Biocaminetti: foto e fiamme!

Cosa c’è di più romantico e rilassante del fuoco scoppiettante del caminetto? Ma se il caminetto non l’avete o non avete intenzione di imbarcarvi in costosi lavori di ristrutturazione ed opere murarie c’è una soluzione più semplice: i biocaminetti.

Cosa sono i biocaminetti e come funzionano?
La definizione corretta sarebbe “caminetti a bioetanolo”. Il bioetanolo è un combustibile naturale prodotto tramite un processo di fermentazione di prodotti agricoli ricchi di zucchero, come la canna da zucchero, la canna comune, tronchi di pianta o cellulosa.
Il bioetanolo può essere prodotto riutilizzando prodotti agricoli di scarto, rendendo possibile un processo “eco friendly” di smaltimento intelligente, significativo sia dal punto di vista economico che ecologico. Il combustibile è inodore e anallergico inoltre non produce alcun residuo per un biocaminetto libero da manutenzioni e pulizia del focolare. Le emissioni nocive sono praticamente inesistenti: infatti la quantità di anidride carbonica prodotta è pari a quella prodotta da una persona in una stanza.

Il funzionamento è semplice: il biocaminetto è dotato di un bruciatore in cui va versato il bioetanolo. Con l’acquisto di un biocamino solitamente viene fornito un kit completo di attrezzi per l’accensione e lo spegnimento, ma anche accessori come tronchetti effetto legno. Biocaminetti come Turandot possono essere completati con un kit di aromaterapia.

I modelli
I biocaminetti possono essere posizionati a parete, a incasso o free standing.
Vulcano, nella primissima immagine di questo articolo, è un esempio di modello free-standing. Se questa opzione è quella che fa per voi considerate anche una soluzione bifacciale come Boheme: una splendida idea per dividere con classe due ambienti contigui. Anche il biocaminetto a parete offre modelli moderni pensati per una casa contemporanea in cui essenzialità e minimalismo la fanno da padrone. Alcuni, come il modello Graffiti, giocano un forte ruolo decorativo, arredando la parete con un oggetto che possiamo ben definire di design.Se poi volete davvero distinguervi, o magari avete un locale e siete alla ricerca di arredi ultra-caratterizzanti, non fatevi scappare il biocaminetto firmato: Fuochino Pop Art è unico nel suo genere ed è creato da un’artista italiano esponente della Neo-Pop Art. C’mon Let’s Pop!

Cosa bisogna sapere prima di acquistare un biocaminetto…
I biocaminetti sono complementi moderni che offrono le romantiche suggestioni che solo la fiamma viva del camino può trasmettere. Allo stesso tempo non sono da intendersi come sostituto del riscaldamento domestico, pur emanando un piacevole calore e creando la stessa atmosfera unica. Se state prendendo in considerazione l’acquisto di un biocaminetto controllate attentamente: la capacità del bruciatore, l’autonomia ed il costo orario di consumo. Altro fattore è il volume minimo della stanza: fondamentale per stabilire se il biocaminetto che state valutando può essere inserito nella stanza in cui avete in mente di collocarlo.

Vi lascio con una gallery di biocaminetti tutta foto e fiamme! Ispiratevi e riscaldatevi…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>