Come preparare la casa per l’inverno

Nell’immaginario ideale il sogno di molti è quello di trascorrere l’inverno così…
Comodamente seduti su una poltroncina a dondolo, coccolati dal tempore del caminetto e dal leggero scoppiettio della legna che brucia e delle fiamme che divampano.
Lasciarsi dolcemente dondolare mentre si sorseggia una fumante tazza di thè o si legge un buon libro.

Poltrona a dondolo Cornelia

Torniamo con i piedi per terra. Per trascorrere attimi di puro relax come quello appena descritto bisogna preparare la casa per l’inverno.

Riscaldare l’ambiente

Il camino dona alla casa un’atmosfera particolare. Riunirsi intorno al fuoco scoppiettante e allungare le mani in cerca di calore è una senzazione insostituibile… quasi insostituibile. Esistono caminetti e biocaminetti che ricreano le stesse sensazioni in poco spazio, con risparmio e in sicurezza.
È il caso del caminetto elettrico decorativo Rigoletto che riproduce in modo artificiale ma estremamente realistico l’effetto fumo e brace.

Caminetto elettrico Rigoletto

Date le sue dimensioni, Rigoletto è ideale per essere appoggiato su un basso tavolino da salotto. Se invece si preferisce una soluzione in appoggio a terra si può optare per il caminetto a bioetanolo free-standing Genesi.
La sicurezza è garantita dalla non emissione di sostante tossiche ed inquinanti, dal sistema antiribaltamento della struttura e da uno strumento di regolazione di intensità della fiamma. Genesi può addirittura essere completato da una vaschetta per l’aromaterapia.

Caminetto a bioetanolo Genesi

Riscaldare il pavimento

I tappeti sono elementi decorativi, utilizzati anche per proteggere dal freddo. Camminare in inverno a piedi scalzi sul pavimento di una casa che non ha un riscaldamento a terra non è certo piacevole e quindi è bene attrezzarsi.
Akita è un tappeto in lana moderno e colorato, caratterizzato da un piacevole ed elegante motivo geometrico, realizzato in lana certificata Woolmark, un importante marchio che certifica l’utilizzo di pura lana vergine.

Tappeto moderno da salotto Akita

Capri è invece un tappeto vintage ad effetto patchwork realizzato in poliestere sui toni chiari e delicati del sabbia.
Entrambe queste soluzioni sono indicate per arredare una casa nella stagione invernale. Scaldano, decorano l’ambiente e creano una piacevole atmosfera di calore.

Tappeto vintage ad effetto patchwork

Riscaldare il corpo

Fino ad ora abbiamo proposto soluzioni per preparare il salotto di casa per l’inverno ma non possiamo certo dimenticare la camera da letto. Coperte, piumini, trapunte e plaid aiutano a proteggersi dal freddo e a creare quella piacevole sensazione di calore che tanto desideriamo quando ci sdraiamo sotto le coperte.
BonneNuit è la nostra collezione di biancheria per la camera da letto che comprende lenzuola, federe, quilt ma soprattutto piumino e trapunta.
Il piumino quattro stagioni è disponibile con imbottitura in fibra o in piuma d’oca e si adatta a tutti i modelli di letto, da quello singolo a quello matrimoniale, anche rotondo.

Piumino letto quattro stagioni BonneNuit

Anche la trapunta invernale è disponibile in svariate dimensioni, modelli e colori ed è realizzata in cotone e lino. ”Effetto calore” assicurato.

Trapunta invernale BonneNuitLe temperature iniziano a scendere e non si può farsi trovare impreparati all’arrivo dell’inverno. Queste sono le nostre proposte, voi quali tecniche adottate per preparare la casa all’inverno?

