è un work in progress continuo. Avrò modo di presentarvi tutti i team che rendono ArredaClick.com possibile. Per ora accontentatevi di questa preview: prove tecniche nel nostro studio fotografico, in attesa del primo shooting. Qui sotto i protagonisti delle prove tecniche, prima più seri poi, cotti dalle luci di scena, più informali: Ma cosa succede nel nostro studio fotografico total black?
Chi ci conosce avrà ben in mente l’appuntamento con “Quando i Modelli Siamo Noi” sulla nostra pagina Facebook. Tutte le foto sono scattate nel nostro studio e hanno lo scopo di mostrare le reali dimensioni di mobili e arredi che spesso nelle foto dei cataloghi fotografici potrebbero sembrare più grandi o più piccoli di come realmente sono. La presenza di una persona serve a rendere meglio le proporzioni dell’oggetto in foto. Nel caso di sedie, sgabelli e poltrone questo è particolarmente utile per dare un’idea della profondità di seduta e della sua altezza da terra, dell’altezza dello schienale e della grandezza complessiva del prodotto, quindi più in generale dello stile e del comfort di seduta.
Ecco alcuni esempi di cosa nasce nel nostro studio fotografico:Ve l’avevo detto che siamo giovani e belli o no? :)

Continua il Concorso: 3 – 1 per le donne…

E’ passata poco più di una settimana dal lancio del concorso fotografico “Mettici la Faccia…Vinci il Design” ed abbiamo ricevuto diverse foto molto interessanti. Il week end si è rivelato molto produttivo: abbiamo ricevuto 4 foto davvero simpatiche.
Vi ricordiamo che per partecipare basta rispondere con una foto alla domanda:Ecco come hanno risposto gli ultimi partecipanti.

La disperazione di fronte ad una cucina (NON acquistata online!) crollata nella notte.Lei si gode gli ultimi raggi di sole e pensa alla sua futura casa…tutta con arredamento online ovviamente!Non vede l’ora di poter comprare la sua cucina online per poter preparare deliziose insalatine con quei graziosi pachino.Il pirata dice NO. Si sa, i pirati sono sempre gli ultimi a cedere, ma sarà solo un po’ di testardaggine?Continuate a inviarci le vostre foto-risposte all’indirizzo mail: concorso@arredaclick.com

Per guardare le altre foto-risposte sfoglia il nostro album Facebook “Mettici la Faccia…Vinci il Design”

Una cartolina dalla Germania

È talmente bello e funzionale nella sua purezza ed essenzialità che non potevano che innamorarsene subito: è il tavolo allungabile Kronos.
Poche settimane di vita ed è già partito per la Germania! La sua proprietaria ci ha inviato delle foto per dimostrarci che è giunto sano e salvo, che si dichiara soddisfatto del viaggio ed è pronto ad accogliere anche 8 persone!
D’altronde se sei un tavolo allungabile devi essere pronto a raccogliere tutte le sfide della vita quotidiana…La nostra gentilissima cliente tedesca ha davvero interpretato bene lo stile contemporaneo di questo tavolo, accompagnandolo con sedie dal design minimalista che strizzano l’occhio agli anni ’70.
Kronos è disponibile in tantissime varianti. C’è fisso o allungabile, in varie larghezze e lunghezze, con diversi modelli di gambe e numerosissimi colori e materiali. La scelta della cliente è caduta su un sobrio tavolo in vetro extralight bianco, con gambe in alluminio spazzolato. Moderno ed elegante!Menzione d’onore al dettaglio della struttura in alluminio spazzolato. Queste sono le foto che apprezziamo in modo particolare: prima di tutto perché mostrano dettagli che spesso vengono ignorati in fase di shooting fotografico e secondariamente perché, non mi stanco di ripeterlo, sono i dettagli che fanno la differenza. Soprattutto nel caso di tavoli allungabili è necessario scegliere un prodotto di qualità, anche per evitare brutte sorprese dopo qualche utilizzo del meccanismo di allunga.

Danke Schön alla nostra cliente tedesca e speriamo che lei, insieme alla nostra cliente francese di qualche settimana fa, sia uno stimolo per tutti: mandateci le foto dei prodotti che avete acquistato o acquisterete, non vediamo l’ora di vederli e vi promettiamo che ne faremo buon uso :)