Colori 2013: arredare casa con il colore giallo

Oggi ho deciso che lascerò la parola ad un articolo pubblicato lunedì 25 febbraio su Style.it: una radiosa gallery dedicata al colore giallo.
“Mimosa Style” è dedicato a come arredare casa con il colore giallo: un inno al sole, alla primavera e alle donne, in attesa della bella stagione e della festa a noi dedicata.

Non c’era bisogno di dirlo, hanno selezionato alcuni prodotti da ArredaClick!

Tavolino moderno Icaro in legno laccato opaco giallo cedro
Mobile bagno giallo senape con due lavabo Dixi 28Credenza moderna Raiki in giallo senapeTavolino giallo in metallo Link A noi è piaciuta la macchinetta del caffé con radio incorporata della Illy.

Com’è fatto: come nasce una cucina ArredaClick

Nelle ultime nevose serate brianzole mi sono dedicata, tra un approfondimento politico e l’altro, allo zapping selvaggio. Sono giunta ad una conclusione: a parte la politica che imperversa per ovvi motivi, siamo bombardati da programmi di cucina e di grassi americani sornioni alla ricerca disperata dell’ultimate deal. Per fortuna c’è “How it’s made”. Nonostante l’ossessiva musichetta ipnotizzante il celebre “Com’è fatto” di DMAX ci fornisce la nostra dose giornaliera di nozioni interessanti. Non solo interessanti, ma anche utili. Vedere com’è fatto qualcosa ci dà indicazioni sulla qualità del prodotto e ci aiuta a scegliere consapevolmente se acquistarlo o meno. Compreremmo qualcosa se sapessimo che per la sua produzione sono impiegate sostanze tossiche o materiali di dubbia provenienza? Io dico di no.
Per questo abbiamo deciso di mostrare “al mondo” come nasce e com’è fatta una cucina ArredaClick.

In breve: cucine italiane al 100%; materie prime italiane prodotte in casa o reperite a “Km 0″; manodopera qualificata che lavora in un ambiente sicuro; controlli qualitativi costanti. Meglio delle parole: un video di 3 minuti e 47 secondi per mostrare come sono fatte davvero le cucine di ArredaClick.

Come arredare la Mansarda: design multifunzionale

Thank God it’s ArredaTips! altro che Friday!



Questa sesta puntata è dedicata a consigli su come arredare la mansarda.
L’argomento è davvero vastissimo, quindi promettiamo che questa sarà solo la prima di una serie di puntate dedicate al tema. Questa volta abbiamo scelto una serie di mobili dal design funzionale, poiché abbiamo individuato due caratteristiche salienti dell’arredamento per la mansarda, piccola o grande che sia: versatilità e trasformabilità.
Vi consigliamo di guardare il video per scoprire tanti piccoli e grandi consigli sempre utili per iniziare a progettare la vostra mansarda e farvi un’idea di quello che potrebbe servirvi. Torneremo con altre chicche e vi promettiamo che la prossima volta non ripeteremo l’esclamazione “esatto!” così ossessivamente.

Divani Bianchi per un Salotto Moderno

Devo confessare che non sono un’amante dei divani bianchi ma ne riconosco l’estrema eleganza e la capacità di arredare in maniera impeccabile qualsiasi salotto. Il bianco contribuisce ad illuminare la stanza conferendo all’ambiente un’aura di raffinatezza formale, di grande stile e gusto. Inoltre i divani bianchi si abbinano con tutto.
La verità è che non potrei mai arredare il mio salotto con poltrone o divani bianchi perché più grande dell’amore per l’arredamento è la mia passione per il caffé: carico, poco zuccherato…e sul divano. Ogni occasione è buona per una tazzona di caffè sul mio caro vecchio sofà blu: se condividete questo mio vizio o semplicemente non sopportate il bianco, desistete dall’acquisto di divani di questo colore.