Letto con cassetti estraibili per la cameretta dei bambini

La cameretta dei bambini è sempre un grande caos, non c’è mai abbastanza spazio per tutti i loro oggetti e mettere piede in questa stanza è paragonabile ad affrontare un campo minato, attenti sempre a trovare uno spazio per camminare.
Se anche ho un po’ esagerato sono sicura che non ho sbagliato di molto e anche le camere dei vostri bambini rientrano in questa descrizione. Giocattoli, giornalini, penne, colori, vestiti, scarpe e giacche, bisogna riuscire a trovare lo spazio per moltissimi oggetti. Armadi, librerie e cassettiere possono certo aiutare ma se vogliamo veramente sfruttare al massimo la stanza bisogna ricorrere ad un letto con cassetti estraibili.
Il letto è l’arredo immancabile in una camera da letto e allora perchè non trarre il massimo dei benefici aggiungendo anche uno spazio contenitivo sempre utile.

Paco di Bonaldo è un letto imbottito e colorato in tessuto, completato da una coppia di cassetti estraibili.

Letto Paco con cassettoni estraibili (3)

Sollevando il giroletto laterale si svelano i cassetti in metallo colorato dotati di ruote che permettono e facilitano lo spostamento. All’interno di questi cassetti si può inserire tutto ciò che si desidera: da lenzuola e coperte a vestiti, da scatole di giocattoli a libri e giornalini.

Jack di Milano Bedding è un letto singolo per cameretta disponibile in numerosi modelli, accomunati tutti dalla possibilità di dotare il letto di una coppia di cassetti in metallo. L’estetica del letto non è intaccata perchè i cassetti sono coperti da un giroletto alzabile solo all’occorrenza.

Letto singolo Jack con cassettoni estraibili

Gaia è un letto con cassetti estraibili molto simile ai precendenti. La caratteristica è sempre la stessa: il giroletto laterale si può sollevare per sfruttare i due cassetti in legno.

Letto Gaia con cassettoni estraibili

Il modello che invece si differenzia da quelli fino ad ora proposti è il letto singolo Kiki dotato di due cassetti laterali a vista, apribili grazie a maniglie. In questo caso i cassetti non vengono nascosti all’interno della struttura ma diventano parte integrante e caratteristica ben evidente. Nonostante i cassetti a vista l’estetica non viente intaccata e il letto si mostra moderno, colorato ed estremamente funzionale.

clv-letto-kiki-10

Il letto con cassetti estraibili è una soluzione salvaspazio per la cameretta, utile per sfruttare al meglio la stanza e per creare spazi sempre vantaggiosi.

 

Cattelan Italia sulla rivista DCASA

Rivista DCASA mese novembre 2014, pagina 67: Design pret-à-porter – Cattelan Italia.cattelan sulla rivista dcasaEssere presenti tra le pagine di questo periodico è sicuramente un orgoglio per questa azienda d’arredamento e, lasciatecelo dire, lo è anche per noi di ArredaClick. Siamo rivenditori ufficiali di Cattelan Italia e ci fa molto piacere sapere di essere in buona compagnia tra i fan di questo marchio.
Abbiamo letto l’articolo tutto d’un fiato e ci siamo trovati d’accordo con molte frasi scritte dall’autrice che per l’occasione ha intervistato Giorgio Cattelan, fondatore e proprietario dell’azienda da oltre 30 anni.
“Ascoltiamo il nostro pubblico. Visitiamo spesso i distributori e siamo attenti alle loro esigenze. Quando un desiderio viene espresso, cerchiamo di rispondere nel modo più veloce possibile, con soluzioni concrete”.
Il nostro catalogo comprende attualmente 301 “soluzioni concrete” firmate Cattelan e siamo contenti di contribuire alla vendita dei “300mila pezzi che ogni anno vengono consegnati in 140 paesi”.

Tra le pagine di DCASA abbiamo poi ritrovato le immagini di articoli d’arredamento che anche noi conosciamo molto bene.

