Biocaminetti: foto e fiamme!

Cosa c’è di più romantico e rilassante del fuoco scoppiettante del caminetto? Ma se il caminetto non l’avete o non avete intenzione di imbarcarvi in costosi lavori di ristrutturazione ed opere murarie c’è una soluzione più semplice: i biocaminetti.

Cosa sono i biocaminetti e come funzionano?
La definizione corretta sarebbe “caminetti a bioetanolo”. Il bioetanolo è un combustibile naturale prodotto tramite un processo di fermentazione di prodotti agricoli ricchi di zucchero, come la canna da zucchero, la canna comune, tronchi di pianta o cellulosa.
Il bioetanolo può essere prodotto riutilizzando prodotti agricoli di scarto, rendendo possibile un processo “eco friendly” di smaltimento intelligente, significativo sia dal punto di vista economico che ecologico. Il combustibile è inodore e anallergico inoltre non produce alcun residuo per un biocaminetto libero da manutenzioni e pulizia del focolare. Le emissioni nocive sono praticamente inesistenti: infatti la quantità di anidride carbonica prodotta è pari a quella prodotta da una persona in una stanza.

Il funzionamento è semplice: il biocaminetto è dotato di un bruciatore in cui va versato il bioetanolo. Con l’acquisto di un biocamino solitamente viene fornito un kit completo di attrezzi per l’accensione e lo spegnimento, ma anche accessori come tronchetti effetto legno. Biocaminetti come Turandot possono essere completati con un kit di aromaterapia.

I modelli
I biocaminetti possono essere posizionati a parete, a incasso o free standing.
Vulcano, nella primissima immagine di questo articolo, è un esempio di modello free-standing. Se questa opzione è quella che fa per voi considerate anche una soluzione bifacciale come Boheme: una splendida idea per dividere con classe due ambienti contigui. Anche il biocaminetto a parete offre modelli moderni pensati per una casa contemporanea in cui essenzialità e minimalismo la fanno da padrone. Alcuni, come il modello Graffiti, giocano un forte ruolo decorativo, arredando la parete con un oggetto che possiamo ben definire di design.Se poi volete davvero distinguervi, o magari avete un locale e siete alla ricerca di arredi ultra-caratterizzanti, non fatevi scappare il biocaminetto firmato: Fuochino Pop Art è unico nel suo genere ed è creato da un’artista italiano esponente della Neo-Pop Art. C’mon Let’s Pop!

Cosa bisogna sapere prima di acquistare un biocaminetto…
I biocaminetti sono complementi moderni che offrono le romantiche suggestioni che solo la fiamma viva del camino può trasmettere. Allo stesso tempo non sono da intendersi come sostituto del riscaldamento domestico, pur emanando un piacevole calore e creando la stessa atmosfera unica. Se state prendendo in considerazione l’acquisto di un biocaminetto controllate attentamente: la capacità del bruciatore, l’autonomia ed il costo orario di consumo. Altro fattore è il volume minimo della stanza: fondamentale per stabilire se il biocaminetto che state valutando può essere inserito nella stanza in cui avete in mente di collocarlo.

Vi lascio con una gallery di biocaminetti tutta foto e fiamme! Ispiratevi e riscaldatevi…

Cucine per Monolocali: arriva il monoblocco di design

Monolocale [mo-no-lo-cà-le] s.m. (pl. -li) Abitazione costituita da un unico locale ‖ SIN. monocamera.
Riceviamo spesso richieste di consigli e idee su come arredare un monolocale ed a questa tematica abbiamo infatti dedicato un video che potete guardare qui tratto dalla progettazione di un monolocale richiesta da un cliente. Il risultato è stato questo:Potete vedere altre immagini all’interno della scheda dedicata al progetto Monolocale 5388.