C’è davvero l’imbarazzo della scelta tra pelle, ecopelle e tessuto.
Per la manutenzione di divani bianchi in pelle leggete attentamente le indicazioni del produttore e se dovessero sporcarsi cercate di tamponare – non sfregare – immediatamente la macchia con della carta assorbente. Non lanciatevi in sperimentazioni di pulizia a base di aceto, detergenti vari, bicarbonato e via dicendo. La pelle è un rivestimento pregiato, delicato ed essendo di origine organica ha la capacità di assorbire quanto versato sulla sua superficie. Cercare di riparare il danno sfregando la macchia con sostanze non indicate finirebbe per danneggiare la pelle e lasciare antiestetici aloni di varie tonalità di bianco, o ancora peggio, di altri colori. Alcune aziende offrono dei kit di manutenzione dedicati alla pelle, se invece preferite il tessuto, potete scegliere dei rivestimenti antimacchia speciali.
I salotti della collezione Cloud offrono un kit di manutenzione pensato appositamente per divani bianchi: un liquido pulitore a base acquosa per la manutenzione ordinaria; un trattamento repellente che crea una pellicola protettiva impermeabile a liquidi, alcool e sostanze oleose; uno speciale stick per rimuovere dal divano macchie di rossetto e inchiostro. Charlie fa parte di questa esclusiva collezione: un divano bianco in pelle, dotato di comodi poggiatesta reclinabili.
Il divano Yang con Penisola sfoggia linee minimaliste accentuate da un accostamento tra cuscini dalle forme ben definite ed una struttura in rovere moro con bracciolo libreria. Per chi preferisce divani bianchi non troppo seri e soprattutto funzionali.
Funzionalità e comodità sono due imperativi per un salotto bello e vivibile. Un amico che mi ha invitato a cena e mi ha chiesto di non sedermi sul suo divano in pelle bianca è diventato mio nemico. Per questo motivo tutta la mia approvazione e simpatia vanno a divani bianchi in tessuto antimacchia, soprattutto se sono morbidi e comodi come il divano in piuma d’oca Berry.
Hiromi Indoor Angolare è un divano di design portavoce di un’eleganza moderna: gli ampi cuscini sono contenuti da un guscio in metacrilato, un materiale plastico che permette lavorazioni fantasiose effettuate con taglio laser. Tra tutti i divani bianchi, questo è sicuramente il degno rappresentante futuristico della categoria. Inoltre è formato da singoli moduli liberamente collocabili, per cambiare il look del vostro salotto in ogni momento.
La semplicità delle linee caratterizza il divano angolare Murray con poggiatesta reclinabili. Bianco, direi bianchissimo, perfetto nell’ambientazione in cui è inserito. Il suggerimento dato dall’immagine è ravvivare l’atmosfera complessiva con tocchi di colore inaspettati, come il quadro contemporaneo in giallo fluo.

Chiudiamo la nostra carrellata di divani bianchi moderni con Biko: un divano dotato di una spaziosa penisola e di schienali alzabili per un comfort unico. Rivestimento completamente sfoderabile per dimenticarsi una volta per tutte del pericolo macchia sempre in agguato!

Arredamento barocco moderno

L’arredamento classico può riservare delle piacevoli sorprese, soprattutto quando si tratta di rivisitazioni in chiave moderna di mobili provenienti da epoche passate. Spesso bistrattato, lo stile “classico” è spesso visto come antitesi del più prestigioso design moderno, come se le due cose appartenessero a due mondi differenti: in realtà molti designer sono riusciti ad attuare un restyling dei classici, lanciando mode come l’arredamento in stile barocco moderno.

Modà si distingue per la reinterpretazione dei classici attraverso mobili come Princerelax: un divanetto con struttura barocca in legno massello riccamente decorato.
All’ingresso di casa non può mancare una consolle classica con le caratteristiche gambe a sciabola. Mademoiselle ha anche un cassettino centrale ideale per riporvi le chiavi.