Il tavolo da pranzo in legno Spyder con gambe in metallo che si incrociano diagonalmente fino a comporre un rigoroso disegno geometrico.

tavolo-spyder-cattelan

La libreria di design presentata al Salone del Mobile 2014 Airport, un sistema di montanti e ripiani totalmente personalizzabile per dimensioni, finiture e collocazione.

libreria-airpost-cattelanLa sedia da soggiorno in ecopelle colorata Arcardia con schienale leggermente curvato e struttura e gambe in legno.

sedia-arcadia-cattelan

La lampada da terra ad arco Flag disponibile con struttura e paralume anche colorati.

lampada-flag-cattelan

Il basso tavolino da salotto Billy con piano specchiato e struttura in acciaio.

tavolino-billy-cattelan

Ed infine la poltrona a dondolo di design Cornelia dalle linee classiche ma realizzata con un materiale moderno.

ct-poltrona-dondolo-design-cornelia-00_2

Vogliamo concludere condividendo il pensiero che “è il senso del servizio, della qualità, del rispetto per il cliente che va ascoltato, coccolato, accudito.

Bagno con lavanderia: lavatrice a vista o nascosta

L’abbinamento bagno piccolo e lavatrice non è sempre facile da realizzare. Gli spazi sempre più ridotti delle case non aiutano certo ad inserire tutto il necessario in tutti gli ambienti. Quando si è costretti ad inserire la lavatrice in bagno si deve adottare un semplice accorgimento che aiuterà sicuramente a rendere l’ambiente funzionale, pratico ed esteticamente bello.
La soluzione è una sola: mobile bagno lavanderia. Le scelte invece sono due: bagno con lavatrice a vista o bagno con lavatrice nascosta.

Puntare sulla praticità.
Se si predilige la comodità e la funzionalità è necessario optare per un mobile bagno con lavatrice a vista. In questo caso infatti non ci sono ante e antine che intralciano l’apertura dell’oblo dell’elettrodomestico.
A seconda dello spazio si può completare la composizione con colonne lavanderia, basi contenitore o pensili in cui inserire detersivi, sapone e cesta del bucato.

Puntare sull’estetica
Se si predilige l’impatto visivo e si vuole arredare un ambiente armonioso e curato nei minimi dettagli è necessario optare per una lavanderia nascosta.
Ad un primo impatto il mobile sembra un comunissimo arredo bagno ma in realtà incassata tra basi e contenitori in appoggio a terra vi è la lavatrice. Ante battenti celano alla vista questo elettrodomestico e lo svelano solo all’occorrenza.

Bagno con lavanderia nascosta Blizzard

Mobile bagno lavanderia con lavatrice nascosta Blizzard.

Bagno con lavanderia nascosta Atlantic

Base porta lavatrice Atlantic incassata e nascosta nell’arredo bagno.

Bagno con lavanderia Atlantic

Base lavatrice Atlantic, lavatrice incassata con ante battenti che la nascondono.

Arredare un bagno piccolo con lavatrice è in realtà un gioco di incastri. I giocatori siete voi, le pedine sono i singoli elementi bagno, l’ostacolo è lo spazio a disposizione e la scorciatoia è l’estrema personalizzazione garantita dai mobili ArredaClick. L’ulteriore aiutino è dato dalle numerose finiture e colori a disposizione.
Con tutte queste possibilità, raggiungere l’obiettivo di arredare un bagno con lavanderia sarà facile e divertente.

Se oltre a questo elettrodomestico avete anche l’asciugatrice il gioco si complica leggermente ma la soluzione esiste ed è un mobile bagno che nasconde lavatrice ed asciugatrice.

Un paradiso per i pantofolai: il divano con tavolino integrato

L’inverno è ormai alle porte e per i pantofolai si prospettano lunghi (meravigliosi) mesi di week end passati tra divano, libri, film, tisane e buona cucina, con solo qualche sporadica missione fuori casa…la spesa si fa anche d’inverno!
Se siete dei pantofolai D.O.C. saprete anche qual è la migliore tecnica di preparazione della vostra zona relax: tutto predisposto affinché alzarsi dal divano sia assolutamente non necessario.
Rincaro la dose: se siete dei pantofolai D.O.C.G. avrete scelto il divano in funzione della vostra mission: fare il meno possibile, rilassarsi e godersi la propria casa, ancora meglio se fuori nevica e voi siete dentro, al calduccio, a farvi gli affari vostri.
Se vi chiedessero cosa vi portereste su un’isola deserta rispondereste il divano, anzi, un bel divano con tavolino integrato per avere sempre tutto a portata di mano.