Il problema principale di un’abitazione “monocamera” è ovviamente l’organizzazione degli spazi, seguito dalla scelta di arredi che si abbinino perfettamente tra loro.
Il rischio di riempire eccessivamente gli ambienti è dietro l’angolo e lo è anche la soluzione: il monolocale rappresenta infatti una tipologia di abitazione che più facilmente può essere migliorata da un arredamento razionale.
Tanti mobili = poco spazio “calpestabile” e vivibile. Non vogliamo questo!

Le aziende che producono mobili sono ormai decisamente più attente alle esigenze di appartamenti piccoli e di monolocali. La zona living è facilmente gestibile tramite tavoli e tavolini trasformabili, divani letto sempre più curati e comodi, e porta tv che magari integrano l’impianto stereo e vani contenitivi.
Le cucine per monolocali rappresentano una scelta più difficile. Molto spesso infatti siamo abituati a cucine tradizionali e pensare ad una cucina monoblocco, o cucina compatta, ci sembra una soluzione “improvvisata”.

Ad ArredaClick, lo sapete, ci piace demolire tutti i pregiudizi in fatto di soluzioni di arredamento. È per questo che stiamo lavorando su una innovativa collezione di cucine monoblocco a scomparsa: il progetto MiniSystem, che nasce grazie alla collaborazione con un’azienda leader del settore. Una piccola preview di ciò che è capace di fare questa cucina ve l’abbiamo data nell’articolo: “Indovina chi viene a cena?” ma ve la riproponiamo…Il bello è che tutto quello che vedete in foto può entrare in un mobile che misura poco più di 1 metro, per un volume totale di circa 2,5 metri cubi. Per darvi un’idea di come le cucine monoblocco MiniSystem possono essere inserite in un monolocale abbiamo preparato alcune planimetrie.Le cucine per monolocali non saranno più un cruccio perché credetemi, MiniSystem fornisce tantissime funzionalità tutte racchiuse in quei 2,5 metri cubi (circa).
Non finirà di stupirvi questa piccola cucina: piccola nelle dimensioni ma grande nelle soluzioni!
Stay Tuned!

Morbide promozioni autunnali: tappeti design by Natalia Pepe

Per motli di voi l’autunno sarà ancora alle porte, ma qui in Brianza ci ha già regalato giorni di pioggia ininterrotta. Non ci possiamo lamentare del tutto perché conosciamo il nostro autunno e sappiamo che ci riserverà splendide giornate di sole coronate da rilassanti passeggiate nei boschi. Le nostre case cominciano come noi ad adattarsi all’autunno e mentre i primi fuochi scoppiettano nei camini anche i tappeti cominciano a far capolino da ripostigli e armadi. Dopo il lungo letargo estivo i pavimenti ritrovano il calore e il colore del tappeto: un complemento che in fatto di home decor gioca un ruolo fondamentale e contribuisce alla creazione di ambientazioni e stili. Il tappeto scalda la casa e contribuisce a renderla più accogliente, diventando di volta in volta oggetto decorativo, luogo di incontro, postazione di gioco.
Mentre l’antico persiano e il kilim giocano il loro ruolo di opere d’arte “incalpestabili”, i tappeti contemporanei si adattano perfettamente all’uso quotidiano e sono davvero pronti ad affrontare situazioni-limite: dall’amico a 4 zampe… …agli infiniti giochi dei bambini……fino all’amico sbadato che lascia cadere qualche goccia di vino. La casa si prepara all’autunno, ad accogliere indoor i vostri amici, ad affrontare i compleanni dei più piccoli e i piedini dei loro amichetti: per aiutarvi a superare con classe ed originalità la stagione fredda abbiamo pensato ad una fantastica promozione sui tappeti design di Natalia Pepe.I tappeti di design creati da Natalia Pepe sono realizzati tramite hand-tufting: una lavorazione contemporanea che consente, grazie all’utilizzo di uno strumento ad aria compressa, la creazione di dettagli estremamente precisi. Questa meticolosa tecnica rende inoltre possibile giocare su diversi spessori donando al tappeto un inaspettato effetto tridimensionale. In alcuni casi intorno alle decorazioni viene effettuato il carving che consiste in un leggero intaglio dei contorni che mette ulteriormente in evidenza il decoro. L’altezza del pelo va dai 5 millimetri ai 3 centimetri. La base dei tappeti è costituita da un filato 100% lana vergine neozelandese, una delle più pregiate lane celebrate per il candore del manto che favorisce una colorazione brillante. I disegni sono realizzati con filato di viscosa, lucente e morbido, che consente la creazione di decori cangianti.Allora? siete pronti ad arredare casa per l’autunno? o siete ancora con la testa fra le nuvole memori delle avventure estive?
La promozione non dura per sempre, avete tempo fino al 13 ottobre per regalare alla vostra casa uno degli strabilianti tappeti design by Natalia Pepe.
Affrettatevi, occasioni come queste vanno colte al volo…

