Arredare una Casa Retrò come “Mad Men”

In principio fu Sex and the City con le sue folli cabine armadio. Dal 2008 lo show televisivo Mad Men ha cambiato completamente il volto della tv ed ha influenzato le mode in fatto di interior design. È tornata la casa retrò, l’arredamento vintage, il legno ed il metallo, le atmosfere essenziali ed al contempo kitsch degli anni ’50 e ’60.
Gli anni dell’America trionfante, del self made man tutto sigarette e scotch no matter what.

Arredare un casa alla Mad Men significa scegliere un design che ha fatto storia: Mies Van der Rohe, Charles Eames, Eileen Gray, Marcel Breuer , Eero Saarinen, Alvar Aalto.
L’ufficio di Don Draper è un tripudio di modernismo americano, dalle sedie in legno e canna di Vienna che ricordano la Cesca di Breuer alla credenza in legno scuro usata come mobile bar.
La procace segretaria Joan è spesso seduta su sedie in plastica colorata progettate in quegli anni dal designer Charles Eames, mentre la moglie di Draper racconta la sua vita matrimoniale sul Day Bed di Mies Van der Rohe.

La serie tv ha fatto dell’attenzione ai dettaglio di design quasi un’ossessione. L’appartamento ultra chic di Don Draper ha in terrazzo sedie in metallo Wire Chair, sviluppate da Eames e Bertoia e riprese anche da Magis nella sedia Piña.
E naturalmente, come in ogni casa ed ufficio americani di quegli anni, non poteva mancare il divano in pelle nera o bianca, meglio ancora se in stile Chesterfield.

Il divano era spesso accompagnato dalla poltrona con poggiapiedi di Eames, riservata al capo famiglia che poteva leggervi il giornale e fumare la pipa, o dalla sedia in pelle e metallo Wassily, disegnata da Breuer per il pittore Kandinsky, usata come poltrona d’attesa negli uffici dell’America del dopoguerra, in corsa per il successo a tutti i costi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>