Divano tavolino integrato acciaio Pelland Free

Pelland Free

Solitamente in questi modelli di divano il tavolino è incorporato alla struttura sostituendo o affiancando uno dei braccioli o entrambi, come nelle foto mostrate qui sotto.

Divano tavolino integrato imbottito rivestito

Marc-U: il tavolino è integrato ma affianca il bracciolo.

Divano due tavolini integrati libreria.

Tresor senza braccioli propone due tavolini integrati di cui uno con libreria.

Sauvignon divano tavolino integrato su un lato.

Sauvignon con tavolino integrato su un unico lato.

Ci sono modelli su cui il tavolino può essere incorporato nella penisola a tutto vantaggio dello spazio: ci si possono mettere libri e oggetti decorativi, ci si possono appoggiare tazzine e bevande o perfino piante decorative. Date le sue dimensioni il tavolino integrato alla chaise longue sostituisce del tutto la presenza di un tavolino da salotto.

Divano tavolino integrato penisola Pelland

Pelland offre uno spazioso tavolino integrato alla penisola, con libreria incorporata.

Un’ultima soluzione è il tavolino integrato dietro al divano: parte della struttura stessa, questo tipo di piano d’appoggio sfrutta i volumi del divano ed è ricavato dalla profondità della parte angolare.

Bruce divano angolare tavolino integrato parte posteriore

Bruce con tavolino integrato nella parte posteriore.

Naturalmente un divano con tavolino, piani d’appoggio o libreria integrati è un’ottima soluzione non solo dal punto di vista estetico, ma anche da quello funzionale.
In un salotto di piccole dimensioni, o in un open space con zona giorno e cucina unite, un divano che integra più funzioni è una perfetta soluzione salvaspazio.

Tutti in riga? No, tutti sulla libreria, in colonna

L’espressione “mettere in riga” non vi va proprio giù? Indisciplinati, fuori dagli schemi e stanchi delle convenzioni? Scommettiamo che la vostra casa riflette tutta la vostra creatività e originalità. E scommettiamo che dove prima era tutto in riga, voi mettete tutto in colonna; dove “lì ci metterei due comodini” voi rispondete con un ceppo d’albero DIY da una parte e un pezzo di design ultra contemporaneo dall’altra.

libreria colonna trasparente babele arredaclickE i libri? Libreria sì, ma a colonna, meglio ancora sa dalle forme e dal design originale e personalizzabile.
Vi diamo qualche idea.

La libreria a colonna è una scelta originale che vi permette di posizionare i vostri libri più amati in qualsiasi punto della casa.
Una libreria a colonna si prende e si sposta a piacimento, a differenza delle più classiche soluzioni a parete o delle mensole.

Tra le varie configurazioni possibili le librerie a colonna, conosciute anche come librerie “totem”, sono disponibili in modelli sia con posizionamento a terra che con fissaggio a muro. Sono fisse o girevoli e possono essere modulari, quindi componibili in totale libertà.

Requisiti fondamentali: sviluppo verticale, ripiani rigorosamente uno sopra l’altro, struttura minimalista (spazio ai libri!) e possibilità di accedere ai volumi da più lati, possibilmente a 360°.

 

Librerie a colonna modello “totem”
Ci figuriamo che la scelta di soprannominare questo tipo di libreria “totem” sia dettata dal fatto che questo mobile è finito sui 4 lati ed è potenzialmente posizionabile anche a centro stanza. La libreria totem è quasi scultorea, un pezzo che arreda e decora al tempo stesso con linee dal design marcato e caratterizzante.

Librerie a colonna a terra
Non meno spettacolari delle “totem” presentano le stesse linee essenziali e curate, spesso asciutte e rese volutamente minimaliste per lasciare che siano i libri a giocare il ruolo di protagonisti.