La Scarpiera Design e la Rivista di fama internazionale: Space e Vanity Fair

I suoi lettori sapranno che Vanity Fair è una rivista che non si occupa solo di moda, ma anche di attualità, spettacolo, viaggi e lifestyle. È proprio in questa ultima rubrica di VanityFair.it che, curiosando nella sezione Casa, siamo incappati in una piacevole sorpresa: una delle nostre scarpiere è stata scelta per una galleria di immagini tutta dedicata alle scarpiere di design. Vedere per credere:Come si dice in gergo: screen shot featuring scarpiera Space con maniglie a forma di numeri. Così la suddivisione degli spazi sarà ancora più chiara: “Caro, a te il numero 1, a me tutti gli altri!”. Con le scarpe non si scherza.A differenza di molte star che spesso appaiono su Vanity Fair, la scarpiera Space è bella fuori e dentro e non ha nulla da nascondere. Space vuole mettersi a nudo di fronte a voi per mostrarvi fino in fondo tutti i suoi lati, anche i più intimi.Le sue misure: 50, 18, 178. Vale a dire: 50 centimetri di larghezza per una profondità di soli 18 centimetri. Proprio come una star da red carpet: versatile, mutevole e pronta a tutto. Non solo si adatta agli spazi più ridotti, ma è anche in grado di abbinarsi a tutti gli stili d’arredo: total white per un look che non passa mai di moda; giallo e rovere moro per ambienti informali; con anta a specchio e struttura bianca per quell’ultima occhiata all’outfit prima di uscire di casa; rovere moro per i più tradizionali.Come una star di Hollywood la nostra scarpiera Space piace a tutti perché capace di trasformarsi a seconda delle esigenze. È anche intelligente, che volete di più?

Sirio: la stella dell’arredamento per cucine moderne

Continua la rassegna delle cucine componibili della collezione ArredaClick. Dopo avervi già fatto conoscere Arianna+Teseo ed Iris, oggi vi presento Sirio. In una collezione di arredamento per cucine moderne non può certo mancare una cucina con ante prive di maniglia: la cosiddetta apertura “a gola” o con “unghiatura”.Quali sono i vantaggi di una cucina con anta a gola?
Innanzitutto la pulizia formale. Tutte le collezioni di cucine moderne e contemporanee, dalle piccole alle grandi marche, propongono almeno un modello con maniglia a gola, eliminando la tradizionale maniglia “a impugnatura” quasi fosse un’operazione di svecchiamento. A tutti gli effetti il risultato è un arredamento minimalista per cucine estremamente moderne e raffinate.
Secondo fattore da non sottovalutare, visto che stiamo parlando di arredamento per una cucina, con un’anta senza maniglia le operazioni di pulizia risultano più rapidi e agevoli.