Il soggiorno con mobili in stile barocco moderno è un ambiente in cui si alternano forme classiche e materiali moderni. Spicca il tavolo con gambe a sciabola Raffaello con piano in vetro serigrafato e molato a filo lucido. Una vera opera d’arte che non avrebbe sfigurato all’interno del Salone degli Specchi di Versailles.
La camera da letto impone la presenza di imponenti testiere con profili in legno intarsiato e imbottitura rivestita in tessuti preziosi. Amburgo è un letto barocco con testiera capitonné con profilo in legno rifinito in foglia oro.
Ai piedi del letto o all’interno della cabina armadio, una panchetta imbottita classica come Loulou è il giusto completamento della vostra camera da letto in stile barocco moderno. Piedini sagomati e tessuti di rivestimento eleganti creano l’atmosfera che state ricercando.

Se siete dei veri cultori dello stile, l’arredo bagno non può essere esulato dalla piacevole contaminazione di forme ricciolute. Anche in questo caso Modà fa scuola con Well Concept mobile bagno in legno massello “travestito” da comò.

tratti essenziali dei mobili in stile barocco moderno sono le forme bombate, l’eleganza sfarzosa e l’abbondanza di decorazioni, incisioni, dettagli preziosi, dorature e argentature. Insomma: uno stile che potremmo definire assolutamente anti-minimalista!

Life in Technicolor: Mobili e Arredamento a Colori

Non lo diciamo solo noi, lo dice anche Pantone nella sua sezione Fashion+Home: mobili e arredamento a colori sono il segno distintivo del design d’interni per il 2013.
Sarà per tirarci su di morale in un periodo storico “grigio e nero”, sarà perché la primavera è alle porte, io dico ben venga il colore ad invadere le nostre case.
Avevo già parlato dell’uso di mobili e arredamento a colori in soggiorno qui.
Ho scovato altri arredi caratterizzati da inserti fluo, pennellate di colore qua e là, colori d’accento a sorpresa. Il tavolo da cucina Easy è l’esempio perfetto: nessun locale di casa si presta più della cucina per osare con i colori. Piano bianco, gambe e profilo in arancio vivo.
Torniamo a mobili e arredamento a colori per il soggiorno, con Tracks, una credenza moderna con ante in tessuto, dalle linee di chiara ispirazione vintage. Protagonisti il bianco e il blu, con un tocco di rosso in cima all’appendiabiti di design Game of Trust.

Le tendenze in fatto di design d’interni parlano chiaro: tra tutti i colori selezionati, il giallo limone, senape, sole, insomma il giallo in tutte le sue declinazioni la fa da padrone nel mondo dei mobili e dell’arredamento a colori. Vediamo Air una sedia in legno con braccioli fluo di Modà, accompagnata dalle gemelle in blu elettrico e fucsia. Il design di Modà non teme mai di esprimere tutta la sua originalità attraverso colori d’impatto.
Anche per la camera da letto l’arredamento a colori sceglie il giallo, questa volta in toni più sommessi per un’atmosfera rilassata. Impossibile non sottolineare la morbidezza del letto Fluff imbottito in piuma. Anche le librerie free standing sono proposte in giallo.
Buona casa a colori a tutti!
Per vedere i colori Pantone clicca qui: Pantone Fashion + Home

Come arredare la cabina armadio? semplice, con ArredaTips!

Il venerdì è più bello da quando c’è ArredaTips. Non è così? Questa settimana, travolti dalle telefonate di clienti impegnati nella creazione delle loro cabine armadio su misura, abbiamo pensato di dare alcuni consigli a tutti i fortunati possessori di cabina armadio. Io non ce l’ho, ma come fan di Sex and the City non posso fare a meno di pensare che un giorno, quando AD Architectural Digest deciderà di farmi Capo-Redattrice Assoluta, avrò una cabina armadio da far invidia a Bradshaw e colleghe.