Librerie a colonna a parete
Soluzione salvaspazio per eccellenza: sfrutta lo spazio in verticale e soprattutto sfrutta lo spazio sulla parete, lasciando libero il pavimento.
Una libreria a parete, sia essa a colonna o meno, è un’ottima idea per case piccole o semplicemente per utilizzare al meglio pareti strette.

Possiamo essere d’accordo con voi sul comodino-ceppo d’albero, è trendy ed è di moda e lo abbiamo avvistato all’ultimo Salone del Mobile di Milano…ma i libri meglio in bella vista su una libreria (a colonna, a parete…come preferite!). Voi che dite?

La sedia Serie 7 di Arne Jacobsen compie 60 anni

Nel 1955 la mente creativa del designer ed architetto Arne Jacobsen produsse la famosa sedia di design Serie 7. Per celebrare i 60 anni di questa icona del design Republic of Fritz Hansen ha deciso di realizzare due speciali versioni di questa sedia: la prima in rosa cipria, la seconda in blu profondo. Questi due modelli saranno realizzati in edizione limitata esclusivamente per l’anno 2015.

serie-7-arne-jacobsen

La sedia in laccato opaco rosa chiaro ha un tocco decisamente femminile ed è abbinata ad un’elegante e prestigiosa struttura placcata in oro 24 carati.
La sedia in un profondo e scuro blu ha al contrario un carattere prettamente maschile con struttura in laminare brunito.

All’interno del vasto catalogo di ArredaClick è presente una seduta ispirata al design di Arne Jacobsen, la sedia Jacobsen Seven.
La nostra proposta è una sedia con monoscocca realizzata in legno di faggio, legno laccato in tutti i colori della scala RAL, tessuto, pelle, cavalino o cuoio. Quattro gambe in tubolare di metallo si incrociano sotto la struttura e sorreggono con apparente leggerezza ma grande resistenza la scocca. La seduta è caratterizzata da linee essenziali e una forma affusolata e slanciata che avvolge leggermente la schiena sostenendola nei giusti punti.

La sedia Jacobsen Seven è prodotta su commessa da un’azienda toscana specializzata nella lavorazione del metallo e della pelle e nella riproduzione di pezzi di design d’autore.

Fonte notizia e immagini: articolo di Designerblog.it 

Chiudere una nicchia con ante: recupera spazio in casa

La cronica mancanza di spazio delle abitazioni moderne assilla molti di voi (e di noi, me compresa!) e allora ecco che con carta, righello e matita alla mano ci si ingegna per trovare la soluzione e lo spazio perfetti per organizzare al meglio la nostra casa.
Se le pareti più spaziose sono ovviamente tutte occupate dagli “arredi principe” (nella zona giorno cucina, tavolo da pranzo, credenza o madia portapiatti; in bagno un mobile sotto lavabo, sanitari e doccia; in soggiorno parete attrezzata e divano; in camera letto e armadio) non resta che sfruttare le potenzialità di angoli e nicchie. Chiudere una nicchia: esempio con ante Queens.La tendenza è giustamente quella di destinare gli spazi ai mobili utilizzati quotidianamente ed anche a quelli che più ci piacciono a livello estetico. Ma che dire degli spazi funzionali dedicati a tutto quello che utilizziamo ogni giorno, ma che per ragioni estetiche non vogliamo lasciare in vista?

Tanto per fare alcuni esempi: la lavatrice, detersivi, stracci e secchi, l’aspirapolvere e le scope, l’asse da stiro e il ferro, ma anche ombrelli, valigie e scarpe.
In mancanza di un locale lavanderia, un bagno grande o di servizio, un ingresso o un garage capiente, è necessario ricavare spazi dedicati in giro per la casa.
Grande o piccola, ad angolo, asimmetrica o racchiusa tra due pareti: chiudere una nicchia con ante è possibile, basta scegliere la soluzione adatta.
Nelle immagini alcune casistiche:


Chiudere una nicchia angolare
Il sistema Queens offre soluzioni su misura che permettono di chiudere un angolo con una o due ante battenti applicate ad una struttura a cornice. Perfetto per nicchie angolari di qualsiasi dimensioni. Chiudere un nicchia con ante. Modello Queens.Chiudere un nicchia con un'anta. Modello Queens.Nicchia ad angolo nell'ingresso chiusa con strutture e anta Queens Chiudere una nicchia lineare
In base alla configurazione della nicchia stessa è possibile chiuderla con ante integrate in una struttura dotata di fianchi a seconda delle necessità, oppure con ante a libro semplicemente fissate su un sistema di scorrimento praticamente invisibile.chiudere-nicchia-corridoio-ante-queens-14chiudere-nicchia-corridoio-ante-queens-13Recuperare spazio in casa è possibile, basta guardarsi intorno ed individuare nicchie e angoli inutilizzati da chiudere e organizzare internamente con ripiani, contenitori e attrezzature a seconda delle necessità e della destinazione d’uso della vostra nicchia “riqualificata”.

Arredare un monolocale: progetti e idee per risparmiare spazio

Arredare un monolocale o una casa piccola è una grande sfida. I tranelli sono in agguato, basta distrarsi un momento e l’effetto horror vacui è assicurato: sovraccaricare gli ambienti, acquistare mobili “normali” per case “normali” che vanno a rubare e sprecare tutto lo spazio a disposizione…errori assolutamente normali ma anche facilmente scongiurabili con un minimo di progettazione. Se non volete investire troppo nella progettazione un piccolo aiuto da parte di un interior designer (magari low cost!) non fa certo male! Un progetto fatto da professionisti può infatti darvi qualche dritta in più per organizzare al meglio gli ambienti e collocare i mobili in maniera intelligente.
Qui sotto due esempi di progetti di monolocali di diverse metrature: il primo è un monolocale di 35 mq, il secondo di 25 mq.

Il monolocale da 35 mq:Arredare un monolocale: progetto per 35 mq, vista dall'alto.Arredare un monolocale: progetto per 35 mq, vista laterale.

Il monolocale di 25 mq:
progetto-monolocale-25mq-arredaclickprogetto-monolocale-25mq-arredaclick-02

Vediamo quali sono, dal punto di vista dell’arredamento, i must have e i must dos: arredi a cui non si può rinunciare e le cose da fare per rendere il vostro monolocale piacevole e vivibile “pur piccino che lui sia”.

Mobili multifunzionali e trasformabili
Magari non è la casa della vostra vita e non metterete su famiglia in un monolocale.
Ma per ora è la vostra casa, quindi non rinunciate a mobili e complementi comodi, pratici, multifunzionali, ma anche belli da vedere. La funzionalità non deve andare a scapito del desiderio di una casa accogliente in cui potete invitare famiglia, amici e ospiti senza dover accatastare roba in bagno o nascondere il disordine nei pochi contenitori e armadi a disposizione.
Un mobile multifunzionale, lo dice il nome, unisce in sé più funzioni. Nel caso di un monolocale ci troviamo di fronte ad un’unica stanza in cui devono convivere giorno e notte, con i rispettivi arredi dedicati. Il divano è anche letto, il tavolo da pranzo deve poter accogliere più persone in caso di necessità. Ma non finisce qui.
C’è un’infinita gamma di mobili trasformabili pronti a correre in vostro aiuto: consolle che diventano tavoli, pouf che si trasformano in letti, tavolini che diventano scrivanie e che nascondono capienti contenitori.

Sfruttare al massimo ogni angolo
Una regola molto semplice e intuitiva: gli angoli non vanno lasciati alle ragnatele, sfruttiamoli fino all’ultimo centimetro. La stessa cosa vale per i corridoi e le nicchie nelle pareti di cui non sapete che farvene. La risposta è: sfruttatele per ricavarci angoli studio, armadietti per detersivi e scarpe, piccole lavanderie.