Caratteristiche Tecniche
Le ante di Sirio sono realizzate in MDF dello spessore importante di 22 millimetri.
Le finiture disponibili per le ante sono: laccato opaco, laccato lucido oppure nobilitato effetto olmo. Per le ante sono utilizzate cerniere dell’italiana Salice, mentre i cassetti sono dotati di guide Tandembox fornite di sistema frenante ammortizzato Blumotion prodotte dall’azienda austriaca BLUM. Questi dettagli, benché invisibili, sono molto importanti al momento di acquistare una cucina poiché sono garanzie di lunga durata e resistenza dei vostri mobili. Gli arredi della cucina sono infatti quelli che ricevono le più frequenti sollecitazioni meccaniche ed aggressioni esterne: tagli, acqua, vapori, stoviglie che cadono, calore elevato, sostanze oleose, detersivi abrasivi…per questo piano e ante devono essere rifiniti con misure protettive anti-infiltrazioni e anti-umidità. Nel caso della collezione Sirio i bordi delle ante in finitura nobilitato sono rifiniti in ABS, nelle ante laccate è la vernice stessa ad avvolgere e proteggere l’anta.

I colori
La collezione di arredamento per cucine Sirio propone una gamma di colori pensati per ambienti moderni e contemporanei. L’anta a gola contribuisce a creare mobili essenziali in cui il colore gioca un ruolo fondamentale: sia per sdrammatizzare l’effetto complessivo, sia per assecondare il freddo minimalismo suggerito dall’anta completamente liscia.
Per mantenere questo effetto la scelta più azzeccata sono i colori neutri come i laccati bianco, magnolia, ghiaccio, visone e cemento. Per una sferzata di energia, magari per l’arredamento di una cucina moderna e giovane, la scelta può cadere sul laccato lucido bordeaux. In una cucina dai toni più tradizionali il nobilitato offre una soluzione moderna impreziosita e scaldata dall’effetto legno.
Basi e pensili possono inoltre essere realizzati in due finiture differenti che permettono così di creare una composizione bicolore.

Dotazioni
La collezione di arredamento per cucine di ArredaClick offre mobili componibili completi di elettrodomestici a scelta tra vari marchi. La gamma include vari modelli di cappa che permettono di personalizzare ulteriormente la propria composizione. La cappa aiuta infatti a definire il carattere della cucina diventando vero e proprio elemento di arredo. In una cucina come Sirio l’ideale è una cappa a vista dal design moderno o ricercato. Anche una cappa integrata è consigliabile per chi vuole mantenere il rigore estetico delle ante senza maniglia.

Sirio fa parte di una collezione di arredamento pensata per cucine moderne e classiche. Perché l’abbiamo chiamata Sirio, come una stella? Non certo perché vogliamo “meno bene” alle sue consorelle, ma perché Sirio si distingue davvero dalle altre per il suo look ultra-moderno ed essenziale. Insomma, una cucina dal fascino…siderale?
Solo per veri minimalist-design-addicted!

Le sedie Bonaldo: creatività, design e innovazione

Da tempo ArredaClick collabora con l’azienda Bonaldo e negli anni ci siamo innamorati sempre più dei loro prodotti; la partnership si è consolidata e abbiamo voluto dedicare spazio ad una delle categorie di punta di questa azienda: le sedie Bonaldo. 
Nel lontano 1996 l’azienda vinse lo Young & Design Award grazie alla sedia Più e da quel giorno non ha smesso di dedicarsi all’ideazione e alla creazione di nuove sedute portando avanti alcuni valori fondamentali: creatività, qualità e innovazione.
In ogni suo progetto Bonaldo unisce la passione alla tecnica, la tecnologia all’artigianalità, la semplicità e la sperimentazione dei materiali alla ricercatezza della forma e riesce a fare tutto ciò anche grazie ai designer nazionali ed internazionali sui quali può contare, quali ad esempio Alain Gilles, Karim Rashid e Mauro Lipparini.

La sedia My Time è un ottimo esempio di sedia imbottita in cui i materiali e i colori rispondono alla sempre maggiore richiesta del mercato di arredamento. La possibilità di scegliere tra pelle, ecopelle e tessuto in una grande varietà di colori permette di avere un complemento d’arredo personalizzabile secondo i propri gusti. Ma non solo, la completa sfoderabilità del tessuto è uno dei punti di forza di My Time, insieme alle linee moderne ed attuali.