La nostra guest star di oggi è la cabina armadio componibile Easy. Si tratta di pannelli dotati di mensole, di altezze diverse e varie configurazioni. In pratica ci potete fare quello che volete: componibilità assoluta ed una vasta gamma di colori permettono di creare cabine armadio praticamente su misura. Non è finita qui: proprio per la sua natura modulare questa cabina armadio può essere utilizzata per arredare una mansarda. Nessun taglio a misura, solo i pezzi della vostra cabina da comporre come vi pare e piace.
I nostri consigli su come arredare la cabina armadio non finiscono qui: nelle prossime puntate vi mostriamo altre tipologie, modelli e anche alcune soluzioni per cabine armadio low cost. Seguiteci, commentateci…criticateci!

Credenze moderne: Dark Room e ambientazioni notturne

Non fraintendetemi, non intendo dare consigli per passare una serata di San Valentino in maniera “alternativa”. Dark room, nel nostro caso, è una casa dark nel vero senso della parola: soggiorni dalle pareti scure, ma soprattutto credenze moderne dalle finiture futuristiche. Eleganza, raffinatezza e superfici scolpite sono il fil rouge delle nostre Dark Room.
La cena perfetta per un San Valentino gotico? ostriche, naturalmente. O meglio, Oyster: una credenza dal design moderno, definito da forme e colori neutri, e da una texture quasi vellutata interrotta da un inserto in acciaio inox. Questa credenza moderna arreda una dark room oscura, in cui l’unico spazio di fuga è lo specchio neo-barocco alla parete.
Superfici scolpite simili ad un prisma imperfetto per Poliedro, una credenza moderna bianca a moduli perfettamente cubici. Questa dark room è un soggiorno in cui c’è spazio per dettagli di colore. Ma non esagerate. Arredare un soggiorno in bianco e nero è un’intramontabile scelta di stile.
Luna gioca con i volumi delle ante e propone un design rigato, scavato sulle superfici dei frontali sporgenti. Rigatissima e bianchissima, questa credenza moderna con ante bombate arreda e decora: obbligatoria quindi la parete del soggiorno nera o in colori scuri che creino un contrasto forte con il bianco. Sarebbe davvero un peccato far sparire il gioco di luci, ombre e volumi collocando la credenza a ridosso di una parete bianca o in toni pastello.
Gli amanti del fetish non possono non adorare questa credenza in ecopelle bianca: Square ha una struttura laccata ed ante diamantate con un motivo simmetrico ad effetto trapuntato. Una moderna credenza per ambienti ricercati e funzionali al tempo stesso: l’anta centrale nasconde infatti un comodo cestone.
Spesso mi capita di conferire caratteristiche umane agli oggetti: una sedia dal design divertente, una poltrona “che abbraccia”, una libreria “simpatica”. Slide è lunatica: una credenza moderna, anzi futuristica. Sembra pensata da un regista visionario, da un Kubrick che negli anni ’60 si immaginava un Ventunesimo secolo arredato in stile barocco. È strano come pensando al futuro sia facile collegare abbigliamento e arredamento al colore argento e a materiali metallici, freddi. In realtà Slide è una credenza con ante in foglia argento: una lavorazione tutt’altro che futuristica, anzi proveniente da antiche tradizioni pittoriche.

Non mi resta che augurarvi un Buon San Valentino…e che Dark Room sia.