Tutto in ordine (oppure: nascondere il disordine)
Nella gallery foto qui sopra troverete alcune idee per sfruttare gli angoli altrimenti inutilizzati del vostro monolocale. Tra le varie idee d’arredo non potete certo trascurare la cucina che per eccellenza nasconde tutto: una cucina a scomparsa è l’ideale per tenere tutto in ordine (o per mantenere le apparenze nel caso di una visita improvvisa della mamma!).
Le moderne mini-cucine sono complete di tutto ciò che serve, svolgendo tutte le funzioni di una normale cucina domestica. Hanno una marcia in più rispetto alle cucinette da tinello che si usavano qualche hanno fa: il design è molto più curato e la cucina è integrabile con elementi per l’arredo del soggiorno. Aziende e designer (anche ad alti livelli, basti vedere la MiniSystem progettata da Snaidero qui sotto nelle foto) stanno intercettando le necessità delle case contemporanee, sempre più piccole ma non per questo meno amate!

Potremmo andare avanti all’infinito con tante idee e consigli per arredare un monolocale. Ogni casa ha le sue caratteristiche peculiari (inclusi pregi e difetti), spazi da sfruttare all’ultimo centimetro ma anche angoli in cui è difficile trovare le potenzialità nascoste. Il nostro consiglio è quello di cercare soluzioni efficienti, non per forza è necessario ricorrere a mobili su misura perché al giorno d’oggi l’offerta è molto più ampia e sempre più attenta alle esigenze di monolocali e case dagli spazi sono ridotti.

Qualcosa di 2.0: la lista nozze di arredamento online

Qualcosa di vecchio.
Qualcosa di nuovo.
Qualcosa di prestato.
Qualcosa di blu.
…qualcosa online!

Lista nozze arredamento di ArredaClickSe siete alle prese con la preparazione del vostro grande giorno saprete che uno dei compiti fondamentali e forse tra i più impegnativi è quello della scelta dei prodotti per la lista nozze. Per chi arriva da una convivenza pregressa è probabile che i mobili non rientrino nella lista dei desideri, ma se il vostro sogno si corona anche attraverso la fatidica prima casa insieme allora farsi regalare i mobili può essere un’ottima idea.
Un tempo c’era la dote attraverso cui mamme e nonne rifornivano le sposine di tutto quello che serviva per attrezzare la nuova abitazione. I tempi sono cambiati e oggi la “dote” si può fare anche online.
Per questo abbiamo pensato di attivare il servizio Lista Nozze Arredamento con la libertà di scegliere e personalizzare ogni arredo, lasciando poi agli invitati la possibilità di acquistare quote di quello che gli sposini-to-be hanno selezionato.

Ecco un esempio della Cover che la nostra wedding planner (o forse dovremmo chiamarla wedding designer?) preparerà per voi:Esempio di Cover personalizzata raffigurante una lista nozzeLa Cover è personalizzata e può contenere le immagini che volete, da vostre foto a immagini dei prodotti preferiti. Oltre a realizzare questa pagina dedicata che potrete condividere tramite mail o stampare e distribuire, creeremo una Scheda Lista Nozze da cui gli invitati potranno acquistare le quote che desiderano e lasciarvi un messaggio di auguri.

Perché scegliere la lista nozze online?
- la create da casa, comodamente seduti in poltrona (siamo sicuri che i maschietti ci/vi saranno molto grati per aver risparmiato loro i tour per negozi e showroom);
- ricevete assistenza dalla nostra wedding planner, tutti i giorni, telefonicamente o tramite mail durante tutto il processo di creazione della Lista Nozze, gestione delle quote. Non solo voi ma anche gli invitati, se dovessero sentirne la necessità, possono chiamarci e ricevere la migliore assistenza;
- il risparmio: sui prodotti, concretamente scontati rispetto ad un negozio tradizionale (il bello dell’online!) sul vostro tempo, sulla carta e sui francobolli (potete inviare tutto tramite mail e gli invitati vi possono scrivere direttamente dalla Scheda Lista Nozze da cui acquistano le quote regalo)
- per essere politically correct non dovremmo scriverlo…MA tutti gli invitati, ovunque si trovino nel mondo, non avranno più giustificazioni per non avervi fatto il regalo ;)