Per chi punta alla semplicità e alla praticità senza voler abbandonare l’eleganza è stata ideata la sedia Kamar. Imbottitura, zip decorativa, schienale leggermente curvo che accarezza e segue le linee della schiena, ed una fessura che alleggerisce visivamente la seduta sono le caratteristiche di Kamar. Un mix di elementi che dona armonia alla sedia.    

Gli studi fatti dall’azienda Bonaldo sul design e sull’utilizzo dei materiali hanno portato alla creazione di Loto e di Razor.
La sedia Loto è l’esempio di come la ricerca sui materiali e la bellezza estetica si fondono in un complemento d’arredo utile e funzionale. Scocca unica in materiale plastico e gambe in legno per donare allo stesso tempo alla sedia robustezza della struttura e leggerezza visiva. La sperimentazione ha prodotto un articolo dal design essenziale e lineare ed estremamente pratico.

Le gambe a slitta incrociate della sedia Razor esprimono il vero approccio creativo delle sedie Bonaldo. L’imbottitura della seduta è solo in apparenza in contrasto con il metallo della struttura, in verità i due materiali si fondono armoniosamente. Il design moderno ed originale, l’accostamento dei materiali e le forme ricercate sono ancora una volta esempio dei valori fondanti dell’azienda Bonaldo.

Un altro elemento che caratterizza l’azienda è l’eclettismo e la sedia Filly ne è l’esempio. La creazione di una “famiglia” di prodotti che comprende diversi modelli e complementi d’arredo è ben presente in questa sedia: la volontà dell’azienda di soddisfare le esigenze di tutti i clienti ha permesso la creazione della sedia in versione standard, con schienale alto, con seduta larga, nel modello a poltroncina con braccioli e anche come sgabello, il tutto senza tralasciare il design elegante e moderno, le cuciture a vista e il comfort di seduta.

Ma le sedie Bonaldo non finiscono di stupire…la sedia By unisce il classico al moderno e racchiude innumerevoli caratteristiche: cura dei dettagli, accostamento di materiali diversi, studio delle forme, varietà di colori e di modelli disponibili, eleganza e praticità e infine design ricercato.

Le sedie Bonaldo sono riuscite ad interpretare le esigenze del mondo contemporaneo e a suscitarvi emozioni?

Cabine Armadio: foto, video e consigli

Cabine armadio: croce e delizia dell’uomo e della donna contemporanei. Colpa di film e serie televisive americane, non c’è alcun dubbio, perché vi sfido a trovare una mamma o una nonna che in gioventù conoscesse o addirittura sognasse di avere una cabina armadio. Non credo: in principio fu il “guardaroba”.
Ormai molte case e appartamenti di nuova concezione, pur piccoli che siano, hanno uno spazio per la cabina armadio, magari ricavato in una stanza che in altri tempi sarebbe stata dedicata allo “stiro”. La donna moderna preferisce borse e stiletto a ferri da stiro e da maglia: che dire? Avanti così! E allora, cari uomini, non vi resta che conoscere il nemico. Care donne: non vi resta che cominciare a progettare la cabina armadio dei vostri sogni, o rinnovare quel ripostiglio che finora avete utilizzato poco o male.