Lo famo strano? le più originali e insolite Poltrone di Design

Il design prende ispirazione dal mondo che ci circonda o da mondi immaginari, sogni e fantasie. C’è chi si ispira alle favole, chi alla propria infanzia, chi ancora alla natura. Una cosa è certa: i designer più fantasiosi possono dare alla luce arredi dal design veramente insolito ed iconico. Chiamatelo strano, originale o eccentrico, ma sappiate che non è una tendenza passeggera destinata a perdersi negli annali del design: galeotte furono le poltrone di design degli anni ’60, tra le più famose la Egg Chair di Arne Jacobsen, e la Ball Chair di Eero Aarnio. Poltrone dal design vintage, ma si sa, le mode tornano sempre: l’amore tra i designer contemporanei e le forme più inusuali è destinato a durare a lungo.
L’ispirazione naturale la fa da padrone soprattutto quando si parla di sedie e poltrone ergonomiche: niente di meglio che le forme di Madre Natura per farci sentire bene! L’avvolgente poltrona dal design ergonomico Peel si ispira dichiaratamente ad una buccia di arancia. Non inorridite lettrici, non mi riferisco a quella buccia d’arancia.
Potrebbe essere una molla, uno strano essere unicellulare o…un brezel? Si accettano suggerimenti per Polis: poltrona moderna di design che accoglie in un abbraccio morbido e avvolgente. Credetemi, l’abbiamo provata!
Per Dante fu Beatrice, per Woody Allen è Scarlett Johansson, per Tim Burton è Elena Bonham Carter, per il designer Marc Newson è una cornetta del telefono. Ad ognuno la sua Musa Ispiratrice.
Da una cornetta del telefono retrò nasce la poltrona di design Nimrod di Magis: una poltroncina in polietilene bianco, seduta e schienale imbottiti in tessuto coloratissimo. Nel pieno rispetto della tradizione, torna la struttura rigida bianca.
Se vi state chiedendo come usare o dove collocare queste poltrone e poltroncine di design, il mio consiglio è il seguente: non esagerate, a meno che non abbiate una casa arredata in stile vintage, futuristico, o uno studio alla Austin Powers tutto bianco lucido e colori d’accento, la moderazione è la giusta ricetta per arredare con originalità e gusto. Non lasciatevi spaventare dall’insolito!

Dettagli di stile per una Casa Romantica

Ingredienti per una casa romantica: abbondante rosa, una manciata di bianco, un pizzico di shabby chic ben mescolato ad atmosfere vittoriane, una spruzzata di tenui toni pastello, versare a pioggia tessuti a quadretti di ispirazione country. Condire il tutto con mobili retrò e qualche studiatissimo dettaglio di design moderno. Ho detto qualche.
Ingredienti per una cena romantica: vedi sopra e aggiungi un’ottima cenetta preparata con le tue manine, una buona dose di candele, e fiori freschi in quantità. Il resto…it’s all about Love!
Una casa romantica che si rispetti non può fare a meno di un tappeto fiorato, specialmente se sembra un dipinto ad acquerelli. Una serata romantica originale? organizzate un pic-nic casalingo immersi tra i fiori di Blossom.
L’arredamento floreale è un must per la casa romantica, anche se i fiori sono stilizzati e di ispirazione Liberty moderno come per questo specchio con cornice in ferro. E non scordate le candele, meglio se profumate. Un consiglio? Gelsomino, avvolgente e sexy.
Un letto con fiocchetti sulla testiera, comodo, dalla silhouette morbida e accogliente, rivestito in tessuto dai colori pastello: la casa romantica ha una camera da letto confortevole, con cuscini e calde coperte pronte ad accogliervi. Per il dopo cena.
In camera da letto, o in un privatissimo angolo del soggiorno della nostra casa romantica, trova posto lo scrittoio. Non scrivete più lettere d’amore? usatelo come porta-pc, nell’era di Facebook possiamo ancora essere in grado di mandare e-mail d’amore! La linea dello scrittoio con cassetto, da tenere rigorosamente chiuso a chiave, ricorda il classico design dei secrétaire vittoriano e dei suoi vellutati boudoir.
Ultimo tocco di stile: la lampada da tavolo con piedistallo classico e paralume bianco latte, per una luce soffusa ed un’eleganza estremamente misurata. Favoloso l’abbinamento con i tulipani bianchi: la casa romantica vive di dettagli curati e studiati.
E per la vostra cena romantica ricordate che anche l’amore si nasconde nei dettagli…o era il diavolo?
Per la tappezzeria nella prima immagine: www.designyourwall.com