Esistono tante soluzioni d’arredo funzionali e intelligenti in grado di rispondere efficacemente a tutte le esigenze di gusti e spazio. L’alta componibilità e la totale modularità delle cabine armadio consentono la creazione di mobili adattabili a qualsiasi ambiente. E se una cabina armadio di grandi dimensioni non pone particolari problemi, uno spazio piccolo o mansardato presenta maggiori difficoltà progettuali. Il bello delle cabine armadio è che sono arredi pensati per il su misura, nati con lo scopo di attrezzare efficacemente spazi di ogni tipo.
Non per forza la vostra cabina armadio deve replicare quei piccoli sogni d’arredo holliwoodiani che siamo abituati a vedere in tv, ma ci si può avvicinare!
Guardate cosa è riuscita a fare una cliente con l’aiuto della nostra Francesca:La nostra cliente ha voluto sfruttare un piccolo ripostiglio arredandone due pareti con pannelli boiserie, ripiani e cassettiere.
La struttura delle cabine armadio si basa infatti su pannelli a cui è possibile fissare varie attrezzature. Non sempre però è possibile agganciare i pannelli alla parete, nel caso ad esempio di muri in cartongesso, o quando semplicemente non si vuole forare il muro.

Cabine armadio: modelli
Esistono varie tipologia di struttura. Chi non vuole soluzioni in aggancio alla parete può optare per cabine armadio free-standing con struttura a pali in alluminio utilizzati come montanti su cui è possibile posizionare i ripiani, come ad esempio Airy. In questo caso è facile creare soluzioni adattabili ad ambienti mansardati, composizioni lineari, a “L” o a ferro di cavallo. Il fissaggio dei ripiani avviene tramite morsetti che potete posizionare liberamente, così da poter cambiare la configurazione della cabina armadio in base alle vostre necessità.Un ulteriore soluzione che non richiede il fissaggio a muro è quella proposta da soluzioni come le cabine armadio Player. Queste sono infatti dotate di un struttura del tutto simile a quella di un normale armadio, ma privo di ante.Queste soluzioni sono solitamente anche le più economiche.

Se invece l’aggancio a parete non è un problema allora si possono scegliere cabine armadio con pannelli boiserie attrezzati. Anche in questo caso le opzioni sono varie.
Si possono scegliere soluzioni con pannelli a tutta altezza fissati al muro tramite cremagliere. Un esempio è la cabina Joyce. La parete non deve per forza essere coperta nella sua interezza, è possibile infatti optare per cabine armadio con pannelli componibili a seconda delle esigenze. Dove non vi sia la necessità di ripiani è possibile infatti lasciare il muro scoperto, come in questa composizione con cabina armadio Easy:

La forma delle cabine armadio varia in base alla stanza o alla parete che si intende attrezzare. Per altre idee di arredo potete guardare il video “Come arredare la cabina armadio”.

Per ispirazioni visuali vi lascio con una foltissima galleria di foto.
Le immagini propongono un’ampia scelta di soluzioni per vari ambienti e spazi di dimensioni diverse. Anche il gusto gioca un ruolo fondamentale, per questo ho scelto ambientazioni davvero diverse tra loro, dalle più eleganti alle più giovani e informali.

Non fatevi sfuggire la Promo Armadi!

Udite udite!
Promozione Armadi fino al 31 dicembre 2013!!!Non è per cavalcare lo stereotipo della donna tutta scarpe, borse e vestiti, ma la scelta dell’armadio e l’organizzazione – o sarebbe meglio dire occupazione coatta? – dello stesso è il più delle volte appannaggio della rosea metà del cielo. O non è così?
In cosa consiste la promozione? Semplice: se acquistate un armadio Player o Player Trendy una cassettiera interna è in omaggio. La promozione è valida su tutti gli armadi componibili e completi della collezione Player Battenti e Scorrevoli e Player Trendy Battenti e Scorrevoli. La collezione di cassettiere include vari modelli, da 2 fino a 8 cassetti, che si adattano perfettamente a tutti gli armadi componibili e completi.Le due collezioni Player e Player Trendy offrono la possibilità di acquistare armadi completi personalizzabili per larghezza, colori ed attrezzature interne. Per una maggiore personalizzazione si possono inoltre creare armadi componibili: in questo caso si può davvero comporre l’armadio pezzo per pezzo, cominciando dalla struttura a moduli, passando per le ante e terminando con la scelta di colori, finiture e maniglie.
Armadi scorrevoli e battenti offrono una vasta gamma di materiali ed ante di stili differenti, dalle più moderne a specchio fino alle più tradizionali in legno. In generale Player e Player Trendy sono collezioni pensate per arredare una camera da letto moderna, sia essa più formale ed elegante o giovane ed informale.Gli armadi con ante battenti della collezione possono essere composti in vari modelli, tra cui lineari, a ponte, angolari, con fianco libreria e con angolo spogliatoio.Gli armadi scorrevoli offrono minori occasioni di personalizzazione a livello di forme.
Le ante scorrevoli sono però un’ottima soluzione per chi ha poco spazio in camera da letto. I moduli di questi armadi sono inoltre più ampi rispetto a quelli degli armadi con ante battenti. L’optional interessante è la possibilità di creare un armadio con vano tv come Mind Land.Se avevate già avete in mente di comprare un armadio componibile o completo questa è un’ottima occasione per aggiungere una cassettiera in più o inserirne una a cui non avevate proprio pensato! La promozione è valida fino al 31 dicembre 2013 e ne approfittiamo per ricordarvi che, se state ristrutturando casa, a questa promozione si aggiunge il bonus mobili del 50%!

Scegliere il Divano Letto: estetica e comfort

Quando il divano letto si veste a festa nascono modelli davvero belli da vedere e comodi da usare. La nuova collezione Cloud dice NO alla vecchia concezione del divano letto nato per ragioni puramente funzionali. Non è detto che chi scelga di comprare un divano letto lo faccia per arredare una seconda casa o una casa vacanza, a cui solitamente si riserva un budget contenuto. C’è chi il divano letto lo usa quotidianamente, ad esempio in piccoli monolocali o bilocali. C’è chi invece lo destina alla stanza degli ospiti o anche al salotto, da usare in caso di ospiti. In ogni caso casi l’estetica e il comfort giocano un ruolo fondamentale.

Come scegliere il divano letto?
La praticità di apertura è fondamentale ed un divano di alta qualità deve contare su meccanismi testati e ri-testati, in grado di garantire un agevole ed elevato numero di aperture. Un buon divano letto non si cambia certo ogni mese!
Oltre a questo, scegliere il divano basandosi sull’aspetto estetico è fondamentale, soprattutto se l’arredo è destinato a stanze utilizzate ogni giorno. Come un normale divano, anche un trasformabile deve adattarsi all’ambiente circostante: classico, moderno, minimalista, in tessuto, pelle, ecopelle, con braccioli sottili o bombati…forme e materiali definiscono la linea che meglio si adatta al salotto o alla camera in cui il divano è inserito. Spesso, oltre a finiture e colori, è il design del bracciolo a definire il carattere estetico di un divano.Molto importante è anche la sfoderabilità del rivestimento, per consentire maggiore pulizia e una manutenzione agevole. Questo è particolarmente importante quando il divano letto è usato quotidianamente.

Cosa distingue un divano letto da un altro?
Innanzitutto esistono vari modelli che si distinguono per le dimensioni del divano e del letto che si ottiene. Si possono ricavare letti singoli, matrimoniali, ad una piazza e mezza e in alcuni casi perfino letti a castello.
Una differenza cruciale è il sistema di apertura. I divani letto della collezione Cloud presentano un sistema di apertura a schienale ribaltabile che consente un’agile e comoda apertura effettuabile con un solo movimento e senza il bisogno di rimuovere i cuscini che rimangono fissati alla struttura. Ulteriore comfort è offerto dalla possibilità di avere il sistema di apertura con meccanismo motorizzato. Inoltre alcuni sistemi di apertura consentono di contenere lo spazio di ingombro del letto, consentendo di “aprire a libro” i cuscini di seduta. In questo modo l’ingombro è dato dalla larghezza del materasso e non dalla sua lunghezza: da un ingombro che si aggira normalmente intorno ai cm 195, si passa a cm 168.
Ecco due esempi:Rete e Materasso
L’altezza del materasso di un divano letto varia da 12 a 14 cm. Quelli della collezione Cloud sono realizzati in poliuretano espanso rivestito in vari materiali a seconda del modello desiderato. Per chi usa il materasso tutti i giorni è consigliabile il modello Comfort con rivestimento sfoderabile, lavabile e antiacaro.
A seconda del modello di divano letto la rete ortopedica può essere elettrosaldata o a maxi doghe.

Divano Letto: quale modello?
Abbiamo visto che ci sono divani letto da cui è possibile ricavare letti di varie dimensioni. Un altro aspetto da considerare è il modello di divano.
La collezione Cloud offre varie opzioni: divani letto due o tre posti, angolare, con chaise longue o con meridienne. Vediamo alcuni esempi dei vari modelli a disposizione, differenti anche per stile:
- divano letto singolo: una soluzione davvero utile e salvaspazio, ideale in salotto, in cameretta o nella camera degli ospiti. Delmar ad esempio si trasforma in letto singolo semplicemente ruotando a 180° la seduta.- divano letto due posti: un normale divano 2 posti come Iago, che si aggira intorno ai cm 195, all’occorrenza si trasforma in un letto ad una piazza e mezza con materasso di cm 121 di larghezza per 195 di lunghezza. Anche se con poco spazio a disposizione, un divano a due posti come questo può essere sfruttato da due persone. Basta passare al modello 3 posti o 3 posti maxi per avere un comodo letto francese o matrimoniale.- divano letto tre posti: la dimensione di un tre posti si aggira intorno ai 190 cm e permette di estrarre un letto francese (cm 141 x 195) o matrimoniale (cm 161 x 195). Un esempio dell’ampia gamma di possibilità offerte dalla collezione Cloud è Paco: dalla poltrona fino al 3 posti maxi, quest’ultimo trasformabile in singolo, francese o matrimoniale.- divano letto angolare: questa è un’ottima scelta per chi usa il divano letto in salotto ed ha quindi bisogno di una soluzione funzionale ed esteticamente valida. Un divano angolare come Ruben conserva tutte le caratteristiche di un normale divano moderno, impreziosito dalla lavorazione capitonné sui cuscini di seduta.- divano letto contenitore: un divano con penisola come Iker unisce il comfort di un divano angolare alla comodità di una chaise longue dotata di contenitore. Utilissima soluzione per riporre cuscini, lenzuola e coperte quando non utilizzate.Scegliere il divano letto è una questione di comfort ed estetica. Un divano di qualità è in grado di offrire entrambe le cose, permettendo di sfruttare la comodità di questo mobile senza perdere di vista le esigenze ed i gusti di chi lo usa quotidianamente o chi, per altre necessità, ha bisogno di inserire un divano letto nel proprio salotto.

Continua il Concorso: 3 – 1 per le donne…

E’ passata poco più di una settimana dal lancio del concorso fotografico “Mettici la Faccia…Vinci il Design” ed abbiamo ricevuto diverse foto molto interessanti. Il week end si è rivelato molto produttivo: abbiamo ricevuto 4 foto davvero simpatiche.
Vi ricordiamo che per partecipare basta rispondere con una foto alla domanda:Ecco come hanno risposto gli ultimi partecipanti.

La disperazione di fronte ad una cucina (NON acquistata online!) crollata nella notte.Lei si gode gli ultimi raggi di sole e pensa alla sua futura casa…tutta con arredamento online ovviamente!Non vede l’ora di poter comprare la sua cucina online per poter preparare deliziose insalatine con quei graziosi pachino.Il pirata dice NO. Si sa, i pirati sono sempre gli ultimi a cedere, ma sarà solo un po’ di testardaggine?Continuate a inviarci le vostre foto-risposte all’indirizzo mail: concorso@arredaclick.com

Per guardare le altre foto-risposte sfoglia il nostro album Facebook “Mettici la Faccia…Vinci il Design”